Ferrari, ecco la nuova F10 I piloti: "Vogliamo vincere"

Presentata a Maranello la F1 con cui il Cavallino lancia la sfida mondiale con Alonso e Massa. Montezemolo: "Vogliamo tornare al top". Alonso: "Costruito un sogno...". Massa: "Mai così tanta voglia di vincere". Il video

Ferrari, ecco la nuova F10 
I piloti: "Vogliamo vincere"

Maranello - Si chiama F10 la nuova F1 della Ferrari, che scenderà in pista al via del Mondiale il 14 marzo con il Gp del Bahrain. E' la monoposto numero 56 costruita a Maranello per il mondiale F1 e il nome è stato scelto combinando la F di Ferrari e il numero dell’anno del debutto. In questo modo il Cavallino riprende una vecchia tradizione per nominare le proprie vetture di F1. La vettura, nata dal progetto 661, è caratterizzata da un profilo anteriore particolarmente tagliente: il muso affusolato appare più alto rispetto al passato, mentre il serbatoio - in virtù dei regolamenti che nel 2010 vieteranno i rifornimenti in gara - ha dimensioni più che raddoppiate rispetto al Mondiale 2010. Gli pneumatici sono più stretti, mentre il Kers, il dispositivo di riciclo dell’energia cinetica sviluppata in frenata, è stato accantonato per decisione collettiva delle scuderie del Mondiale.

Domenicali: "Abbiamo tutto per far bene" "Abbiamo tutto il potenziale per fare bene in una stagione che deve rappresentare il punto di svolta". Stefano Domenicali, team principal della "rossa", apre così la presentazione della F10, la monoposto che il Cavallino schiererà nel Mondiale 2010. "La nuova Formula Uno rappresenta una sfida sportiva e gestionale", dice Domenicali prima di svelare la nuova creatura a Maranello. "Abbiamo due nuovi piloti", dice riferendosi ai driver, lo spagnolo Fernando Alonso e il brasiliano Felipe Massa. L’iberico approda a Maranello dopo l’ultimo biennio alla Renault. Felipe, invece, non è un volto inedito. Il paulista è reduce dal complicato 2009, finito con il terribile incidente nelle qualifiche del Gp d’Ungheria alla fine di luglio. "Diamo il benvenuto a Fernando Alonso nella nostra famiglia. È due volte campione del mondo, si dice che non c’è due senza tre -dice Domenicali-. Arriva con noi al momento giusto per tutti, con la voglia di fare bene e rinsalsando il concetto di squadra". "Abbiamo il nuovo Felipe, dopo l’incidente drammatico della scorsa stagione in Ungheria. È diventato papà, ha tutto per dimostrare il pilota che è. Ha tutto per riprendere il cammino da dove il destino lo ha interrotto su quel rettilineo in Unghieria. deve essere stagione con la squadra al centro e con la valorizzazione di due piloti straordinari dal punto di vista provessionale e umano", aggiunge riferendosi a Massa.

Alonso: "E' un sogno, ora tocca a noi" " molto emozionante, la squadra ha costruito un sogno". Fernando Alonso partecipa con trepidazione alla presentazione della F10. "Voglio ringraziare la squadra che ha fatto un grandissimo lavoro per costruire questo sogno. Adesso in pista sarà nostra respobnsabilità portarla al 100%. Speriamo di vedere la rossa ancora vincente e di rendere orgogliosi i nostri tifosi".

Massa: voglia di vincere "Ho la voglia più grande di sempre". Felipe Massa - dopo aver svelato con Fernando Alonso, Giancarlo Fisichella, Marc Genè e Luca Badoer - la F10 con cui disputerà il Mondiale di Formula 1, è carico come non mai. "Dopo un anno difficile e duro, dopo l’incidente in Ungheria, ora sono veramente felice ed orgoglioso. Spero che la F10 sia davvero competitiva e possa farci tornare a vincere, a fare in modo che la Rossa torni davanti a tutti".

Montezemolo: "Vogliamo tornare a essere vincenti. Vogliamo tornare alla posizione che, sappiamo, deve essere della Ferrari". La F10 deve essere la monoposto del riscatto. Luca Cordero di Montezemolo battezza la nuova rossa. "Sono molto fiducioso, perché ho visto persone determinate. Abbiamo fatto un ottimo lavoro", dice prima di ripercorrere oltre mezzo secolo di epopea sportiva. "Sessantuno anni in Formula 1. È la lunga, bella e affascinante storia di questa straordinaria scuderia. Nel 1950 l’inizio. Nel 1951 con Froilan Gonzalez, altro pilota latino, la prima vittoria in Formula 1 a Silverstone. Nel 2010 siamo qui con la stessa emozione", dice Montezemolo. "Mentre parlavano piloti e tecnici in modo serio e con i piedi per terra, senza arroganza o presunzione, pensavo all’emozione che c’è sempre in queste giornate". "La mia prima presentazione è avvenuta nel 1974: quindi, anche per me è una lunga storia. Per me, però, l’emozione forte e la speranza è sempre la stessa", aggiunge. Poi parla dei piloti: "Felipe è forte, è tornato più forte di prima. Glielo avevo detto già a Budapest, è un nuovo acquisto in cui crediamo moltissimo". Fernando Alosno "ha vinto due titoli mondiali, ci ha battuto nel 2005 e nel 2006. È in un momento importante della sua carriera. Entrambi sanno che non corrono per sè stessi ma per la scuderia"

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti