Ankara, esplosione davanti ambasciata Usa

L’esplosione si è verificata di fronte a un’entrata secondaria dell'ambasciata. Ci sarebbero feriti e almeno due vittime

Ankara, esplosione davanti ambasciata Usa

Panico questa mattina ad Ankara per un’esplosione davanti all’ambasciata degli Stati Uniti d’America. La notizia è stata riportata dall’emittente Cnnturk, spiegando che la zona dell’esplosione è stata isolata e che l’ingresso viene permesso solo ai mezzi di soccorso e alla polizia.

Secondo Cnnturk, che cita fonti mediche, al momento ci sarebbero almeno due morti e due feriti. Un ufficiale statunitense ha detto alla Cnn americana che ambasciatore e portavoce sarebbero entrambi illesi.

Attacco suicida o pacco bomba?

Non è ancora chiaro se una delle vittime è un possibile kamikaze responsabile dell’esplosione. Secondo i media si tratterebbe di due guardie di sicurezza e l'esplosione sarebbe stata causata da un pacco bomba. La notizia di un possibile attacco suicida viene inveceda un ufficiale di polizia, citato dall'Associated Press, che spiega in questa direzione si stanno muovendo le prime ipotesi.

L’esplosione non si è verificata davanti all’ingresso principale della sede diplomatica, ma di fronte a un’entrata secondaria in prossimità di un gabbiotto della sicurezza che è stato distrutto dall’esplosione. Da questo ingresso entrano soltanto i dipendenti e dai loro visitatori. Secondo Cnnturk i palazzi nelle vicinanze avrebbero riportato danni in seguito all’esplosione.

Il quotidiano turco Hürriyet ha aggiunto che al momento dell'esplosione le telecamere di sicurezza non erano in funzione a causa di un interruzione dell'elettricità.

Commenti