UN ALTRO MONDOVentidue scolari pugnalati La Cina lo nasconde

Diversi internauti cinesi rivelano che i media ufficiali di Pechino abbiano utilizzato la strage di bambini nella scuola americana di Newtown per far passare quasi inosservato un episodio analogo avvenuto in una scuola elementare in Cina. Quello stesso venerdì, un uomo armato di pugnale, ha fatto irruzione in una scuola nella provincia di Henan pugnalando 22 bambini tra i 6 e i 10 anni e un adulto. «Mi fa arrabbiare vedere tanti reportage sul massacro in America ma quasi nulla su ciò che è accaduto nell'Henan», scrive Zhang Kailin0303. «Se la Cina consentisse la vendita di armi da fuoco, probabilmente ci sarebbero state più vittime nell'Henan», sottolinea Zhao Chu nel suo microblog. Sette delle vittime della scuola di Henan, provincia teatro di numerosi episodi di violenza, sono state ricoverate in ospedale, due di queste si trovano in terapia intensiva. L'aggressore, definito un folle, è stato arrestato. Le statistiche ufficiali mostrano un aumento globale della criminalità in Cina negli ultimi 30 anni ma la autorità assicurano che il numero degli omicidi è inferiore a quello registrato nei paesi occidentali. Negli ultimi tre anni si sono moltiplicati gli episodi di attacchi contro studenti. Cinque avvenuti nel 2010 sono costati la vita a 15 bambini.