Mumbai, tentato stupro di un'italiana: salvata da due spagnoli

La donna stava passeggiando sulla spiaggia quando è stata aggredita

Mumbai, tentato stupro di un'italiana: salvata da due spagnoli

È quasi illesa la donna milanase di 39 anni che domenica è stata aggredita sulla spiaggia di Kashid Beach, nei pressi di Mumbai. Stando alle ricostruzioni, la donna stava facendo una passeggiata sulla spiaggia da sola, quando due uomini - a suo dire, originari del posto - le si sono avvicinati. "Ha attirato l'attenzione di due uomini, uno sui 25 anni e un altro su 16 o 17 anni, che l'hanno seguita - ha raccontato il console generale di Mumbai, Ugo Ciarlatani -. Poi uno dei due le ha messo le mani addosso e, dopo averla gettata a terra, ha tentato di strapparle i vestiti". Durante la collutazione, la donna ha urlato attirando l'attenzione di altri due turisti spagnoli che si trovavano sulla spiaggia e le hanno prestato soccorso. I due aggressori si sono dileguati, ma grazie all'identikit fornito dall'italiana le forze dell'ordine potrebbero presto identificarli. La 39enne ha riportato qualche leggera contusione, ma la paura è stata tanta.

Ritornata a Mumbai, la donna ha immediatamente sporto denuncia di aggressione sessuale al commissariato di Gandevi. "Abbiamo ricevuto un'assistenza completa da parte degli agenti - continua il console - e in particolare del capo della polizia della città, Rakesh Maria, che ha trattato il caso con massima priorità".

Da alcuni anni l'India è teatro di stupri sempre più violenti e brutali. In molti ricordano la storia della donna danese di 51 anni che fu assalita da un gruppo di uomini, dopo aver perso la strada di ritorno al suo hotel, nei pressi della stazione di New Delhi. O ancora, l'agghiacciante violenza attuata nei confronti di una campeggiatrice svizzera a Madhya Pradesh, nell'India centrale, violentata da sei uomini mentre si trovava in una tenda con il compagno durante un tour in bicicletta. Ma anche le violenze nei confronti delle stesse donne indiane sono in vertiginoso aumento. Di pochi mesi fa il caso della ragazza vittima di un abuso solo perché aveva una relazione con un ragazzo di un altro villaggio o ancora quello della giovane violentata brutalmente e bruciata viva nei pressi di Calcutta. Secondo una stima condotta da Reuters, l'India si piazzerebbe al quarto posto tra i paesi più pericolosi per le donne, oltre che ad essere l'ultimo relativo ai G20.

Commenti