La plastic tax per finanziarie gli aiuti Ue: a gennaio è pronto il salasso

La plastic tax scatterà il 1 gennaio 2021. Si tratta di un "contributo nazionale calcolato sul peso dei rifiuti di imballaggi in plastica non riciclata". Ammonterà a 0,80 euro per chilogrammo

Il negoziato sugli aiuti economici post Covid per i Paesi membri dell'Ue si è chiuso con un Recovery Fund da 750 miliardi, 390 dei quali sovvenzioni a fondo perduto e i restanti 360 prestiti. Nelle tasche dell'Italia finiranno 127 miliardi di prestiti e 80 di grants. Il problema principale, al netto della quantità delle risorse, è che questi soldi non arriveranno nel breve periodo. Non solo: prima di poter maneggiare i fondi, gli Stati dovranno fare i conti con l'impatto di varie tasse, tra cui la plastic tax europea.

Anche perché il Consiglio è stato costretto a trovare un compromesso sull'aumento delle risorse proprie per far fronte ai vari fondi da distribuire nell'Eurozona. In altre parole, l'Europa ha dovuto mettere i puntini sulle i per trovare nuove entrate con cui finanziare il debito.

Che cos'è e come funziona la plastic tax

Tra queste entrate troviamo anche la tassa sulla plastica (plastic tax), che entrerà in vigore a partire dal prossimo primo gennaio 2021. Tutto è stato messo nero su bianco da Bruxelles nelle conclusioni del Consiglio europeo straordinario andato in scena dal 17 al 21 luglio.

Alla voce "New Own Resources" viene spiegato in che cosa consiste la plastic tax. Si tratta di una "nuova risorsa propria" formata da una "quota delle entrate" proveniente da un "contributo nazionale calcolato sul peso dei rifiuti di imballaggi in plastica non riciclata". Da un punto di vista economico la tassa ammonterà a 0,80 euro per chilogrammo, "con un meccanismo per evitare un impatto eccessivamente regressivo sui contributi nazionali".

Nello stesso documento si legge qual è il piano dell'Europa. Nel primo semestre del 2021 la Commissione presenterà altre proposte sul meccanismo di adeguamento delle frontiere del carbonio, prelievo digitale e sul sistema ETS (Sistema Europeo di Scambio di Quote di Emissione) rivisto, con una sua eventuale estensione anche al trasporto aereo e marittimo.

Ombre sull'Italia

Il Recovery Fund, in termini di risorse, è "sufficiente" ma "siamo molto preoccupati per le tempistiche di erogazione", "per le condizionalità" e "per le nuove tasse". A parlare è Carlo Fidanza, capodelegazione di Fratelli d'Italia al Parlamento europeo.

A tutto questo, ha aggiunto lo stesso Fidanza, "si aggiunge l'impatto della plastic tax europea che entrerà in vigore dal 1 gennaio 2021 e sarà un salasso per un settore già penalizzato dalle scelte del governo Conte".

Durissimo anche Matteo Salvini, che alla Camera ha disegnato un quadro ancora più cupo. "La realtà prevede che l'intesa prevede un prestito a precise condizioni imposte dall'Europa. Noi vigileremo che queste condizioni non significhino nuove tasse, come la plastic tasse che mette a rischio 20mila posti di lavoro", ha dichiarato il leader del Carroccio. In mezzo a tutto questo il tempo scorre, gli aiuti ancora non ci sono e all'orizzonte si iniziano a intravedere nuove tasse.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di anticalcio

anticalcio

Mar, 21/07/2020 - 14:57

e questa ennesima tassa sara' solo l'inizio!! l'europa che ci da un amano..togliendola!!

necken

Mar, 21/07/2020 - 14:59

l'idea di ristruttrare la questione fisco di riducendo l'Irpef e Irpeg che verrebbe bilanciata intrododucendo una patrimoniale sui patrimoni immobiliare, seppur con franchigia, è sostenuta da anni da economisti come Boldrin e potrebbe essere attuata per equilibrare i conti, mentre una riduzione pura e semplice dell'Irpef senza riequilibri appare poco realistica allo stato attuale delle cose. Tuttavia in Italia siamo abituati a subire i danni che la classe politica (degli ultimi decenni) ha arrecato al Paese, in nome della democrazia elettiva, percui dobbiamo rimanere razionalmente pessimisti sperando di sbagliare

pallosu

Mar, 21/07/2020 - 15:02

Povero Salvini ennesima sconfitta nonostante i suoi amici sovranisti europei,non le rimane che concentrarsi sull'immigrazione o alternativa non le rimane che starsene al papeete per tutta l'estate

EliSerena

Mar, 21/07/2020 - 15:24

La plastic tax non dovrebbe essere vista come una tassa, ma solo come un incentivo, per trasformare questo prodotto terribilmente inquinante per la terra e per i mari, in migliaia di prodotti di uso comune nella abitazioni e nelle stesse costruzioni. Gli altri lo fanno perché noi no? Non possiamo essere sempre un paese di trogloditi.

robik51

Mar, 21/07/2020 - 15:41

@pallosu: aspetta a cantare vittoria. Vediamo quali saranno le condizioni per avere i soldi. Non credere che i Paesi cosiddetti "frugali" abbiano ceduto senza imporre delle condizioni (abolizione quota 100? patrimoniale? altre tasse? tagli ai servizi?). Aspettiamo e vediamo!!!

Andrea_Berna

Mar, 21/07/2020 - 16:02

Sarebbe bastato emettere BTP, invece che indebitarsi con il peggiore degli strozzini. Ma questo governo ha il solo scopo di liquidare il paese e cedere la poca sovranità rimasta agli euroburocrati che ci succhiano il sangue dalle vene da 20 anni. La nostra rovina si chiama PD

mariobaffo

Mar, 21/07/2020 - 16:06

Mi sa che stiamo per metterci il cappio al collo per i prossimi vent'anni. E poi ci sarà una assicurazione a vita per evitare Italexit.

hectorre

Mar, 21/07/2020 - 16:25

EliSerena....è una tassa, inutile girarci attorno!...fatta per incassare miliardi e non certo per l’ambiente...un governo serio avrebbe incentivato la riconversione e stabilito tempi certi per mettersi in regola...e poi avrebbe avuto senso la plastic tax...mi sembra il ticket da 5€ per entrare nella ztl di Milano, se paghi non inquini?????.....giuseppi deve iniziare a racimolare i soldi per il prestito che gli verrà erogato....i nostri figli ne pagheranno le conseguenze!!!

hectorre

Mar, 21/07/2020 - 16:33

pallosu, sicuramente sei un esperto di economia e allora dovresti spiegarmi 1-quando verranno erogati i miliardi 2- essendo un prestito quanto ci costerà 3- in quanti anni e il tasso 4- a chi verranno erogati, grandi gruppi(fiat,alitalia...) o anche p.iva 5- ci saranno nuove tassazioni per far fronte a questi prestito, plastic tax che partirà da gennaio, per dirne una.......quindi parlare di Salvini e papeepe mi sembrano chiacchiere da bar, non si tratta di una partita di calcio ma del nostro futuro!!!!!....ma se sei un esperto, inutile farti simili domande.... conoscerai già il documento, forse giuseppi e casalino te l’hanno inviato...

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 21/07/2020 - 16:34

Altra TASSA!.... "contributo nazionale calcolato sul peso dei rifiuti di imballaggi in plastica non riciclata"....cosa vuole dire?Al "nord" il "riciclaggio" è alto,al "sud" è basso....che si fà?...Due conti...io faccio 3Kg/settimana..x 54=150Kg....devo pagare € 120/anno?...siamo matti?...Invece di incentivare il VERO riciclaggio(impianti di "pirolisi",con sua trasformazione in "gasolio"),mettono una TASSA,per pareggiare i conti!!!ITALIANI....SVEGLIA!!!!!

cgf

Mar, 21/07/2020 - 16:36

Plastic tax? saranno molto contenti i PiDioti dell'Emilia. Ma poi come verrà sostituita, dal vetro? Ottimo così non solo sarà più fragile, ma più pesante e la logistica inquinerà di più. Non è la singola confezione in se, ma i milioni e milioni di confezioni che fanno tonnellate e tonnellate in più. Anche la plastica si ricicla :)

wania

Mar, 21/07/2020 - 16:37

conte ha regalato agli italiani 200miliardi di euro di debiti......

cgf

Mar, 21/07/2020 - 16:39

mi sembra la storia delle lampadine a basso consumo che per produrne una si consuma come molto di più di quanta elettricità si risparmierebbe. Esiste il consorzio, tra l'altro quasi centenario, dei produttori di lampadina, quando si riunirono la prima volta stabilirono, con la scusa di fornire sempre l'esatta luce, che il filamento si sarebbe dovuto rompere. IDEM per quelle nuove, durano molto meno di quanto dichiarato, anzi ho lampadine a filamento che si trovano nello stesso posto sin da quando ero piccolo.

agosvac

Mar, 21/07/2020 - 17:08

Se solo si legge bene l'articolo si capisce che questa tassa non è italiana ma a livello europeo. Essendo una tassa che esclude la plastica riciclata è chiaro che graverà sui produttori che poi, ovviamente, la scaricheranno sugli utenti. E' una norma che va contro le aziende in un periodo critico in cui le aziende dovrebbero produrre il più possibile.

Italia_libera

Mar, 21/07/2020 - 17:13

Mi chiedo se anche le plastiche d'importazione (Cina,Asia,America) pagheranno il dazio! Inoltre ci sono negozi "FOOD COCKTAIL" sparzi in tutta italia che servono e vendono in bicchieri di plastica e cannucce......

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mar, 21/07/2020 - 17:16

Che strano che non tassino il carburante visto il traffico che va sempre aumentando. Forse dicono, ci sono i "poveri" per quello che non li vogliono toccare. Si sa, se picchi nel mucchio.....Invece deve essere mirato. Dai, aumentate ancora l'IMU. dai perchè il 10,6 è troppo poco! Dovete succhiarci il sangue fino al midollo.

robik51

Mar, 21/07/2020 - 17:22

@pallosu: vatti a leggere questo articolo dell'Huffpost online (un giornale certamente non di destra nè sovranista): "Recovery Fund: tutte le condizionalità dei 209 miliardi" e poi mi dici se è stato un grande affare. Ma per voi basta attaccare Salvini e siete contenti!!

cir

Mar, 21/07/2020 - 17:23

Zagovian Mar, 21/07/2020 - 16:34 NO . e' un processo costosissimo e inutile. molto meglio ridurre i consumi in modo intelligente .E' come il Teleriscaldamento o la produzione di acqua calda centralizzata . Una cavolata degna di fantozzi o di qualche studio del politecnico della Bocconi dopo abbondanti libagioni.

scurzone

Mar, 21/07/2020 - 17:34

Mamma mia la plastic tax! Una barzelletta. do-ut-es, mi sembra che i carburanti siano già enormemente tassati.

scurzone

Mar, 21/07/2020 - 17:35

Andrea Berna, I BTP li hanno emessi: peccato che non siano andati a ruba, anche se avevano un buon tasso! Quanta fantasia avete e come siete esperti di economia, che bravi che siete.

Ritratto di cuoreitaliano

cuoreitaliano

Mar, 21/07/2020 - 18:22

Tassa per la plastica non va bene? Invasione da clandestini e invasi da fonemi angloamericani. Diventeremo un minestrone senza nerbo senza orgoglio senza identità di patria...senza identità culturale e linguistica!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mar, 21/07/2020 - 18:36

cir 17:23...mi spiace contraddirla.Tecnicamente sono molto ferrato sul tema...Non me la racconti!Il processo è economicamente "sostenibile",se il "governo" non pretendesse di applicare le "accise" sul gasolio prodotto!!A me non la racconti!Oltretutto,come FORSE lei sa,esistono ormai quantità enormi di "plastiche accoppiate",usate nell'industria alimentare,di cui NON SE NE PUO' FARE A MENO!Bruciare le "plastiche" nei Termovalorizzatori è anti-economico,e peggio buttarle in discarica,che è da pazzi....non aggiungo altro....

caren

Mar, 21/07/2020 - 18:41

A parte tutto ciò che di giusto e legittimo si possa dire, quei soldi arriveranno nella seconda metà del 2021. Quindi, fino ad allora pedaleremo a vuoto. E qualcuno vorrebbe che si istituissero gli Stati Uniti d'Europa.

cir

Mar, 21/07/2020 - 18:56

Zagovian Mar, 21/07/2020 - 18:36 !: la plastica non brucia se non in un processo di forzatura . Oltre certe temperature se la si obbliga a bruciare lei carbonizza e produce diossina in modo spaventoso. ( basterebbe vedere quando si inizia il processo di stampaggio di un termoplastico su una pressa prima di affinate le temperature del materiale ) scarti bruciati e inutilizzabili .. Il solo serio disegno e' di produrne il meno possibile . Poi sei per fare un kg di gasolio ne spreco 5 per bruciarlo allora siamo finiti in mano ai Bocconiani...

libero.pensatore

Mar, 21/07/2020 - 18:57

Se capisco bene, la UE ci presta soldi nostri che noi a suo tempo abbiamo versato nelle casse della Comunità, e per ripagare questo prestito dovremo subire altre tasse. Bella schifezza!!!!

cir

Mar, 21/07/2020 - 19:15

libero.pensatore Mar, 21/07/2020 - 18:57 Non e' proprio cosi..la Ue non ha questo denaro . fa di peggio :lo stampa a costo zero , poi ce lo presta con interesse. Solo la banca ti presta i tuoi soldi.. e se non sono i tuoi saranno quelli di un tuo ignaro parente.. Praticamente tu paghi , lei guadagna e il tuo " parente " paga perche' aveva un deposito ..

Italia_libera

Mer, 22/07/2020 - 16:01

Cari europarlamentari che vi ci riepite la bocca! Tutti i dispositivi anticontagio e tutto quanto riguarda la medicina sono in plastica! Volete tassare anche la vita e la morte di tutti i cittadini europei?