Bangladesh, estratta viva dalle macerie dopo 17 giorni

La donna era in un seminterrato. I soccorritori, che stavano liberando l'area dai detriti, hanno sentito la sua voce

Bangladesh, estratta viva dalle macerie dopo 17 giorni

A oltre due settimane dal crollo del palazzo avvenuto il 24 aprile a Dacca, in Bangladesh, nessuno pensava che potessero esserci superstiti. Invece oggi i soccorritori hanno trovato sotto le macerie una donna viva, praticamente illesa.

La donna si chiama Named Reshmi ed è stata trovata in uno scantinato dello stabile Rana Plaza. Le squadre di soccorso, che da 17 giorni stanno scavando tra i detriti, hanno sentito una flebile voce e hanno immediatamente fermato le macchine e si sono precipitate a soccorrerla. I vigili del fuoco hanno riferito che la donna sarebbe riuscita miracolosamente a resistere grazie all’acqua e alle razioni di cibo che erano state introdotte tra i detriti nei primi giorni della sciagura quando erano state estratte vive centinaia di persone. Il bilancio del crollo ha oltrepassato oggi i mille morti, mentre un numero imprecisato di persone risulta ancora disperso.

Commenti