Fininvest, il dividendo sfiora i 200 milioni

Fininvest chiude il 2009 con un risultato netto in crescita e si prepara a remunerare i suoi azionisti con dividendi per quasi 200 milioni.
La holding che fa capo alla famiglia Berlusconi ha archiviato l’anno con ricavi per 5.436 milioni (-10,8%) e con un utile netto consolidato di 173,7 milioni, in aumento del 32,7%. Per la Spa il risultato netto è di 217,8 milioni (rispetto ai 241,7 del 2008) e i dividendi distribuiti pari a 199,68 milioni - corrispondenti a 0,96 euro per azione - a fronte dei 208 milioni dell’anno precedente (un euro per azione). «Il protrarsi della crisi delle economie mondiali - spiega la società guidata da Marina Berlusconi, in una nota - ha fortemente condizionato anche i mercati in cui opera il gruppo Fininvest», ma gli investimenti sono rimasti a un livello importante, oltre 1,4 miliardi di euro, «dando continuità ai piani strategici». Infine, non sono stati fatti accantonamenti per far fronte alla condanna in primo grado al risarcimento di 750 milioni di euro in favore di Cir nell’ambito del Lodo Mondadori. «Sulla base dei plurimi e fondati motivi di appello - spiega infatti Fininvest - si ritiene che non sussistano allo stato i presupposti per dar luogo a un accantonamento».

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti