Tel Aviv, esplosione vicino a ministero della difesa

Un ordigno collocato sotto un'automobile è esploso davanti al ministero della Difesa. Si tratta di un regolamento di conti

Tel Aviv, esplosione vicino a ministero della difesa

Un’esplosione davanti al ministero della Difesa. È successo a Tel Aviv e da quanto hanno rifertio alcuni testimoni pare che a esplodere sia stata un'automobile. La deflagrazione ha provocato diversi feriti, sette, secondo il primo bilancio. Dalle prime indiscrezioni pare che si sia trattato di un ordigno collocato sotto un’automobile.

La polizia propende al momento per la pista di un atto di criminalità comune non collegato con matrici terroristiche palestinesi.

"Dai primi rilievi, sembra si tratti di un regolamento di conti", ha detto Micky Rosenfeld, portavoce della polizia israeliana. Da quanto risulta al Giornale, si tratta di un tentativo di uccisione del figlio secondogenito del capomafia israeliano Alperon. Il padre è stato ucciso due anni fa.

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
ilGiornale.it Logo Ricarica