Gp di Roma, il Carroccio prepara le barricate: "Nessuno tocchi Monza"

A pochi giorni dal Gran Premio d'Italia di F1 si scaldano le polemiche sul secondo GP italiano da disputarsi a Roma. E il Carroccio si prepara a protestare contro la candidatura della Capitale: "E' un abbaglio"

Gp di Roma, il Carroccio 
prepara le barricate: 
"Nessuno tocchi Monza"

Milano - Si avvicina il Gran Premio d'Italia di F1 e oltre ai motori delle vetture, si scaldano anche le polemiche sul secondo GP italiano da disputarsi a Roma. E il Carroccio si prepara a protestare duramente contro la candidatura della Capitale: "E' un abbaglio, Monza non si tocca".

La protesta della Lega Nord "Quando mancano pochi giorni al Gran premio di Monza sia chiaro a tutti i politici romani che quella del 2009 non sarà una passerella - ha dichiarato il deputato della Lega Nord e segretario dei Giovani Padani, Paolo Grimoldi - Monza, la Brianza, la Lombardia e tutto il paese si preparano a festeggiare gli 80 anni della gara più appassionante del mondo. Chi verrà in città per la gara dovrà essere presente anche il giorno dopo per dire che il Gp di Monza non si tocca e che quello di Roma è stato solo un velleitario abbaglio". Per i sostenitori del circuito cittadino della Capitale si preannunciano vivaci contestazioni. "I Giovani padani - conclude infatti Grimoldi - saranno lieti di organizzare il migliore comitato d'accoglienza per i sostenitori del Gran premio romano".