Alfano tradisce

Un pezzo di Pdl passa con la sinistra in cambio di poltrone

Se ne stanno andando. Alfano, Lupi e compagnia si rimangiano le «dimissioni irrevocabili» e per mantenere la poltrona da ministro (a parte la De Girolamo) sono disposti a vendersi alla sinistra, tradire gli elettori e spaccare il Pdl. Starebbero per fondare l'ennesimo partito, «Nuova Italia» o qualche cosa di simile, con una pattuglia di pidiellini più o meno bolliti, alla Giovanardi per intenderci, in libera uscita. Il condizionale è d'obbligo perché fino all'ultimo - il voto stamane sulla fiducia - tutto è possibile. Il film l'abbiamo già visto all'epoca di Gianfranco Fini, l'utile idiota usato dal Pd e da Napolitano per mandare a casa Berlusconi. Come finì lo sappiamo. Da Giuda in poi, tradire il padre non ha mai pagato e poco conta se stamane gli scissionisti vinceranno la prima battaglia consentendo a Letta, o meglio a Napolitano, di continuare a governare votando in numero sufficiente la fiducia.

La cosa è ancora più odiosa perché Fini almeno sfidò un premier nel pieno del potere e della forza. Questi pugnalano alle spalle un uomo che sta per essere cacciato dal Parlamento e finire agli arresti. Berlusconi pare non abbia intenzione di mollare e sua figlia Marina, dicono, sia pronta alla sua discesa in campo per continuare l'opera di Forza Italia, l'unica che ha il certificato di garanzia degli elettori. Questa di Alfano e soci infatti è l'ennesima operazione a tavolino di professionisti della politica. La storia del Fli di Fini e di Scelta civica di Monti insegna come vanno a finire nelle urne le congiure e i complotti che nascono per sete di potere e narcisismi personali in stanze chiuse, salotti compiacenti e sagrestie di vario genere. Si fonda un partito per affermare idee e valori forti, per combattere a viso aperto il nemico politico e ideologico. «Nuova Italia» nasce invece su un tradimento, su una alleanza, di più, un abbraccio convinto con la sinistra comunista alla quale si garantisce di poter continuare a esercitare un potere illiberale e odioso in alleanza con la magistratura. Ci si vende in cambio di briciole che presto finiranno. Affidereste i vostri ideali, le vostre libertà e le vostre vite a gente così? Io no.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento