Da lunedì online il 730 precompilato: è corsa per avere gli accrediti in busta paga a luglio. Ecco tutte le novità

Da lunedì si potranno scaricare i modelli precompilati dal sito dell'Agenzia delle entrate, ecco tutto quello che c'è da sapere

Da lunedì online il 730 precompilato: è corsa per avere gli accrediti in busta paga a luglio. Ecco tutte le novità

A partire dal prossimo lunedì sarà possibile scaricare dal portale online di Agenzia delle entrate i documenti con inseriti già all'interno tutti i dati di cui il Fisco è in possesso e cominciare così con l'invio della dichiarazione dei redditi precompilata di cui tanto è stato detto nei mesi scorsi.

Dal 31 maggio, inoltre, gli stessi contribuenti in possesso di Spid o Carta d'identità elettronica potranno modificare e inviare la loro dichiarazione direttamente dal computer che hanno a casa, senza necessità di rivolgersi ad altri enti. Non solo. Sarà anche possibile gestire la pratica di un familiare. Sempre per snellire le operazioni e renderle più semplici a chi ha poca dimestichezza con la tecnologia, da ieri è possibile delegare una persona di fiducia per la consultazione del cassetto fiscale, la richiesta della tessera sanitaria o il controllo dei dati catastali o ipotecari. Per avere la delega, basta ricordare che deve trattarsi del coniuge o di un parente entro il quarto grado. La comunicazione deve essere data online tramite un modello presente sul sito dell'Agenzia, avendo cura di allegare anche una copia della carta d'identità del delegato. Se si vuole invece scegliere un non familiare, allora sarà necessario recarsi in un ufficio dell'Agenzia delle entrate per effettuare il riconoscimento.

Tornando alla dichiarazione dei redditi, i modelli dovranno essere inviati entro il 30 settembre per quanto riguarda coloro che vogliono presentare il 730. Per chi impiega l'applicazione Redditi web destinata a coloro che percepiscono redditi di impresa o da lavoro autonomo, la scadenza è invece fissata al 30 novembre.

Al momento, Agenzia delle entrate ha già inserito nei modelli precompilati circa 1 miliardo e 200 milioni di dati, utilizzando le informazioni in suo possesso. Aumentato considerevolmente il numero dei cittadini che hanno inviato i modelli, arrivando alla cifra di 4,2 milioni del 2021.

"La dichiarazione precompilata si arricchisce ogni anno di ulteriori dati e si conferma un'utile semplificazione: infatti non solo facilita gli adempimenti, ma rappresenta anche una garanzia per il contribuente", ha spiegato a Il Messaggero Ernesto Maria Ruffini, direttore dell'Agenzia delle entrate. Analizzando i numeri recenti, Ruffini ha affermato che ultimamente si è registrata una maggiore familiarità dei contribuenti nei confronti di questo nuovo strumento messo a disposizione.

Altro dato a cui prestare attenzione è il fatto che nel 2021 circa il 22,3% dei 730 è stato inviato senza alcuna modifica. Ad oggi, però, i numeri sono in aumento. Si parla, nello specifico, di informazioni relative a spese sanitarie, cresciute del 40%, bonifici per ristrutturazioni, cresciuti del 36%, e contributi lavoratori domestici, aumentati del 14%. sono le spese scolastiche, tuttavia, ad aver riportato i maggiori aumenti, passando dalle 4.600 del 2021 a 458mila.

Commenti