"Può combattere due anni": la profezia degli 007 sulla guerra della Russia

Secondo un rapporto dell'intelligence lituana la Russia sarebbe in grado di continuare la guerra contro l'Ucraina con la stessa intensità per almeno altri due anni

"Può combattere due anni": la profezia degli 007 sulla guerra della Russia
00:00 00:00

Quanto può ancora combattere la Russia in Ucraina? L'ultima previsione arriva dalla Lituania, o meglio dall'intelligence lituana, secondo cui Mosca sarebbe in grado di portare avanti le sue operazioni militari nel territorio ucraino, con la stessa intensità di adesso, per almeno altri due anni. Gli 007 di Vilnius hanno elencato alcune delle cause che consentirebbero al Cremlino di resistere: gli alti prezzi del petrolio, gli investimenti nell'industria militare e l'elusione delle sanzioni. Questo – e molto altro ancora – garantirebbero a Vladimir Putin risorse sufficienti per continuare la guerra contro Kiev potenzialmente per un altro biennio.

L'ultima previsione sulla Russia

Il rapporto dell'intelligence lituania sottolinea come la guerra, entrata di recente nel suo terzo anno, non mostri segni di cedimento, mentre le truppe di Mosca aumentano la pressione sul fronte. L'Ucraina si trova invece in una posizione sempre più precaria, soprattutto a causa dei ritardi nell'assistenza statunitense. "La Russia dispone di risorse finanziarie, umane, materiali e tecniche per continuare la guerra con un'intensità simile, almeno nel breve termine", si legge nel paper redatto dal Dipartimento di controspionaggio per la sicurezza dello Stato (Vsd) e dal Servizio militare di intelligence e sicurezza della difesa.

La Russia ha riformato e rafforzato il suo esercito devastato dalla battaglia in Ucraina nel 2023, ed è adesso sulla buona strada per espandere le sue capacità militari lungo il confine con la Nato, anche vicino alla Finlandia, che ha aderito all’alleanza lo scorso anno, hanno proseguito le agenzie lituane nella loro valutazione annuale delle minacce che deve affrontare il piccolo Paese baltico. Le stesse agenzie hanno scritto che l’intelligence russa sta guidando gli sforzi per eludere le sanzioni imposte all’industria della Difesa nazionale. Non solo: mentre la Russia viene apertamente rifornita di armi e munizioni dall'Iran e dalla Corea del Nord, la Cina è diventata il suo più grande fornitore di microchip, e lo yuan è diventata la valuta principale per le transazioni internazionali di Mosca.

L'analisi dell'intelligence lituana

Lo stesso rapporto afferma che le agenzie di intelligence russe e bielorusse hanno aumentato i loro sforzi per reclutare lituani che attraversano il confine, e che la Lituania ha arrestato molti dei suoi stessi cittadini nel 2023 accusati di aver fornito dati all’intelligence bielorussa in cambio di contanti. Per quanto riguarda la Cina, gli 007 di Vilnius hanno affermato che Pechino ha aumentato i suoi sforzi di spionaggio all'interno della nazione baltica nel 2023, in seguito alla decisione della Lituania di consentire a Taiwan di aprire di fatto un'ambasciata sul suo territorio nel 2021. Il documento afferma che sono stati trovati attori informatici "affiliati alla Cina" che sondavano regolarmente le vulnerabilità delle istituzioni governative lituane "con l'obiettivo di penetrare nelle loro reti ed esfiltrare dati".

Tornando alla guerra in Ucraina, ricordiamo che nel marzo 2023 Putin, durante la visita del presidente cinese Xi Jinping a Mosca, avrebbe rivelato al suo ospite che la Russia avrebbe combattuto per almeno cinque anni in Ucraina.

Pare insomma che il capo del Cremlino avesse riassunto così, in poche parole, una situazione che all'epoca non era favorevole alla Federazione russa, spiegando al proprio interlocutore che alla fine le forze russe avrebbero vinto il conflitto. Adesso la situazione sembrerebbe effettivamente essersi capovolta.

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
ilGiornale.it Logo Ricarica