Inter, Milan, Figc e Lega Calcio a sostegno del mondiale dei senzatetto

Dal 6 al 13 settembre 500 giocatori provenienti da 48 nazioni di tutti e cinque i continenti si contenderanno all'Arena Civica di Milano la settima edizione dell'Homeless World Cup, campionato mondiale di calcio street soccer. L'Italia, due volte campione, cercherà di riconquistare il trofeo che, grazie al potere positivo del calcio permette ai senzatetto di cambiare la propria vita

Dal 6 al 13 settembre 500 giocatori provenienti da 48 nazioni si contenderanno all'Arena Civica di Milano la settima edizione dell'Homeless World Cup, campionato mondiale di calcio street soccer delle squadre di senzatetto. Le squadre rappresenteranno tutti e cinque i continenti del globo, comprese Argentina e Brasile, Inghilterra e Germania, Australia e Cambogia, Hong Kong e India, Ghana e Malawi. L'Italia, due volte campione, cercherà di riconquistare il trofeo che, grazie al potere positivo del calcio permette ai senzatetto di cambiare la propria vita.
Homeless World Cup Milano 2009 ha ricevuto importanti patrocini, tra cui quelli di Comune e Provincia di Milano, della Regione Lombardia, della Presidenza del Consiglio, della Federazione Italiana Giuoco Calcio e della Lega Calcio, di Inter e Milan, della Gazzetta dello Sport, dell'Unione del Commercio, del Turismo, dei Servizi e delle Professioni della Provincia di Milano. Tra i principali sostenitori, annovera Fondazione Cariplo, Tnt Italia e Lega Coop Agroalimentare. L'iniziativa è anche sostenuta a livello internazionale da Nike, Vodafone Foundation, Uefa, Nazioni Unite, Ambasciatore Ufficiale Eric Cantona, Rio Ferdinand e Didier Drogba.
Un contributo ideologico, quello delle due squadre milanesi, ma anche concreto: oltre all'aspetto economico le due squadre forniranno magliette e materiale ai giocatori. Grazie al valore dei loro marchi porteranno tifosi e attenzione maggiore alla manifestazione. «La storia della nostra squadra, il suo rilievo in Italia e soprattutto nella città di Milano - scrive in una nota Umberto Gandini, direttore organizzativo del Milan - ci spinge a dare il patrocinio a questa importante manifestazione. Il Milan aiuterà con un piccolo gesto Homeless World Cup Milano 2009 a coronare il sogno di tutti partecipanti, crediamo infatti che la nostra presenza come partner sarà un ulteriore motivo di orgoglio».
«Inter e Milan - aggiunge Ernesto Paolillo, amministratore delegato e direttore generale della società di via Durini - sono pronte a giocare questa partita fianco a fianco per favorire la sensibilizzazione verso un tema, quello degli homeless, molto complesso. A colpire e confortarci basta un dato significativo, circa il 70% dei partecipanti alla Homeless World Cup è ora reinserito nella società e l'Inter è ben lieto di contribuire perché si possono fare ulteriori passi in avanti».
La manifestazione sarà anche un modo per ricordare l'ex direttore della Gazzetta dello Sport Candido Cannavò, sempre molto attento ai temi sociali e dell'emarginazione.

Commenti