Ecopass, novità: da domani pagano 14mila auto in più

Ticket da 5 euro per le vetture diesel euro 4 senza filtro. Per gli abitanti nella Cerchia disponibili abbonamenti da 73 euro Pronta la squadra dei tecnici scelti da Pdl, Lega e Udc che dai prossimi giorni inizierà a discutere sul destino della tassa

Ecopass, novità: 
da domani pagano 
14mila auto in più

Fine di un’epoca. Quella dei diesel Euro 4 senza filtro che dopo aver scorrazzato gratis sotto le telecamere dal 2 gennaio 2008, quando la misura anti-smog entrò in vigore, da domani iniziano a pagare Ecopass. Via la deroga, così aveva deciso un mese fa il vertice tra sindaco, Pdl, Lega e Udc. Chi non ha il filtro paga 5 euro, e gli Euro 4 immatricolati in città sono 10mila nella categoria dei veicoli privati e 4mila tra quelli commerciali. I residenti nella Cerchia possono fare un abbonamento da 73 euro valido fino a fine anno: ai può acquistare agli Atm point di Duomo e Cadorna, in alcune rivendite autorizzate, agli sportelli di BancaIntesa, tramite internet e chiamando il numero verde 800.437.437. I non residenti possono risparmiare con il tagliando «Ecopass ingresso multiplo» del valore di 20, 50 e 100 euro per accedere in giorni differenti o «Ecopass ingresso multiplo agevolato» (destinato solo ai veicoli che trasportano persone) che copre fino ad un massimo di 100 ingressi. Per i furgoni del carico e scarico, almeno per ora nessuno sconto. L’Unione del commercio aveva chiesto al Comune pass scontati per camioncini ma «finora non si è mosso nulla - ammette l’esponente dell’associazione, Simonpaolo Buongiardino -. Torneremo alla carica, speriamo si possa trovare il modo per abbassare il costo a carico dei commercianti». Il vicesindaco e assessore alla Mobilità Riccardo De Corato ricorda «a tutti coloro che hanno montato recentemente il filtro sul proprio veicolo euro 4 diesel e non l’hanno ancora comunicato al Comune di attivarsi subito». Bisogna mandare un fax all’Ufficio Ecopass (il numero è 02.884.57056) o all’indirizzo mail MTA.Ecopass comune.milano.it con le modalità indicate sul sito www.comune.milano.it/ecopass.
E mentre Ecopass fa proseliti, e da domani scatta al sud per i veicoli che attraversano la città di Messina per andare a imbarcarsi ai traghetti, del destino del ticket sotto la Madonnina inizierà a discutere nei prossimi giorni la commissione tecnico-politica decisa a quello stesso vertice che ha fatto saltare le deroghe agli Euro 4. Ragionerà su dati esatti e presenterà in autunno ai partiti le ipotesi per il 2011: congestion charge, estensione del ticket o centro chiuso al traffico. Presieduta da De Corato e dall’assessore all’Ambiente Andrea Massari, ne faranno parte su nomina del sindaco il presidente di Mm Lanfranco Senn, l’ex numero uno dell’Agenzia mobilità e ambiente Gian Paolo Corda, il docente del Politecnico Dario Zaninelli. Scelto dall’Udc l’esperto di pianificazione territoriale Andrea Airoldi, la Lega ha già consegnato due curriculum e mancano solo i due nomi del Pdl.
A puntare sul rafforzamento di Ecopass è il laboratorio civico per la sostenibilità urbana «Milano respira», promosso da Edoardo Croci. Già togliendo la deroga agli Euro 4 ipotizza che gli ingressi in centro saranno circa 5mila in meno ogni giorno.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti