Valanga virus sulle pensioni. Ecco i tagli fascia per fascia

Con il calo del Pil cambieranno anche gli importi previdenziali per chi lascia il lavoro. I calcoli su 4 fasce d'età.

Le pensioni andranno incontro a riduzioni, specialmente per i lavoratori che sceglieranno il pensionamento anticipato. Oltre al Covid, i cambiamenti più importanti saranno dovuti alla revisione dei coefficienti, in vigore dal 1° gennaio 2021 per l'applicazione del metodo contributivo stabilito dall'Inps.

Insomma, addio agevolazioni. Tra l'inoccupazione ed il drastico calo del Pil ormai certo per l'anno in corso, la situazione che si verrà a creare a lungo termine non è delle migliori. IlSole24ore ha riportato alcune simulazioni di quello che accadrà a quattro fasce d'età diverse, 30, 40, 50 e 60 anni di età al primo gennaio dell'anno in corso.

La simulazione per fasce d'età

Per tutti loro, che hanno una retribuzione lorda di partenza di 15mila euro ogni anno, è stata ipotizzata una prima iscrizione Inps all'età di 25 anni ed un pensionamento a 67 con un'ultima retribuzione lorda pari a 30mila euro, ipotizzando quindi un incremento contributivo lungo il corso degli anni.

Come cambiano le pensioni

Se venisse considerata l'ipotetica pensione pre-Covid, in base all'età, la cifra annua lorda sarebbe compresa tra i 20.305 ai 23.264 euro. In seguito, è stato proiettato il tutto introducendo i nuovi coefficienti di conversione, l'impatto della riduzione del Pil ipotizzando un calo del 10% ed una crescita futura di 1% l'anno.

L'articolo 5, comma 1, del Dl 65/2015 ci dice che "il coefficiente di rivalutazione del montante contributivo non può essere inferiore a uno, salvo recupero da effettuare sulle rivalutazioni successive". Quindi, la perdita di quest'anno sarà lentamente assorbita in quelli successivi. Nella simulazione, poi, è stato inserito l'effetto di un'eventuale disoccupazione di sei mesi: l'effetto più rilevante sulla prestazione finale è stato determinato dalla riduzione del Pil, che comporta per i quattro lavoratori una prestazione di circa il 4%. L'impatto del mancato versamento dei contibuti è minimo (1%), ancora meno la revisione dei coefficienti (0,5%).

Calo complessivo del 5,5%

Unendo le tre voci, però, si vede che i poveri pensionati perderanno il 5,5% dell'importo pensionistico, che è l'effetto complessivo di tutti e tre gli eventi sopra descritti. Non sono briciole. La cosa preoccupante è che questo sistema, nei prossimi anni, dovrà restituire quanto tolto a causa della crisi ma facendo molta attenzione alle risorse disponibili, che non sono illimitate.

La previdenza complementare (un sistema di fondi pensione e assicurazioni private) sarà sempre più portata a svolgere un ruolo fondamentale anche se il Covid-19 ha comportato anche alcune forti criticità per i fondi pensione. Insomma, la pandemia ci lascia in eredità l'insegnamento che, anche nel settore previdenziale, la diversificazione del rischio (gli investimenti in strumenti finanziari diversi) in casi come questi diventa fondamentale.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

paolo65

Gio, 25/06/2020 - 10:24

Continua la serie di articoli (solitamente copia e incolla dal Sole24ore...) terrorizzantie e con poco fondamento... "I poveri pensionati"... Certo con i governi del vostro padrone poveri lo sono diventati davvero... Fatela finita.

moichiodi

Gio, 25/06/2020 - 10:30

Al lupo! Al lupo! Al lupo! Ogni giorno la stessa storia

bernardo47

Gio, 25/06/2020 - 11:13

Le pensioni vengono sopratutto falcidiate dopo, quando le persone sono già in pensione,in quanto la rivalutazione delle stesse è ben inferiore al tasso di inflazione e infatti in una decina di anni, hanno perso il 10/15% del loro valore originario. Questione da risolvere! Fu risolta con la sentenza costituzionale 70/15,ma il sig.renzi,fece anche in quel caso lo sciocchino,non applicandola nella sostanza e derubando milioni di pensionati italiani. Ha incassato alla grandissima anche dai pensionati,infatti,sta al 2%.......

RicB

Gio, 25/06/2020 - 11:22

Su che base si terrorizza la gente, su ipotesi?

jaguar

Gio, 25/06/2020 - 11:24

Non è un mistero che viviamo in un paese di ladri.

Savoiardo

Gio, 25/06/2020 - 11:24

Lavorare di piu' turni h24 7/7 alla faccia di Landini e arriveta' un nuovo miracolo economico.

Mborsa

Gio, 25/06/2020 - 11:24

Le pensioni sono un prestito irredimibile allo stato: sai per certo l'importo versato, ma il tasso di rivalutazione e il rendimento vengono fissati dal debitore in base a criteri di sostenibilità generale dell'INPS. E' un sistema iniquo per coloro che versano i contributi e molto favorevole per coloro che non li versano: la solidarietà fatta a spese dei pensionati anziché a spese della fiscalità generale è un furto di stato!

agosvac

Gio, 25/06/2020 - 12:00

Non sarei contrario alla previdenza privata ma solo nel caso in cui lo Stato, anzi questo Governo farlocco, togliesse del tutto le trattenute che invece sono obbligatorie. Ognuno sarebbe libero di crearsi il proprio Fondo pensioni rivolgendosi alle assicurazioni. Di sicuro alla fine del periodo lavorativo ogni lavoratore prenderebbe, di pensione, molto di più di quanto dà l'INPS che utilizza i soldi degli italiani per pagare le pensioni senza alcuna contribuzione: è una specie di organizzazione illegale che ruba i soldi dei lavoratori per pagare spese del Governo. Non per niente l'INPS che fino a pochi anni fa era in totale parità di bilancio, oggi è in enorme deficit.

oracolodidelfo

Gio, 25/06/2020 - 12:16

Si calcoli anche che, come da dati ufficiali, la speranza di vita, post Covid19, è calata di 2 anni e nella Lombardia di 6. Come la mettiamo? In Lombardia si va in pensione prima?

geronimo1

Gio, 25/06/2020 - 14:08

oracolodidelfo ore 12:16 Sei il primo che associa il COVID 19 alla aspettativa di vita. Me lo stavo chiedendo dall' inizio quali ripercussioni vi sarebbero state...... Non so la fonte dei tuoi dai (mi sembrano in effetti tanti (troppi...) due anni su base nazionale e sei in Lombarda...) ma scommetterei che al momento dell' adeguamento ci sara' un aumento poiche' la vita media (dei pensionati NDR, perche' solo quelli valgono sulla statistica, ovvero solo i percettori di pensione...) risultera' aumentata su basi oggettive... Al che viene da chiedersi se sui risibili numeri di decessi siano state effettuate le prove generali di dittatura, ben riuscite vista la coglioneria che ha contraddistinto i sudditi del Bel Paese....... Tra poco saremo tutti invitati ad andare nelle piazze a sedere nudo....

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 25/06/2020 - 14:25

@bernardo47 le pensioni, già stratosferiche le vostre, che avete pagato poco per pochi anni e prendete tanto per tanti anni, più d iquanto avete versato, non hanno aummenti che t uvorresti ancora stratosferici, quando l'inflazione è sotto all' 1 %. Mentre chi va in pensione ora, ha lavorato da i20 ai 30 anni più di te, prende meno e per molti meno anni. Senza dimenticare che non ha rinnovato il contratto da 13 anni. E tu ti lamneti? Comunista dov'è l'uguaglianza che tanto invocate e mai applicate? Voi comunisti siete i peggiori, i più falsi e i meno equi.

oracolodidelfo

Gio, 25/06/2020 - 15:02

Geronimo1 14,08 - buon giorno Geronimo. Adnkronos, il 19.6 pubblica un articolo che, meglio di quanto ho fatto io, spiega la diminuzione della speranza di vita post Covid19. Sul web si trovano parecchi articoli sull'argomento a disposizione di chi volesse schiarirsi le idee. Buona navigazione!

bernardo47

Gio, 25/06/2020 - 15:40

Savoiardo si sente che Lei è un vero lavoratore e pure dipendendente vero? Faccia il piacere .....

Sempreverde

Gio, 25/06/2020 - 16:40

Fatevi una simulazione INPS ogni sei mesi e mettete in fila i valori. Pian pianino tutto convergerà alla minima sociale, tranne che per magistrati, politici, dirigenti statali, militari, professori universitari, primari e virologi.

flip

Gio, 25/06/2020 - 17:06

Solitamente le 'pensioni sono una valvola elettorale per ottenere più voti. hanno cambiato tattiuca??????

bernardo47

Gio, 25/06/2020 - 17:52

Sempreverde,quelli che cita Lei......col retributivo, una parte dei loro contributi, veniva e viene riversata a favore delle pensioni più basse. Lo sapeva? Glielo confermo! E non sono appartenente a quelle categorie eh? Però bisogna sapere di cosa si parla.