Europa League, un sorteggio benevolo

Roma e Lazio sorridono. Nell’urna di Nyon trovano avversarie tutto sommato agevoli per l’ultimo turno preliminare di Europa League. I giallorossi capaci di rifilare dieci gol complessivi al Gent se la vedranno con gli slovacchi del Mfk Kosice mentre i biancocelesti qualificati di diritto ai play-off affronteranno gli svedesi dell’Elfsborg. Le due partite si svolgeranno il 20 (Lazio all’Olimpico) e il 27 agosto (Roma all’Olimpico).
Il Kosice è attualmente sesto con soli 4 punti nel campionato slovacco (la Corgon League) giunto già alla quarta giornata. Fondato nel 1952, il club della seconda città slovacca gioca allo stadio Lokomotivy v Cermeli (9600 spettatori), ha il colori bianco, giallo e blu e l’anno scorso si è classificato quarto in campionato. L’allenatore è Jan Kozak, il giocatore più pericoloso l’attaccante Jan Novak, autore di due dei cinque gol complessivi con cui gli slovacchi hanno eliminato i bosniaci dell’Fk Slavija Sarajevo nel turno precedente (2-0, 3-1). Due volte campione di Slovacchia nel 1997 e 1998, il Kosice ebbe proprio in quegli anni l’epoca d’oro anche in Europa, giungendo alla fase a gruppi della Champions League 1997-98, dove incontrò - finendo sconfitto in tutti gli incontri - Manchester United, Juventus e Feyenoord. L’ultima sua partecipazione a una competizione europea risale al 2000-01, quando fu eliminato dal Graz nel primo turno di Coppa Uefa.
L’IF Elfsborg è la squadra della città di Boras e gioca nella Boras Arena (17.800 spettatori). I suoi colori sono il giallo e il nero e nel palmares ci sono cinque titoli di Svezia, il più recente nel 2006. Dopo 17 giornate è al secondo posto dell’Allsvenskan, il campionato svedese, un punto dietro l’Helsingborgs e alla pari con il Kalmar. Allenato da Magnus Haglund, l’Elfsborg ha tra i giocatori più rappresentativi l’inglese James Keene, autore di otto gol in questa stagione, il centrocampista svedese di origini kosovare Emir Bajrami e l’esperto difensore Teddy Lucic, che vanta in passato anche un passaggio in serie A nelle fila del Bologna. Gli svedesi hanno eliminato gli ungheresi dell’Haladàs (3-0, 0-0) e i portoghesi del Braga (2-1, 2-0).

Commenti

Spiacenti, i commenti sono temporaneamente disabilitati.