L'ultradestra tedesca pubblica gli indirizzi della comunità ebraica

Nel giorno dell'anniversario della Notte dei cristalli, l'ultradestra tedesca pubblica su Facebook una lista di indirizzi ed esercizi commerciali della comunità ebraica di Berlino

L'ultradestra tedesca pubblica gli indirizzi della comunità ebraica

"Gli ebrei in mezzo a noi". Così si intitola una mappa pubblicata ieri su Facebook da un gruppo neonazista di Berlino. A raccontarlo è il quotidiano Tagesspiegel. Settanta istituzioni segnate, fra cui sinagoghe, scuole, negozi, ristoranti, cimiteri e persino il memoriale dell’olocausto. Il tutto il 9 novembre, giorno dell’anniversario della notte dei cristalli, il pogrom nazista del 1938 in cui morirono un centinaio di ebrei e furono distrutti e dati alle fiamme negozi e sinagoghe. "Oggi è uno splendido giorno!", si legge ancora sulla mappa. Sdegno da parte della comunità ebraica e dalle istituzioni. Ma il germe dell’antisemitismo in Germania, lento e inesorabile, continua a crescere.

Il post su Facebook è stato scoperto dalla Mobile Beratung gegen Rechtsextremismus, centro di Berlino che fornisce assistenza alle vittime dell’estremismo di destra e dell’antisemitismo, che ha poi informato la comunità ebraica e denunciato il tutto alla autorità. "Sembra che le cose siano come negli anni trenta, quando gli ebrei erano messi in delle liste, ed è una sensazione inquietante. Speriamo che non capiti niente di male in seguito a questo fatto", ha commentato la portavoce del memoriale dell’olocausto, Sarah Friedrich.

Negli ultimi anni, la violenza antisemita è cresciuta rapidamente in Germania. Le cifre parlano chiaro: secondo quanto riportato dal quotidiano Die Zeit, nel 2015 ci sono stati 1.366 crimini di matrice antisemita, fra cui 36 aggressioni. Numeri in leggero calo rispetto al 2014, ma in netto aumento rispetto agli anni precedenti. Fra i dati più alti in assoluto in Europa.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento