Arriva la "botta" sulle auto aziendali: ecco cosa cambia sulle tasse

Mancano ancora dei chiarimenti da parte dell'Agenzia delle entrate, ma ciò che è certo è che la tassazione sarà strettamente connessa alle emissioni di CO2 del veicolo aziendale

Tasse in vista per le auto aziendali: il nuovo pacchetto di regole entrerà in vigore a partire da domani, mercoledì 1 luglio, e si prefissa di favorire le vetture meno inquinanti (con forti sgravi previsti per quelle elettriche o ibride) a discapito di quelle con maggiori emissioni.

Con dei punti già fissati dopo l'approvazione della legge di Bilancio 2020, il governo ha previsto, per quanto riguarda i nuovi contratti stipulati proprio a partire dal prossimo mese, una rimodulazione del cosiddetto fringe benefit da valutare su quei mezzi aziendali concessi in uso promiscuo ad amministratori della società o dipendenti: un uso, dunque, non esclusivamente lavorativo ma anche di tipo personale. Questa ridefinizione si baserà sul calcolo dei livelli di emissione di anidride carbonica che si basano sulle tabelle redatte dall'Aci.

Il calcolo del fringe benefit terrà sempre conto dei 15mila chilometri all'anno, tuttavia a partire dal 1 di luglio la tassazione chilometrica dovrà tenere conto anche delle emissioni inquinanti del veicolo in esame.

Tassazione che avrà una soglia minima del 25% (e non più del 30% come fino ad oggi), ma destinata unicamente a veicoli dal basso impatto ambientale, dunque vetture elettriche o ibride. Le auto inquinanti saranno dunque fortemente penalizzate, con costi relativamente contenuti per il resto del 2020 e con incrementi netti in previsione per il prossimo anno: si parla anche di rincari fino al 50-60% per tutti quei veicoli con emissioni di CO2 pari o superiori a 190 g/Km.

La rimodulazione prevista dovrebbe seguire questi parametri. 25% di tasse per vetture con emissioni di anidride carbonica inferiori a 60 g/Km. 30% di tasse per autovetture con emissioni di anidride carbonica comprese tra 61 g/Km e 160 g/Km. 40% di tasse (che salirà fino al 50% nel 2021) per autovetture con emissioni di anidride carbonica tra i 161 g/Km ed i 190 g/Km. 50% di tasse (che salirà fino al 60% nel 2021) per autovetture con emissioni di anidride carbonica dai 191 g/Km in su.

Si tenga presente che le nuove tabelle di tassazione previste per le auto aziendali concesse in uso promiscuo sono riferite esclusivamente a quei veicoli immatricolati a partire dal 1 gennaio del 2020 e per quelli che verranno destinati ad un socio/dipendente dell'azienda con contratti stipulati dal 1 di luglio del corrente anno. Non è, tuttavia, stato definito ancora con la dovuta precisione dall'Agenzia delle entrate se la data di applicazione del nuovo tariffario debba riferirsi all'avvenuto ordine del veicolo, alla sua consegna al dipendente od alla firma del contratto. L'unica cosa chiara è che fino al 30 giugno le auto in uso promiscuo continueranno ad essere interessate da una tassazione del 30% indipendentemente dalle emissioni.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

cgf

Mar, 30/06/2020 - 18:50

tra poco anche l'aria che si respira, sconti e cotillons solo dimostrando di fare la spesa alla COOP. No il festival dell'Unità non vale, non fanno gli scontrini.

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 01/07/2020 - 12:12

come previsto: appena sale la sinistra al governo, le tasse aumentano :-) ma questo non lo sapevate, vero babbei comunisti grulli? noooooo, cadono dalle nuvole pooooooooooveri :-)

xgerico

Mer, 01/07/2020 - 12:20

Offro cena a chi ha capito qualcosa con questo articolo!

cgf

Mer, 01/07/2020 - 12:28

Perché certe tasse sono "a senso unico"? sono costituzionali?

pv

Mer, 01/07/2020 - 12:31

"xgerico Mer, 01/07/2020 - 12:20 Offro cena a chi ha capito qualcosa con questo articolo!" Grazie per la cena ! Le societa' che offrono come benefit le auto aziendali a dipendenti e dirigenti, se danno auto inquinanti pagano molto di piu'. Se danno auto elettriche , ibride e che inquinano poco pagano molto meno. Era semplice da spiegare...

oracolodidelfo

Mer, 01/07/2020 - 12:34

Imbelli, inetti, incapaci: vi rendete conto che la gente è costretta a tenersi le auto più vecchie perchè non si può permettere di cambiarle? Dove vanno a prendere i soldi? Lo fate apposta. Non potendo cambiare auto i soldi per gli sgravi non verranno erogati. Pensate di aver fatto bella figura? Colpite ancora le auto aziendali? Ulteriore idiozia! Vedete di spostarvi con i mezzi pubblici come tutti i comuni italiani e non con le auto blù! Spudorati!

Ritratto di Contenextus

Contenextus

Mer, 01/07/2020 - 12:39

E perchè solo i veicoli aziendali?

Massimo Bernieri

Mer, 01/07/2020 - 12:41

In altri paesi auto aziendali hanno diversa tassazione.Perchè non si adegua Italia? Fanno aumenti perchè "ce lo chiede la Ue"per il tal bene che in altri paesi ha una tassazione più elevata ma il contrario mai?Rimetterà tutto a posto dopo le elezioni 2023 il centro destra?

pv

Mer, 01/07/2020 - 12:45

Poverini... pagheranno piu' tasse chi dara' come benefit ad es queste: 194 g/Km Land Rover DISCOVERY ...194 g/Km Audi RS3 Sportback ...220 g/Km Maserati LEVANTE 3.0 V6 D ...223 g/Km Porsche 911 Carrera S Cabriolet ...313 g/Km Maserati Levante 3.8 V8 Gts 530cv ...337 g/KmMaserati GRANCABRIO 4.7 V8 Sport .......... Non penso possa interessare il sovranista medio...

Ilsabbatico

Mer, 01/07/2020 - 12:46

Pazzesco! Quando ero ancora in Italia avevo l'auto aziendale e come qualsiasi Fringe benefit è sempre stata tassata (e non poco!). Ora vogliono aggiungere una ulteriore tassa sulla base dell'emissione CO2, che oltretutto proprio sulle auto aziendali che sono auto più o meno di un certo livello, sono superiori ai 190g/km.... Praticamente, non solo l'auto viene tassata per il reddito "virtuale" che crea al dipendente ma ora anche sulle emissioni!?!?!? .....ma sono tutti matti!!! Povera Italia.

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 01/07/2020 - 12:54

nerinaneri Mer, 01/07/2020 - 12:19,premesso che prima che vada in pensione passerà qualche decennio,tu non mi sembri di primo pelo!!!

mimmo1960

Mer, 01/07/2020 - 12:55

I paesi del nord europa investono miliardi sull'idrogeno come fonte pulita energetica mentre il nostro paese tassa il popolo anzichè investire per abbattere l'inquinamento, perchè noi siamo brutti e cattivi.

cgf

Mer, 01/07/2020 - 13:02

@Ilsabbatico e se monta le gomme 4 stagioni è ulteriormente tassato perché non ha incrementato il reddito del gommista.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Mer, 01/07/2020 - 13:03

Quanti babbei che non hanno capito che si parla solo di auto aziendali a partire da un certo oracolo ... La questione é banale. Cara azienda vuoi pagare un pezzo da stipendio al tuo personale risparmiando in tasse e contributi dandogli la macchina? Liberissimo, peró lo fai dandogli una macchina che inquina poco perché se pensi di dargli un SUV da 10 km/litro ti stango!

pv

Mer, 01/07/2020 - 13:04

Per chi non avesse ancora capito se l' azienda da' come benefit una Tesla elettrica paga poco, se da' una Porche inqinante paga tanto.

cgf

Mer, 01/07/2020 - 13:09

Auto aziendali di grossa cilindrata le hanno solo pochi poveri "ocarotti" che in questo modo si ritrovano nel mirino del fisco! Lo scopo di un'auto aziendale è molteplice e va ben oltre al fringe benefit. Spesso chi ha l'auto aziendale è proibito di usare altri mezzi, ho conosciuto dirigenti italiani di aziende multinazionali che hanno rinunciato alla moto sia come passione che come mezzo perché non potevano guidarla. Dovevano usare l'auto anche per andare in vacanza, i motivi sono ovvi, oltre alle assicurazioni, la certezza di un rientro in breve tempo, copertura sanitaria e zero problemi per manutenzione sono solo alcuni degl'aspetti. Le auto? oggi difficilmente superano 1600 di cilindrata, anche per i dirigenti.

churchill

Mer, 01/07/2020 - 13:13

In nome del globalismo climatista ci toglieranno tutto, inclusa la proprietà privata. La classe media verrà espropriata de distrutta e con lei libertà libertà individuale e la democrazia. Il mega stato collettivista e autoritario, braccio armato locale delle dittature globaliste EU e ONU governerà le vite di sudditi poveri e sottomesi: i cittadini un tempo sovrani.

cgf

Mer, 01/07/2020 - 13:15

@mimmo1960 Mer, 01/07/2020 - 12:55 È dagli inizi degli anni '80 che BMW, ma non solo, iniziò a sviluppare anche l'auto a idrogeno. Oggi vede auto ad idrogeno in giro? l'auto elettrica è nata dopo eppure… Uno dei motivi è che se tutti andassimo ad idrogeno, con gli scarichi pieni di vapore acqueo, aumenterebbero a dismisura sia la temperatura che l'umidità e le precipitazioni anche violente. Seguendo il Darwinismo avremmo presto le squame o le pinne per proteggersi da cotanta umidità.

nerinaneri

Mer, 01/07/2020 - 13:24

bandog: non andrò in pensione...capita...però, questa sera ho zumba...

Ilsabbatico

Mer, 01/07/2020 - 13:52

Signori però smettetela di parlare di Porsche o Ferrari o supercar in genere.... Una "normalissima" fiat tipo 1.4 tjet 120cv station wagon (che tra l'altro è gettonata tra le aziende come auto aziendale) e che ha emissioni per 162g/km , pagherà dal 2021 il 50%.....

Ilsabbatico

Mer, 01/07/2020 - 14:03

El presidente. Scusi ma non condivido il suo post. Una azienda privata italiana, che già è "tartassata" ai limiti dell'impossibile in Italia perché mai dovrebbe essere "stangata" in base alla autovettura che dà al dipendente visto che questa già è tassata in toto??? Ha pagato tasse all'acquisto , paga imposte di proprietà più alte, paga assicurazioni più alte, se consuma tanto paga ovviamente piú imposte sulla benzina, viene tassata come Fringe benefit al dipendente con tutti gli "annessi e connessi" anche per l'azienda e arriva lei che vuole "stangare" ulteriormente!!!???....oltretutto abbiamo visto e sappiamo tutti quanto le auto incidono nell'inquinamento!! Mi spiace per gli italiani dipendenti, ma fanno benissimo le aziende italiane a chiudere e venire all'estero. Fanno proprio bene!

barbarablu

Mer, 01/07/2020 - 14:06

@xgerico - il problema non è l'articolo è la norma... hanno provato a spiegare come sarà la nuova tassazione, ma quando la norma è incomprensibile diventa difficile!

barbarablu

Mer, 01/07/2020 - 14:10

@tutti quelli che pensano che dsia giusto... faccio loro presente che la tassazione del 30% non è poco! come fai a dare un'auto elettrica ad un commerciale che in un anno si fa 150/200 mila knm in giro per l'italia? cosa gli dai una panda???? devi dargli un'auto sicura, anche perchè se fa un incidente come azienda ti becchi anche il penale! comunque esistono anche di limiti di cilindrata se non lo sapete... ps di maserati come auto aziendali onestamente nella mia vita lavorative non ne ho viste molte, forse l'AD di una grossa società... ma ne dubito

mimmo1960

Mer, 01/07/2020 - 14:15

Per cgf. Il nuovo 'petrolio' è l'idrogeno, la Germania sta investendo 9 miliardi di euro, il paese vuole essere un leader mondiale nella produzione di questo carburante, che potrebbe alimentare industrie e mezzi di trasporto.Il governo francese finanzierà con 100 milioni di euro la filiera nazionale dell’idrogeno verde e la realizzazione di 50mila veicoli a fuel cell entro il 2028. Alcuni paesi, tra cui Paesi Bassi, Australia e Portogallo, Norvegia, Svezia e Regno Unito hanno già iniziato a investire in questa tecnologia. Alcune case automobilistiche europee, asiatiche e americane producono già i veicoli a idrogeno. In Germania attualmente ci sono 15 distributori a idrogeno a fine anno 50 distributori il prossimo anno ancora di piu'. Fate solo chiacchiere, ci state portando indietro, gli altri si evolvono e noi pensiamo all'accoglienza.

ItaliaSvegliati

Mer, 01/07/2020 - 14:51

Come sempre la legge dei radical chick, chi non ha soldi per comperare un'auto nuova paga di più rispetto i radical chick con il rolex che girano in macchine nuove di lusso!!! Komunisti di.....

Ritratto di old_nickname

old_nickname

Mer, 01/07/2020 - 15:07

Quindi deduciamo che l'energia elettrica che carica le auto viene prodotta senza emettere CO2, giusto? Le centrali a gasolio, carbone e gas non emettono anidride carbonica per la frazione di elettricità che caricherà le batterie (delle auto). È un'invenzione degna del genio italico, spero venga ben tutelata e che nessuno ce la rubi perchè è certamente il futuro dell'approvvigionamento. (prima che qualche telebaniciuto cominci a schiumare ricordo che in Italia circa il 70% dell'elettricità è prodotto da combustibili fossili e solo il 30 da rinnovabili. I quesiti sono: quanta energia pulita assorbono i veicoli elettrici dal totale della produzione? Quanto spreco si accumula nel trasporto da centrale a distributore? Perchè si tassa solo la CO2 prodotta in loco e non anche quella a distanza?).

mimmo1960

Mer, 01/07/2020 - 16:00

Per old_nickname. I migranti aumentano, costano sempre di piu'. tassare, tassare!!

Ritratto di anticalcio

anticalcio

Mer, 01/07/2020 - 17:05

eccollilla'..sempre pronti a tassare le auto..ma se una azienda ha auto vecchie,vuol dire che non puo' permettersi di sostituirla!! geni delle finanze,non ci arrivate??

oracolodidelfo

Mer, 01/07/2020 - 18:09

cgf 13,15 - auto a idrogeno non ne ho viste, però quattro anni fa, sul Passo Rolle, ho visto un bus di linea ad idrogeno.......

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 01/07/2020 - 18:15

@xgerico - Tieniti i soldi e studia. Almen onon commentare.

jaguar

Mer, 01/07/2020 - 18:59

Aziendale o no l'auto in Italia è tartassata da sempre. La voracità dello stato italiano non ha eguali al mondo.

cgf

Mer, 01/07/2020 - 19:45

@mimmo1960 Mer, 01/07/2020 - 14:15 & oracolodidelfo Mer, 01/07/2020 - 18:09 Dei PROTOTIPI non significa produzione. È 30 anni che investono, ma in 30 anni non si è visto nulla di ACQUISTABILE dal concessionario. Riguardo ai cambi climatici con maggiore umidità e aumento precipitazioni sia in frequenza che violenza, è stato riscontrato anche là dove sono presenti i reattori nucleari che ogni giorno immettono dell'innocuo vapore, ma in quantità. Provate a pensare il parco circolante che emette ovunque tanto vapore quanto migliaia di centrali.