Assicurazione Rc Auto, perché in Italia costa di più?

Secondo i recenti dati dell'Ivass, stipulare l'assicurazione Rc auto in Italia costa molto di più rispetto alla media europea. A fare la differenza, i costi di gestione dei sinistri e i canali utilizzati dai cittadini

Rc auto, l'Italia è il Paese più caro d'Europa

In Italia, l’assicurazione Rc Auto costa di più rispetto alla media europea. Per i cittadini italiani, la copertura assicurativa è più alta di 91 euro, uno svantaggio che può essere recuperato almeno in parte attraverso il confronto online dei costi delle polizze, per un risparmio di circa 47 euro.

Perché in Italia la Rc Auto costa di più?

Il dato è stato rivelato dall’Ivass, Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni, durante la presentazione della “Relazione sull’attività svolta dall’Istituto nel 2020”. La documentazione, riguardante l’aggiornamento dei dati sul confronto tra Italia e i principali Paesi europei come Francia, Germania, Spagna e Regno Unito, ha fatto emergere la sostanziale discrepanza sul premio medio netto.

Il differenziale di prezzo è emerso dall’ultimo valore disponibile, quello relativo all’annualità 2019. Confortante è, in ogni caso, la riduzione del gap: nel 2011, la divergenza era di 206 euro a nostro svantaggio, diminuendo nel corso del tempo fino a scendere a valori inferiori alla metà di quelli di partenza. A pesare sul prezzo, secondo Ivass, è il costo medio dei sinistri, che in Italia è superiore di 88 euro rispetto alla media registrata nelle altre nazioni prese in esame.

Come fare per risparmiare?

Uno dei possibili strumenti per risparmiare sul costo della polizza, secondo l’Ivass, è quello del confronto tra i costi di stipula, affidandosi successivamente a un assicuratore diretto. È ciò che emerge nel bollettino Iper sul quarto trimestre 2020: sebbene tutti i canali distributivi abbiano registrato un calo del premio medio rispetto al quarto trimestre 2019, a godere maggiormente della riduzione dei prezzi è proprio il canale diretto.

La differenza tra le agenzie e le imprese dirette, sempre stando a quanto riportato dall’Istituto, si attesta a poco meno di 50 euro. Vista la semplicità e la rapidità di azione, il metodo potrebbe rivelarsi davvero efficiente per consentire ai consumatori di risparmiare sulle assicurazioni auto senza venire meno agli obblighi di legge.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti