Gustav Mahler allo specchio in sette incontri

«Milano per Mahler». Per celebrare il centocinquantesimo anniversario della nascita del compositore austriaco (di origine boema), e alla vigilia del centenario della morte, si apre domani, fino al 9 giugno, una rassegna di sette appuntamenti, a cura del Forum Austriaco di Cultura, con il patrocinio del Comune di Milano. Ottima occasione per approfondire la conoscenza del grande autore e direttore d’orchestra, nato a Kalischt nel 1860 e scomparso a Vienna nel 1911. Primo incontro domani, al Teatro Dal Verme (ore 18.30, ingresso libero), dal titolo «Straniero nel mondo sono diventato», con l’esecuzione di Lieder a cura dell’orchestra dei Pomeriggi Musicali e letture che presentano il lato più intimo di Gustav Mahler. Da segnalare, il 12 maggio (ore 19), l’inaugurazione della mostra «Gustav Mahler e Vienna» della Staatsoper di Vienna al Museo Teatrale della Scala: in calendario fino al 30 agosto, l’esposizione presenta documenti, foto e immagini che illustrano l’attività artistica del compositore nell’Impero asburgico e l’ambiente politico e sociale in cui si muoveva. Ancora: sempre il 12, ma alla sede del Forum Austriaco in piazza Liberty 8 (ore 17), incontro-conversazione con Marina Mahler, nipote di Gustav, e con Gastón Fournier-Facio, coordinatore artistico del Teatro alla Scala e curatore del libro Gustav Mahler - Il mio tempo verrà (Il Saggiatore), che sarà invece presentato il 5 giugno (ore 18) a Villa Reale di via Palestro 14. Per informazioni sul programma completo della rassegna, telefonare allo 02-783741/2, oppure consultare il sito www.austriacult.milano.it.

Commenti