Politica

Dal 1990 le tasse locali aumentate del 650%

L'allarme di Confcommercio: "Bisogna rivedere il federalismo, così aggrava la crisi"

Dal 1990 le tasse locali aumentate del 650%

"Nell’affollata arena fiscale i tributi locali hanno fatto la parte del leone. Il prelievo è cresciuto nel 2012 del 7,8% sul 2011, e del 650% rispetto al 1990". È l'allarme lanciato da Carlo Sangalli.

Una situazione che, secondo il presidente della Confcommercio, ha aggravato la crisi economica e ha creato un clima di incertezza, come dimostra la vicenda Imu-Tasi. Per questo è necessario "rivedere profondamente il federalismo fiscale". "L’assenza di un efficace coordinamento tra diversi livello di Governo comporta un incremento fuori controllo del carico fiscale complessivamente sopportato da famiglie e imprese", ha spiegato Sangalli al Forum di Cernobbio, "Questo federalismo incompiuto e disordinato necessita di una profonda revisione. Chiediamo al Governo di procedere con decisione in questa direzione per restituire fiducia e risorse alle famiglie e alle imprese".

Commenti