Ucraina, uccisi 7 filo-russi. Manovre russe al confine

Le truppe di Kiev lanciano un'offensiva contro la roccaforte separatista. Putin: "Grave usare l'esercito contro i civili"

Posto di blocco abbandonato e dato alle fiamme fuori Sloviansk
Posto di blocco abbandonato e dato alle fiamme fuori Sloviansk

Resta alta la tensione nella parte sud-orientale dell'Ucraina, dove le truppe di Kiev sarebbero entrate in alcune aeree periferiche di Sloviansk, da due settimane nelle mani dei miliziani filo-russi.

L'esercito è arrivato ai posti di blocco che circondano la città. Secondo le informazioni fornite dal ministero dell'Interno ucraino sette persone, etichettate come terroristi, sarebbero rimaste uccise e tre check point distrutti. Un militare delle truppe di Kiev è stato ferito.

Il portavoce dei filo-russi ha dichiarato che gli uomini sono pronti a difendersi "fino all'ultima goccia di sangue" dalle mosse dell'Ucraina, che ha dispiegato più di 11mila uomini e più di 500 tra carri armati, blindati e pezzi d'artiglieria nella zona sud-orientale del Paese.

Non si è fatta attendere la reazione di Mosca. Il presidente Vladimir Putin ha condannato nuovamente l'operazione "antiterrorismo" di Kiev, dicendo che "se il regime di Kiev ha cominciato davvero ad usare l’esercito contro i civili dentro il Paese, questo è senza alcun dubbio un crimine molto grave". Nel pomeriggio la Russia ha dato il via a manovre militari oltre confine, "costretta" a rispondere alle operazioni ucraine.

Nei giorni scorsi, proprio a Sloviansk, è stato rapito Simon Ostrovsky, reporter di Vice News che copre da tempo la crisi ucraina. Chi lo trattiene ritiene sia un informatore del gruppo di estrema destra Pravy Sektor.

Il ministro dell'Interno ucraino, Arsen Avakov, ha annunciato anche la liberazione del municipio di Mariupol, da oltre una settimana nelle mani dei filo-russi. Confusa la dinamica dei fatti. Secondo quanti scrive l'Associated Press gli stessi occupanti avrebbero chiamato la polizia questa mattina, dopo essere stati aggrediti da uomini con il volto coperto e armati di mazze.

Commenti