Londra, identificato anche il secondo aggressore

Secondo la BBC il secondo uomo responsabile dell'uccisione di Lee Rigby è un 22enne di Greenwich. Già identificato l'altro uomo. Ieri due nuovi arresti nell'ambito dell'indagine

Londra, identificato anche il secondo aggressore

Due giorni dopo l'attentato in cui è rimasto ucciso Lee Rigby, 25enne fuciliere inglese, le forze dell'ordine avrebbero identificato il secondo uomo responsabile dell'attacco a Woolwich, nel sud-est di Londra.

A quanto dice la Bbc l'attentatore si chiama Michael Adebowale. Originario di Greenwich, si sarebbe convertito all'islam dal cristianesimo come il secondo degli assalitori. Le autorità non hanno confermato ufficialmente l'identità del secondo aggressore - spiega il Telegraph. L'uomo sarebbe stato però riconosciuto dai vicini di casa.

Dopo un rincorrersi di indiscrezioni, ieri era già stato dato un volto al primo aggressore, quello che compare - machete alla mano - in un video pubblicato in esclusiva da Itv News. L'uomo è il 28enne Michael Olumide Adebolajo. Inglese originario della Nigeria, è nato in una famiglia cristiana. Si è poi convertito all'islam nel 2001. Negli ultimi tre anni aveva attirato l'attenzione del MI5, i servizi segreti interni inglesi. Originario di Romford (Essex), aveva studiato all'università di Greenwich.

In quella che la polizia ha definito "un indagine complessa che sta procendendo molto in fretta", oltre ai sospetti, piantonati in ospedali, sono state arrestate ieri altre due persone. Si tratterebbe di un uomo e una donna, entrambi di 29 anni. Sono accusati di avere avuto un ruolo nell'assassinio del fuciliere inglese a Londra. Sarebbero poi state rilasciate in serata. Sei le abitazioni perquisite, compresa quella dei genitori di Adebolajo.

Commenti