Botta sui pensionati all'estero. La casa è nel mirino del Fisco

Lo ha annunciato il deputato della Lega Simone Billi: “Il governo giallorosso ha introdotto l'Imu sulla prima casa anche per i pensionati esteri”

Il governo giallorosso ha introdotto l'Imu sulla prima casa anche per i pensionati esteri, o meglio ne ha abolito l'esenzione.

La conferma, secondo quanto dichiarato dal deputato della Lega, Simone Billi, arriva da Massimo Ungaro di Italia Viva: “Lo ringrazio per l'obiettività con la quale ha risposto alle mie dichiarazioni. Lui stesso ammette come questo Governo giallo-rosso abbia introdotto l'Imu sulla prima casa anche per i pensionati esteri. Ungaro non ha che confermato quello che già ieri avevo sottolineato e cioè che il governo PD, Italia Viva e M5S, ha realizzato l'abolizione dell'esenzione IMU per i pensionati esteri”.

Ma i cittadini che risiedono all'estero devono obbligatoriamente pagare Imu e Tasi per i loro immobili in Italia? Cerchiamo di capirlo passando in rassegna le normative vigenti.

Innanzitutto, come ricorda Money.it, secondo i dati dell'Aire (Anagrafe degli italiani residenti all'estero), molti italiani residenti al di fuori dei confini nazionali possiedono almeno un'abitazione nel loro Paese di origine.

L'Imu all'estero

Per quanto riguarda l'Imu, gli italiani residenti all'estero sono obbligati a pagare l'imposta sull'immobile o sugli immobili in loro possesso a meno che non siano iscritti all'Aire e pensionati nello Stato estero dove si ha la residenza.

L'Aire parla chiaro: “L’immobile in Italia si può considerare Abitazione principale (e quindi esente Imu) solo se si è pensionati nello Stato estero di residenza e con pensione rilasciata dallo stesso Stato estero”. Solo e soltanto in questo caso si ha diritto alla completa esenzione del versamento dell'imposta sulla prima casa.

L'articolo 9-bis della legge n.80/2014 ha eliminato la possibilità di “dichiarare l'abitazione italiana come prima casa da parte dei pensionati in Italia residenti all'estero” così come per “i cittadini italiani che risiedono in un altro Stato”.

A partire dall'anno 2015 – recita la norma citata - è considerata direttamente adibita ad abitazione principale una ed una sola unita’ immobiliare posseduta dai cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato e iscritti all’Anagrafe degli italiani residenti all’estero (Aire), già pensionati nei rispettivi Paesi di residenza, a titolo di proprietà o di usufrutto in Italia, a condizione che non risulti locata o data in comodato d’uso”.

Dunque, chi non rientra nell'esenzione deve mettere mano al portafoglio perché l'immobile sul territorio italiano di un cittadino italiano residente all'estero è considerato una seconda abitazione a tutti gli effetti.

La Tasi all'estero

Passiamo adesso alla Tasi. I cittadini italiani residenti all'estero devono pagarla perché non ci sono normative che ne prevedono l'esenzione per gli iscritti all'Aire. C'è però una riduzione da considerare: spetta ai pensionati, sempre iscritti all'Aire, che ricevono la pensione dallo Stato estero di residenza.

Dunque, ricapitolando, fin qui i pensionati residenti all'estero che ricevono la pensione dallo Stato estero di residenza sono esenti dall'Imu e godono di una riduzione della Tasi, così come per la Tari. La riduzione ammonta a due terzi dell'imposta.

Dal momento che anche i pensionati esteri dovranno presto pagare l'Imu sulla prima casa in Italia, è bene ricordare come avviene il pagamento. Lo si può fare tramite bonifico bancario al Comune di riferimento entro il termine di scadenza dell'acconto. Le coordinate possono essere richieste presso l'Ufficio Tributi del Comune in cui è situato l'immobile.

Commenti
Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Mer, 22/01/2020 - 14:22

Oh no, POVERETTI!! Percepiscono soldi pubblici e li spendono per contribuire alla crescita economica di altri paesi, ma chiedere loro di pagare tasse su una "prima casa" che tale non è equivale a una STANGATA! Dovremmo imporre una soprattassa a tutti gli under-60 per finanziare gente come quel commentatore che viene sempre qui a sfottere perché lui non vive in Italia ma campa a spese degli italiani.

bernardo47

Mer, 22/01/2020 - 14:29

chi sia residente all'estero, con abitazione(in proprieta' o in affitto) in quello stato......e abbia la proprieta' di una casa in italia, e' evidente che quella in italia risulta seconda casa.....Non vedo il problema. Gia' ora e' cosi' per italiani residenti nel nostro paese. Chi viva in italia anche in affitto e abbia la proprieta' di una casa in italia, soggiace a IMU sulla casa di proprieta' che diventa seconda casa...

Massimo Bernieri

Mer, 22/01/2020 - 14:29

Dai sondaggi che leggo sulle percentuali dei partiti,nel 2023 il governo diverso da questo abolirà questa legge e tutte le altre fatte ora.Poi come già detto:la casa è un bene registrato ovvero,si sa la proprietà pertanto a parte la prima casa dove si vive,non a seconde case eccetto in zone di pregio tipo Cortina tanto per fare un nome dove ogni anno il valore aumenta e la vendi all'istante e pertanto va visto come investimento dove paghi imposte sulle plus valenze mentre per la seconda casa si configura una patrimoniale.

lorenzovan

Mer, 22/01/2020 - 14:47

quintus sertorius ..se ti riferisci a me cadi male..io vivo con i soldi guadagnati in Olanda e Portogallo..con il mio lavoro da imprenditore immobiliare e le mie pensioni(contribuitive e a 65 anni..) sono olandesi e portoghese..di italiano ho solo la memoria e l'amore per il mio paese ( ma non per gli itaGGGGlioti)

maurizio-macold

Mer, 22/01/2020 - 14:53

A me sembra un provvedimento giusto.

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 22/01/2020 - 14:54

è falsoooo!er ministro chitarrista ha detto che non ha aumentato le tasse,anzi le ha abbassate....in momento non era quello che ha abbassato la cedolare secca,dopo averla aumentata nella sua teca cranica???

Una-mattina-mi-...

Mer, 22/01/2020 - 15:03

E GLI STRANIERI, COME I MIEI VICINI UCRAINI, CINESI E DOMINICANI, CHE SI VANTANO DI AVERE CASE NEI LORO PAESI, MA HANNO ACQUISTATO IMMOBILI IN ITALIA USUFRUENDO DI PRIVILEGI FISCALI DELLA "PRIMA CASA" INGIUSTAMENTE CONFERITI, DOVE LI METTIAMO?

audionova

Mer, 22/01/2020 - 15:14

basta venderla come ho fatto io,anche perche' se sei iscritto all'aire non hai diritto alla sanita' in italia e,perche' se sei pensionato pubblico a differenza dei pensionati del privato si continua a pagare le tasse in italia.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 22/01/2020 - 15:16

Quintus Sertorius carissimo 14e22,"quel commentatore che viene sempre qui a sfottere" ha iniziato a lavorare in Italia all'eta di 14 anni alla catena di montaggio, studiando di sera. Quindi la sua pensione e fatta di VERI e non FIGURATIVI contributi. Ed ancora oggi dopo quasi 20 anni che NON vive piu in Italia,si vede trattenere direttamente dall'INPS, qualcosa come 20 MILA €uroo anno di IRPEF, pur NON SFRUTTANDO piu niente in Italia!!! "A spese degli Italiani" ci campi Tu e le RISORSE con i miei 20 MILA di IRPEF a proposito tu quanti ne paghi!!! AUGH.

Ritratto di faman

faman

Mer, 22/01/2020 - 15:19

Il solito titolone: botta ai pensionati all'estero, tutto sommato mi sembra abbastanza giusto, non ci vedo niente di scandaloso. Se vivono all'estero, una casa laggiù ce l'hanno e quella in Italia diventa una seconda casa.

gigi0000

Mer, 22/01/2020 - 15:20

Il pensionato residente all'estero normalmente gode di esenzione fiscale sulla pensione percepita, traendone indubbio vantaggio, non abita la casa italiana e, a mio modesto avviso, non credo possa ritenersi prima casa. Ergo l'Imu, tasi, ecc. dovrebbero essergli addebitate. Oppure stiamo disquisendo di botte piena e moglie ubriaca.

Gattagrigia

Mer, 22/01/2020 - 15:27

QuintusSartorius, se un Italiano risiede e lavora all’estero, non versa i contributi per la pensione in Italia, ma al paese che lo ospita. Alla fine della carriera lavorativa percepirà la pensione dall’ente al quale ha versato i contributi, quindi del paese ospitante. Non prende soldi pubblici italiani.

diegom13

Mer, 22/01/2020 - 15:30

@quintus_sertorius: non ha capito niente. Non si tratta né di soldi pubblici né di pensioni italiane, ma di gente che è andata a lavorare all'estero e lì ha maturato la propria pensione. Di solito viene tassata la loro casa all'estero, perché quasi ovunque c'è la patrimoniale che il pensionato italiano non paga. Quindi si evitava la doppia imposizione ai pensionati che avevano mantenuto nel paese d'origine l'abitazione di famiglia.

Gattagrigia

Mer, 22/01/2020 - 15:33

Se invece vive all’estero, ma percepisce una pensione italiana, quindi tassata dall’Italia, paga l’IMU. L’abolizione dell’esenzione è corretta perché discriminava i lavoratori Aire all’estero, che se in possesso di un immobile in Italia veniva tassato come seconda casa

Antibuonisti

Mer, 22/01/2020 - 15:37

vediamola cosi': gli italiani saranno sempre tartassati ovunque vivano mentre gli stranieri , anche se clandestini e magari ricchi nel loro paese, pieni di benefici. governo da schifo !!!!!!

bernardo47

Mer, 22/01/2020 - 15:37

Chi risiede a estero e ha casa di proprietà in Italia,sa che quella in Italia diventa seconda casa e paga imu......come già avviene per italiani residenti in Italia. Dove è il problema?

Ritratto di ex finiano

ex finiano

Mer, 22/01/2020 - 16:20

E questi alle prossime politiche glielo daranno il voto?

attilio.55

Mer, 22/01/2020 - 16:33

Molti residenti all’estero venderanno la casa in Italia, contribuendo a deprimere il mercato immobiliare. Nessuno dovrebbe pagare quel pizzo che si chiama IMU, causa principale della persistente stagnazione italiana. Ogni anno oltre 25 miliardi sono estorti ai cittadini per dirottarli nel buco nero del bilancio statale. Come tutte le patrimoniali deprimono i consumi più di altre imposte perché per il timore non poter pagare e quindi perdere il bene si accantonano somme per gli anni futuri che altrimenti farebbero girare l’economia del paese.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 22/01/2020 - 16:45

gigi 4 zero 15e20, informati meglio!! NON tutti i pensionati Italiani residenti all'estero godono di esenzione fiscale sulla pensione. Solo quelli che vivono negli 89 paesi CONVENZIONATI lo GODONO!! Tutti gli altri che vivono in uno dei 103 paesi NON CONVENZIONATI pagano L'IRPEF (viene trattenuta direttamente dall'INPS) sul reddito da pensione. Io per esempio sono quasi 20 anni che mi vedo trattenere quasi 20 MILA €uroo anno!! Ed e INGIUSTO perche ,O TUTTI o NESSUNO, altrimenti NON siamo tutti UGUALI COME "RECITA" LA COSTITUZIONE PIU BELLA DEL MONDO CHE VOI SINISTRI TANTO DECANTATE!! AUGH.

bernardo47

Mer, 22/01/2020 - 17:01

strumentalizzazioni sul nulla queste....

lupo1963

Mer, 22/01/2020 - 17:17

@lorenzo L’amore riservalo alle grandi opere d’arte lasciateci dai Romani , dal Medioevo e dal Rinascimento , per il resto hai fatto bene ad andartene via .E ti garantisco che non è colpa di Salvini e della Destra , come a volte sembri credere .Non che siano un gran che , è quello che passa il convento...Ma ti garantisco, e ci vivessi a contatto probabilmente penseresti lo stesso, che il resto è molto, ma molto, ma molto peggio...

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 22/01/2020 - 18:26

@attilio.55 - coscritto, hai ragione. Ma qui, quell iche puzzano di sinisrto, sono vecchietti che hanno lavorato poco e hanno percepito la pensione per molto. E vogliono fare la morale agli alrti, a quelli che hanno lavorato davvero per almeno il triplo dei loro anni figurativi (perchè dire lavorativi sarebbe un insulto).

caren

Mer, 22/01/2020 - 18:38

Intanto va detto che le tasse sulla casa, sono assolutamente ingiuste, poiché, per dirla in parole povere, la casa l'ho comprata coi miei soldi e non quelli dello stato, che poi si autonomina comproprietario, incassando indebitamente.

sparviero51

Mer, 22/01/2020 - 19:02

Attilio.55 : PERFETTAMENTE D’ACCORDO .L’IMU È UNA TASSA GIACOBINA MESSA DA BALORDI !!!

lorenzovan

Mer, 22/01/2020 - 19:23

lupo 63 ...quando me ne sono andato via..nel lontanissiomo 65..Salvini anvora non era nato e la lega neppure..ma quello che c'era ..era pessimo..sia pur in altra maniera...un sistema ipocrita..ingessato..buonpensante e baciapile..la DC collegata ai resti del fascismo..reintegrati nel 48 grazie al "migliore" dei trinariuciuti...e una opposizione da operetta..solo capace di far demagogia e pensar a riempirsi le tasche...

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 22/01/2020 - 19:24

Ma sempre con questa storia che chi ha di più paghi di più. Ne ha acquistate 2 , 3, 10 avrà pagato le tasse di irpef maggiori di colui che ha percepito di meno, con le case o appartamenti ci avrà pagato tasse notai registri e quant'altro ed allora cosa volete di più. E' più giusto che paghino tutti con una percentuale minore, am tutti. Ma perchè chi ha la proma casa non usufruisce dei servizi, strade, luce, ed altri servizi? Non è che essendo la prima casa siano fantasmi. Ma ringraziate voi comunisti che li hanno investiti in case, facendo lavorare la gente, non come tanti che li hanno "investiti" in putxxxxe ed a godersene sono i papponi dell'est, che li investono fuori Italia. Ma possibile questo accanimento con chi crea lavoro? Ecco dategli a quelli del rdc che ve lo fanno vedere loro, la crescita.

Robdx

Mer, 22/01/2020 - 19:24

Visto che me lo aspettavo ho fatto bene a venderla,oramai non sanno più cosa tassare,ciò che é certo é che questo creerà un’ulteriore svalutazione del mercato immobiliare.Ma cosa ne possono sapere di tutto ciò i sinistri

DRAGONI

Mer, 22/01/2020 - 19:35

I pensionati all'estero dovrebbero arruolarsi nella Legione straniera per non essere colpiti dal famewlico fisco .

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mer, 22/01/2020 - 19:38

Con quello che risparmiano risiedendo all'estero pure un pensionato sociale potrebbe permettersi di pagare l'IMU e s.m. al fisco italiano.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mer, 22/01/2020 - 19:48

@hernando45 16.45: vale proprio il detto: LIBERTÀ O CARA ... QUANTO MI COSTI ... ma non lo dica ai nostri "cari membri dell'Emiciclo" ... si agiterebbero troppo con il rischio di rovesciare la zattera su cui si appoggiano simil naufraghi in "torbido vasto pelago". Ossequi.

disturbatore

Mer, 22/01/2020 - 19:56

Metti il caso che un cittadino italiano emigrato da giovane all´estero abbia investito tutti i risparmi su quella casa in Italia .Con tanti sacrifici ,senza mai fare vacanze ed oggi ad un passo dalla pensione si trova a dover sopportare un ulteriore carico per finanziare il fisco che preso alla gola da Bruxelles e Berlino , gli vorrebbero togliere anche quel sogno divenuto realta´. Nella vita privata sarebbe un crimine contro l´umanita´, ma pare che i burocrati europei questo sia solo l´inizio

pinco.grifo

Mer, 22/01/2020 - 20:11

Siamo al paradosso. I clandestini che ottengono permesso di soggiorno non fanno l' isee e se tornano al loro.paese lo stato italiano gli rida i contributi pagati mentre noi li perdiamo. Razzismo al contrario

Ritratto di Nahum

Nahum

Mer, 22/01/2020 - 20:14

Ma non vi vergognate! Pochi privilegiati... non vi scappa nessun pretesto per criticare il governo !

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Mer, 22/01/2020 - 20:46

@lorenzovan No, tranquillo. L'uomo in questione è saltato fuori, quando si parla di pensione c'è sempre. "Jajajajaja".

pardinant

Mer, 22/01/2020 - 21:39

In teoria potrebbe essere anche giusto, ma in pratica no! Si dimenticano che le nostre pensioni sono sempre più da fame e senza alcuna vera possibilità di rivalutazione e presto per sopravvivere ogni pensionato potrebbe essere costretto ad andarsene in un Paese dove la vita è meno cara. In pratica temo che sia solo un mezzo per raccattare qualche spicciolo da sperperare e un altro colpo all'edilizia con immissione sul mercato di ulteriori fabbricati in svendita di residenti all'estero sempre più motivati a restarci, e farà impoverire tutti. Al momento le cose vanno così, quando i comunisti sono al potere l'economia crolla e questo ce lo hanno insegnato i paesi dell'Est con la loro economia socialista a confronto di quella "capitalista" successiva

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Gio, 23/01/2020 - 08:36

@Una-mattina-mi-...E dove vuole metterli? Li lasci là, per diritto e logica hanno tutto il titolo di chiedere l'esenzione per la casa in Italia in cui risiedono stabilmente e al massimo sarebbe un problema dei paesi di provenienza che probabilmente neanche hanno un meccanismo come il nostro. Certo, bisognerebbe avere capito di cosa si parla ma lei evidentemente non l'ha fatto ...

gigi0000

Gio, 23/01/2020 - 09:52

@ hernando45 h 16,45 - i pensionati minimi in Italia hanno pensioni di 500€/mese e tu, come molti altri che si lamentano, 10 volte tanto. Non credo che vi siano molti pensionati al minimo che risiedano all'estero, poiché per loro sarebbe già un problema pagarsi il biglietto aereo. Nessuno ti ha obbligato a sceglierti il paese in cui vivi, evidentemente anche per convenienza economica, oltre che per l'attività che svolgi, quindi non hai alcun diritto di lamentarti se mai dovessi pagare qualche imposta sui beni immobili qui posseduti e tenuti a disposizione.

bernardo47

Gio, 23/01/2020 - 10:41

Strumentalizzazioni sciocche per incompetenti. Sono solo barzellette!

Papilla47

Gio, 23/01/2020 - 10:41

Una volta i parlamentari studiavano come migliorare la vita degli italiani per non farli incavolare per i loro privilegi e ruberie. Oggi che scarseggiano i fondi per mantenere intatto il loro stato si ritrovano inventori di tasse e studiano la materia giorno e notte. Domani ci dimezzeranno stipendio e pensioni e più avanti ci toglieranno ogni cosa. Amen