Alfano spalanca le primarie a tutti i moderati

Il segretario sponsor di una competizione aperta a tutta la coalizione di centrodestra. In ascesa le quotazioni di Crosetto

Roma Le telefonate con i referenti sul territorio, i grandi elettori in movimento, le discussioni sugli scenari possibili, il totonomi sulle new entry e sui colpi di scena dell'ultima ora. È febbre da primarie dentro il Pdl. Una novità che rimette in circolo energie, sottrae i parlamentari alla sindrome del disfattismo ma accende anche preoccupazioni per i rischi organizzativi connessi a una consultazione di questo tipo, oltretutto da mettere in scena in tempi brevissimi.
Una prima indicazione importante è arrivata ieri da Angelino Alfano con il via libera alle primarie di coalizione. Se ci sono uomini coraggiosi e disposti a mettersi in gioco, le porte sono aperte, il suo messaggio. «Chiunque si proponga per aggregare i moderati e battere la sinistra delle tasse e del giustizialismo è il benvenuto» dice il segretario che conferma la data del 16 dicembre. La vera partita, però, è quella delle regole. Un aspetto delicato che darà la misura della credibilità delle primarie e della volontà dello stato maggiore di via dell'Umiltà di sottrarsi ad accuse e recriminazioni e cogliere al meglio le possibilità offerte da questo strumento di selezione. «Io penso a primarie che siano le più aperte possibili. Vedremo le disponibilità durante questi giorni che ci separano dalla chiusura dei termini per la presentazione delle candidature alle primarie. Di certo la nostra rotta prosegue Alfano - prevede un allargamento il più possibile ampio a tutti i cittadini che hanno voglia di contribuire con il loro voto e la loro scelta a rafforzare un'area che in Italia è sempre stata maggioritaria, e ha avuto un perno nel Popolo della Libertà».

Il segretario del Pdl ha convocato per mercoledì 31 ottobre, alle 14, i coordinatori regionali nella sede del partito per una riunione che avrà all'ordine del giorno l'organizzazione delle primarie. Martedì, invece, si terrà il tavolo sulle regole.
Il timore, mal dissimulato da molti, è che si scelga una strategia di «conservazione» e che vinca la linea di chi vorrebbe consentire la partecipazione ai soli iscritti. Oppure che si imponga un filtro invalicabile per la presentazione delle candidature, in termini di numero di firme. Entro la prossima settimana se ne saprà qualcosa di più. «Siano di coalizione, le primarie. E un'occasione di confronto e incontro tra le anime diverse del mondo moderato e di centrodestra» propone Mariastella Gelmini. «Di coalizione e dunque aperte - prosegue - e capaci insieme di parlare anche ai molti che si sono allontanati dalla politica, e di vanificare le preoccupazioni di confronti al ribasso e personalismi». Quindi «regole semplici e chiare che ne garantiscano la più ampia partecipazione e il successo. Soprattutto rappresentino per noi la grande occasione per recuperare il terreno perduto e vincere la sfida elettorale».

Nel frattempo arrivano nuove iscrizioni e nuove manifestazioni di interesse. Gianni Alemanno, ad esempio, cammina sul filo della prudenza ma non esclude un impegno in prima persona. «Parteciperò alle primarie nazionali come contributo di idee, come presenza politica, come azione per avere un partito che si muova realmente attorno a un progetto efficace. Il mio progetto principale rimane quello a sindaco di Roma, ma non posso ignorare lo scenario nazionale» spiega. «Ho già ricevuto segnali incoraggiati. Il primo sondaggio, quello di Panorama, mi dava addirittura in testa». Così come, nelle consultazioni on line continua a raccogliere consensi la candidatura di Giorgia Meloni. Pronta alla sfida anche Alessandra Mussolini. «Mi candido alle primarie perché più siamo e meglio è per tutti». Salgono, poi, le quotazioni per una candidatura di Guido Crosetto che, confortato dai sondaggi, medita sull'ufficializzazione della discesa in campo, forte del suo profilo di liberale doc tutt'altro che entusiasta del governo Monti. Sullo sfondo c'è anche la suggestione messa in campo da Carlo Rossella in una intervista al Fatto Quotidiano: quella rappresentata da Barbara Berlusconi. «Dopo la dichiarata rinuncia di Marina, non sarebbe una cattiva idea. Dentro il partito non vedo nessuno con la statura del capissimo. È ora che si capisca chi ha gli attributi».

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

veradestra

Sab, 27/10/2012 - 09:27

finalmente anche il centro destra è arrivato alle primarie...prima disprezzavamo il centro sinistra che le fa da anni...ora le facciamo anche noi. continuo a non capire....

Massìno

Sab, 27/10/2012 - 09:49

Aperte ai moderati? Allora la Santanchè, la Mussolini, Alemanno, la Meloni, e la Craxi sono esclusi.

Ritratto di Mario Carmelo Guerrisi

Mario Carmelo G...

Sab, 27/10/2012 - 10:16

A novembre prossimo, compio il mio settantacinquesimo compleanno, e se davvero, il segretario del PDL, Angelino Alfano, manterrà la parola, come ha già saputo fare Formigoni in Lombardia, sono disposto a dimenticare i miei anni e il passato, andando a votare per le primarie del PDL. Forse, questa, é la volta buona e la via migliore per cambiare davvero questo nostro Paese. Primarie aperte a tutti coloro che avranno qualcosa da dire, dentro e fuori del PDL. Meglio ancora, se si farà in modo di riunire tutto il popolo dei moderati sotto un'unica bandiera che, checché se ne pensa, é stata e sarà un'area maggioritaria in Italia. Davvero auspicabile, sarà inoltre, se alcune personalità di spicco come Montezemolo, lo stesso Casini, i tanti cattolici progressisti e i circoli della cosiddetta società civile, dovessero scegliere di mettersi in gioco entrando in questa difficile ma non impossibile partita. Sarebbe certamente un evento straordinario, capace di mandare qualche buontempone della sinistra a fare il Sindaco di Brescello.

Il giusto

Sab, 27/10/2012 - 10:35

Alfano,crosetto,santanchè,meloni etc...queste sarebbero le persone che uno di destra come me dovrebbe votare?A confronto Grillo è una persona seria!!!

Howl

Sab, 27/10/2012 - 11:00

Non vi è chiaro eh ? finchè Berlusconi mette il suo sedere in una qualsiasi aula del Parlamento nessuno vorrà avere a che fare con il suo partito..........è un delinquente anche se non fa il premier, manovra e corrompe tutto e tutti

Ritratto di w la rivoluzione

w la rivoluzione

Sab, 27/10/2012 - 11:43

se entra Casini in PDL, sospenderò il mio voto

andrea monaco

Sab, 27/10/2012 - 11:53

X il giusto- sono d'accordo con te.

cotoletta

Sab, 27/10/2012 - 12:13

CROSETTO è UN GRANDE PERCHè NON PROVIENE DALLA POLITICA. è SENZ'ALTRO DA VOTARE!

cotoletta

Sab, 27/10/2012 - 12:19

IL GIUSTO, non le sembra un pò presto fermarsi al bar prima di pranzo? prego pubblicare grazie.

tommaso66

Sab, 27/10/2012 - 12:22

Speriamo che il PDL si attrezzi per selezionare una nuova classe dirigente iniziando dai Municipi fino al Parlamento. Non basta essere onesti ma anche capaci. Per quanto riguarda il dopo Berlusconi penso che il centro destra non deve avere un solo leader al comando da dare in pasto a certa stampa e a certa magistratura, ma tante personalità sullo stesso piano . Alla fine ci dovranno arrestare tutti per far fuori tutto il popolo di centro destra. Dopo Andreotti,Craxsi,Berlusconi a chi tocca? S e fossi in Alfano mi ritirerei dalla competizione , perchè sicuramente ci sarà qualche PM della Sicilia che li indagherà per mafia

sergio linari

Sab, 27/10/2012 - 12:48

x Il giusto(di nome e non di fatto). Ma quelle quattro persone del PDL che tu citi che cosa hanno fatto di male da essere tanto disprezzate? Penso che neanche tu lo sappia altrimenti lo diresti esplicitamente. A parlare a vanvera sono capaci tutti.

peter46

Sab, 27/10/2012 - 12:48

XIl Giusto,non sembrava che fossi di dx,però.Giacchè tanti di Noi non sanno chi proporre e votare ci puoi "delucidare"su chi dovrebbe essere il ns candidato?Ti ricordo che non avendo uno stampo da creare il candidato perfetto,dobbiamo scegliere fra chi in questo momento abbiamo disponibile.O sei un "stampista"di professione e puoi crearne uno urgentemente?Magari potresti anche pregare qualcuno "esterno" a candidarsi.Noi non preghiamo nessuno.

solocommenti

Sab, 27/10/2012 - 14:10

contrordine compagni, niente primarie, si scherzava

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Sab, 27/10/2012 - 14:14

Fermi tutti... il Berlusca ha detto che resta in campo. Può significare tutto o niente, ma non è da escludere la sua ennesima mossa a sorpresa ed un nuovo passo in avanti dopo quello fatto indietro. Quindi preparatevi con scuse tipo "stavo scherzando...sono stato frainteso... me lo chiedono gli italiani" :D

Ritratto di venividi

venividi

Sab, 27/10/2012 - 14:20

Alfano ferma, non corra. Le primarie saranno per scegliere chi dovrà essere eletto.

futuro libero

Sab, 27/10/2012 - 15:14

Per me era più giusto fare prima le primarie di partito e poi le primarie di coalizioni.

idleproc

Sab, 27/10/2012 - 15:15

Carmé, con tutto il rispetto anche per la sobrietà dello scrivere ma la raccolta differenziata della spazzatura è già ampiamente normata tranne che nella "politica" italiana. Non è una questione di destra o di sinistra ma di strategie politiche e di uomini all'altezza di proporle e gestirle altrimenti l'unica strategia vera e operativa resta quella attualmente in atto dei bankster globali che stanno depredando non solo l'economia ed il futuro dell'Italia ma anche demolendo le sue istituzioni e il concetto stesso di democrazia. Non abbiamo nessun bisogno di una finta politica coi fili agganciati alla schiena. Nel caso, lasciamoli a casa e sostituiamoli con un usciere e un fax. Soldi risparmiati.

Fabrizio Di Gleria

Sab, 27/10/2012 - 15:23

Purtroppo queste primarie di 2° scelte, non serviranno a nulla, serviranno solo a creare confusione. L'unico che può farci vincere, si è "forse" ritirato, e questo è il nostro PRESIDENTE BERLUSCONI. Io caro ALFANO non voterò mai per i vari CASINI, FINI e compagnia bella, e come me, tanti altri lo faranno, non vogliamo morire DEMOCRISTIANI, vogliamo un partito serio e onesto, e di persone del PDL, non di altri partiti, questi si facciano le loro primarie. Purtroppo non avete e non avrete mai il "QUID" che ha il nostro PRESIDENTE BERLUSCONI, se vorrete vincere sperate solo che BERLUSCONI ci ripensi, se non tanti di voi andranno a casa e finalmente a lavorare.

Demostene2010

Sab, 27/10/2012 - 15:49

Qualcuno potrebbe cortesemete avvertire Angelino che il boss ha deciso di ricandidarsi per la presidenza del consiglio e quindi le primarie sono annullate? Fatelo per carità cristiana, giusto per non farlo apparire più fesso di quello che è.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Sab, 27/10/2012 - 16:04

Tra i nomi dei candidati ho notato, con costernazione, l'assenza della Boniver e di De Michelis...