Nuovo stadio, ora Tursi convoca il «partito» del Ferraris ristrutturato

Nuovo stadio, ora Tursi  convoca il «partito» del Ferraris ristrutturato

Non c'è solo l'ipotesi di uno nuovo stadio alla Fiera per la Sampdoria. Il Comune di Genova intende verificare tutte le opzioni prima di decidere se andare avanti nella «trattativa» con la società di Corte Lambruschini e verificare le condizioni migliori per dotare la città di un impianto funzionale. Per questo motivo il prossimo 24 maggio le stesse commissioni consiliari che si erano riunite per ascoltare la presentazione del progetto di Edoardo Garrone, riceveranno i rappresentanti della Fondazione Genoa. Sul tavolo ci sarà l'ipotesi di ristrutturare il Luigi Ferraris e adeguarlo alle normative e alle esigenze delle società. Sarà un incontro che partirà dal progetto di fattibilità realizzato due anni fa dall'architetto Roberto Burlando su incarico della stessa Fondazione. Cambia, rispetto all'audizione dei vertici blucerchiati, soprattutto la posizione della società Genoa e così pure della Fondazione. Ai consiglieri non sarà infatti portata una richiesta di ristrutturazione, ma solo la dimostrazione che esistono alternative percorribili al progetto della Foce. Cioè il Comune avrà la possibilità di verificare se davvero, come si è detto sempre per «spingere» verso lo stadio della Sampdoria, l'attuale struttura di Marassi sia davvero incompatibile con le esigenze del «nuovo» calcio. I progettisti incaricati dalla Fondazione avevano infatti presentato un lavoro che accoglieva tutte le richieste sia in merito alla sicurezza degli impianti, sia in base agli standard qualitativi richiesti dalla Uefa. In altre parole, la dimostrazione che lo stadio di proprietà comunale, in gestione a un consorzio di privati (il cui lavoro sta già portando in pochissimi mesi ottimi frutti dal punto di vista della cura del terreno di gioco) non è da buttare. Il Comune sarà chiamato a una più attenta valutazione anche dal punto della convenienza economica e dell'interesse pubblico prima di procedere in qualsiasi direzione.

Commenti