Gallerie messe in sicurezza con lo sponsor

Sono praticamente conclusi i lavori per la messa in sicurezza delle due gallerie traianee interessate dal crollo della Domus Aurea avvenuto un mese fa. Ad annunciarlo l’archeologa della Soprintendenza Fedora Filippi, intervenuta alla presentazione della penna dedicata dalle aziende 753 (un consorzio di negozi romani) e Visconti alla Domus Aurea e la loro sponsorizzazione al sistema di monitoraggio del monumento. «Il cantiere immediatamente avviato dal commissario straordinario Luciano Marchetti si chiude in questi giorni con lo sgombro dell’area dai detriti - ha proseguito - in seguito dovrebbero iniziare i lavori per la messa in sicurezza dell’area orientale della Domus Aurea, sempre ad opera del commissario». L’impegno della Soprintendenza riguarda invece la manutenzione ordinaria della parte strutturale e di quelle affrescate ed «è un cantiere sempre in funzione».
La Domus Aurea rimane dunque chiusa al pubblico, con i tempi per la riapertura ancora molto incerti e che, ha aggiunto il direttore tecnico Antonello Vodret, sono determinati da due fattori. Da una parte l’entità dei finanziamenti e la sicurezza di portare in porto i progetti, dall’altra la consapevolezza che alla Domus Aurea non si possono condurre più interventi nello stesso tempo, ma piuttosto operare con bonifiche progressive, ad esempio per i giardini, per non mettere sotto stress l’immensa struttura. «Un po’ come per i grandi ustionati - ha spiegato - cui non può essere trapiantata la pelle in un sol colpo». Intanto, con la sponsorizzazione di 5000 euro dell’impresa fiorentina produttrice di penne Visconti e il consorzio di 5 negozi romani del settore (7-5-3), potrà partire (nell’ambito della manutenzione ordinaria condotta dalla Sovrintendenza) il sistema di monitoraggio che controllerà per un anno una serie di punti e settori in crisi di collasso. Un insieme di trasduttori consentirà infatti di registrare e valutare i movimenti che interesseranno l’area, a partire dal peso del terreno sovrastante (a causa delle piogge) e il risentimento termico nei locali in relazione alle variazioni climatiche all’esterno.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti