Formigoni: siamo in anticipo con la BrebeMi

Il presidente della Regione alla posa della prima pietra chiede maggiore autonomia nella valutazione dell'impatto ambientale

«Rispetto alle normative vigenti siamo in anticipo». Parola del presidente della Regione Lombardia alla cerimonia di posa della prima pietra della BreBeMi, dove ha auspicato un rapido cambio delle normative sia europee che italiane per accelerare la realizzazione delle grandi opere pubbliche, suggerendo di prendere ad esempio la legge della regione Lombardia contro la quale il governo Prodi era ricorso davanti alla Corte di Cassazione.
«Si deve cambiare - ha detto Formigoni rivolto al presidente del Consiglio - la normativa europea perché contro questa autostrada è stato fatto un ricorso manifestamente infondato e ideologico che ci ha fatto perdere 17 mesi denaro. Davanti ad un ricorso come quello la Commissione europea deve potere rispondere in poche settimane».
Secondo Formigoni è poi inutile, quando un'opera è interamente regionale, che le istruttorie vengano fatte a livello ministeriale: «In questo caso la valutazione di impatto ambientale e quella strategica devono essere fatte dalla Regione, regolate da un accordo di programma». Il presidente lombardo ha quindi sollecitato i giudici della Corte costituzionale ad accelerare i tempi per le decisioni quindi ha chiesto al governo di ritirare il ricorso alla Consulta presentato dal governo Prodi contro la legge regionale che prevedeva lo snellimento delle normative».

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti