Superbonus, il piano anti-truffe: ecco i nuovi prezzi

Il ministro della Transizione Ecologica Cingolani avrebbe firmato il nuovo schema di decreto che determinerà i nuovi prezzi dei lavori in edilizia

Superbonus, il piano anti-truffe: ecco i nuovi prezzi

Prezziari aggiornati annualmente e 35 voci riguardanti i lavori con il superbonus 110%.

Sono queste alcune delle principali novità introdotte dal Ministero della Transizione Ecologica con il decreto prezzari di cui ItaliaOggi ha dato notizia in anteprima il un articolo di stamattina. Il documento sarà i quadro di riferimento a cui tutti i professionisti e le imprese dovranno attenersi per orientarsi nei lavori edili a partire da quelli agevolati riguardanti il superbonus 110%.

Difatti, come ricordato in un precedente articolo de IlGiornale.It, la questione dei prezzi dei lavori fatti attraverso i vari bonus presenti aveva destato più di qualche preoccupazione e grattacapo al Governo con parte dell'esecutivo a partire dal premier Draghi, che pensava addirittura di chiudere la sperimentazione pur di tenere a bada l'aumento incontrollato dei prezzi legati ai lavori edili fatti.

La riconferma del 110% ha nei fatti tenuto la questione calmieramento prezzi ancora aperta sino a questo decreto del MiTE che dovrebbe stoppare i furbetti. Difatti, solo nel caso in cui non vi sia il superamento dei costi rispetto alle cifre massime determinate nel decreto, si avrà l'effettiva possibilità di accedere alle agevolazioni fiscali mentre, per la parte eccedente il bonus non sarà valido.

Il decreto, secondo le anticipazioni di ItaliaOggi, sarà suddiviso in 5 articoli più un allegato contenete i massimali delle voci di costo che saranno applicati dopo 30 giorni dalla pubblicazione in gazzetta ufficiale. Il ministero avrebbe valutato, logicamente, anche i rincari derivanti dall'aumento dei prezzi delle materie prime.

Dunque un po’ di margine ci sarà fermo restando, però, il rispetto dei costi massimi applicabili che dovranno essere asseverate (verifica della congruità della spesa) dal tecnico abilitato per l'ottenimento delle detrazioni fiscali concedibili.

Ad esempio, per gli interventi del cosiddetto cappotto, si andrà da un minimo di 240 euro ad un massimo di 295 a seconda della tipologia di parete e di zona climatica mentre per l'isolamento dei pavimenti esterni il prezzo dovrà essere compreso entro 155m2, Interno/terreno 170m2.

Per tutte quelle tipologie di intervento che non sono state esplicitamente previste nell'Allegato A, l'asseverazione riguarderà il rispetto dei costi massimi specifici calcolati attraverso il prezziario predisposto della Regioni e Province Autonome o dalle camere di commercio in cui è localizzato l'intervento.

Attenzione però, l'applicazione del nuovo prezziario non dovrebbe essere retroattivo e quindi riguarderà quanto realizzato successivamente i 30 giorni dalla pubblicazione in gazzetta Ufficiale del Decreto.

I costi comprenderanno prestazioni professionali, fornitura, installazione, messa in opera e in alcuni casi dismissione, e IVA.

Commenti