Il gossip dell’estate americana: «Chelsea si sposa»

Anche il brutto anatroccolo può improvvisamente scoprirsi cigno. È quello che sembra essere accaduto a Chelsea Clinton, non certo nota per il suo fascino. Eppure la rampolla di casa Clinton pare convolerà a nozze nella celebre isola Martha’s Vineyard. Il gossip impazza e il mondo sta ad aspettare che l’indiscrezione venga confermata da fonti affidabili.
La ventinovenne figlia dell’ex presidente Bill Clinton e del segretario di Stato Hillary Clinton è fidanzata da anni con Marc Mezvinsky, banchiere presso la Goldman Sachs, e le voci di un matrimonio a fine agosto, sempre più incalzanti a dispetto delle smentite degli interessati, sono rimbalzate oggi sulla sezione «Style» del Washington Post.
«Dicono che si sposerà nei prossimi dieci giorni nella villa di Ten Danson e Mary Steenburger o in un qualche altra tenuta top secret dell’isola», ha scritto il quotidiano della capitale riportando «voci ostinate» di alcuni abitanti dell’isola e del tabloid National Enquirer.
Il fatto che da domani al 30 agosto il presidente Barack Obama e famiglia passeranno una vacanza a Martha’s Vineyard ha aggiunto curiosità e voglia di gossip su una località che già da parecchio è al centro delle cronache politiche e rosa statunitensi. «I democratici sono tornati al potere, ciò significa che Martha’s Vineyard è di nuovo sul radar della politica. I Kennedy ci vanno da sempre, Chelsea ci si verrebbe a sposare, e adesso stanno arrivando anche gli Obama», aveva scritto qualche giorno fa il New York Times dando fiato al pettegolezzo secondo cui la giovane Clinton si preparerebbe a dire il fatidico sì a casa di Vernon Jordan, un influente avvocato di colore epower-broker di Washington, nel villaggio di Chillmark.
Combinazione: è proprio a Chillmark che la famiglia Obama pianterà le tende ad agosto. Il fatto che da Hillary Clinton in giù il clan dell’ex presidente abbia smentito il matrimonio non ha scoraggiato i gossipari d’America: «Negare, negare, negare è la regola d’oro per proteggere la cerimonia da occhi indiscreti», ha spiegato Lisa Vorce, che da nove anni a questa parte organizza matrimoni segreti per star di Hollywood, politici, sportivi famosi. Altri pianificatori di eventi hanno dato consigli ai Clinton: «Ridurre al massimo la lista degli ospiti, ma per loro sarà difficile», ha suggerito Yifat Oren che ha fatto sposare Charlie Sheen e Kevin Costner. Lo fece John Kennedy Jr. che portò appena 40 persone al matrimonio con Carolyn Bessette in un isolotto al largo della Georgia. Gli inviti partirono per telefono, ha ricordato Robert Littell, un amico dello sposo: «E John mi minacciò, non puoi dirlo neanche alla tua mamma».
Intanto da quelle parti c’è un «Bill» che minaccia le vacanze di Obama e dello stesso Clinton. È il primo uragano della stagione nell’Atlantico che avanza con venti a 185 chilometri all’ora verso le coste del New England, dove la famiglia presidenziale sarà in vacanza da domenica.

Commenti