I nuovi truffatori mascherati da medici

Scelgono il camice bianco e si fingono chirurghi per scucire prestiti e soldi agli anziani fuori dagli ospedali

Il mascheramento del medico sembra andare per la maggiore fra i truffatori. Ieri pomeriggio una coppia di settantenni, andata al Policlinico per dei controlli, si è imbattuta in un sedicente specialista di 50 anni e si è fatta convincere a seguirlo in corso XXII Marzo, vicino all'ospedale. Qui il finto dottore ha confessato di aver urgente bisogno di soldi per pagare il carro attrezzi che gli aveva rimosso l'auto ed è riuscito a scucire 500 euro ai due anziani. Altra truffa in camice bianco pochi giorni fa ai danni di un 73enne. L'anziano stava passeggiando in via Turati quando è stato avvicinato da un uomo che ha finto di essere il chirurgo che lo aveva operato tempo prima. Tra una chiacchiera e l'altra, il medico l'ha buttata lì: «Avrei bisogno di un prestito, devo sostenere una spesa urgente». Come a dire: in passato ti ho salvato la vita io, ora tocca a te. Convinto da questa scusa, l'anziano è salito sull'auto del truffatore, che lo ha accompagnato a due bancomat diversi, dove ha ritirato prima 250 euro e poi 100 euro da regalare al chirurgo. Non è chiaro se ci sia un legame o meno fra i truffatori. La questura sta indagando. Quel che è certo è che i delinquenti che mirano a scucire denaro agli anziani hanno capito che funziona, eccome, camuffarsi da dottori poiché il medico, senza dubbio, riscuote di una fiducia cieca da parte dei pazienti.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti