Giordano e Harstad a Parolario faccia a faccia tra «numeri primi»

Faccia a faccia tra i numeri primi e i numeri due, questa sera al festival Parolario, a Como (ore 19, piazza Cavour). Paolo Giordano, classe 1982, pluripremiato autore torinese de La solitudine dei numeri primi (Mondadori), presenta Johan Harstad, trentenne norvegese rivelazione con Che ne è stato di te, Buzz Aldrin? (Iperborea). Edwin «Buzz» Aldrin è il secondo uomo sbarcato sulla Luna, il più grande numero due della storia, del quale, in virtù della sua «secondità», nessuno ricorda nulla. Profondo e poetico questo romanzo d'esordio, il cui protagonista, Mattias, di Buzz Aldrin si ricorda eccome e anzi lo ha eletto a suo modello, contributo eccellente e silenzioso all'inarrestabile ingranaggio routinario. Anche Mattias ha scelto il ruolo di non protagonista: tranquillo lavoro di giardiniere, pochi amici, una fidanzata adorata. Ma la vita ama imprevisto e contrappasso e Mattias si ritrova comunque a dover affrontare una ribalta. Proprio come quella che ha visto sotto i riflettori Harstad e Giordano, che mai avrebbero immaginato un successo travolgente come quello dei loro romanzi d'esordio. Ancora di Luna e di cieli si parlerà sulle sponde del lago dalle 21 in poi: l'astronauta Umberto Guidoni e l'astrofisico Giovanni Bignami si confronteranno sui viaggi spaziali, mentre alle 22.30 Alessio Brunialti e il direttore di Urania Giuseppe Lippi guideranno il pubblico in un omaggio a Stanley Kubrick e al suo 2001 Odissea nello spazio.