Berlusconi: "Non saremo noi a mettere in crisi il governo"

Silvio Berlusconi crede nella tenuta del governo Pd/Pdl, l'unico modo per togliere l'Italia dalla crisi e un tentativo "di portata superiore a quella del governo Andreotti". A non capirlo solo "i magistrati politicizzati", che ne suoi confronti hanno "un odio pregiudiziale"

Berlusconi: "Non saremo noi a mettere in crisi il governo"

L'alleanza tra Pd e Pdl non è in crisi. "Non saremo noi a mettere in crisi questo governo", spiega Silvio Berlusconi, sottolineando come la collaborazione con i Democratici non sia facile e puntando il dito contro "sentenze che arrivano in un momento cruciale, mentre cerchiamo di tirare fuori l'Italia dalle difficoltà".

Il tentativo delle larghe maggioranze, dice il Cavaliere, è "di portata superiore a quella del governo Andreotti". Rappresenta una strada su cui proseguire "per rendere l’Italia un Paese pienamente governabile", evitando la "demonizzazione dell'avversario".

L'ex premier se la prende poi con "i magistrati politicizzati", unici a non avere capito l'importanza della "via delle riforme", perché "accecati da un odio pregiudiziale". E aggiunge: "Mi vorrebbero interdetto e politicamente morto. Noi resisteremo per deludere le loro aspettative".

"Dobbiamo sforzarci - aggiunge il Cav - per tenere separate le vicende personali di Berlusconi e del governo e delle riforme". Sabato, a Brescia "dirò che resto in campo e parlerò delle riforme di cui l’Italia ha bisogno. Parleremo anche di riforma della giustizia, che significa parità tra accusa e difesa, separazione delle carriere, di responsabilità civile dei magistrati e le carceri".

Intervenendo poi al Tg1, Berlusconi si è detto soddisfatto "che il governo come primo decreto ha bloccato il pagamento dell’Imu del prossimo mese di giugno". Una vittoria, ma "non non basta".

Al Tg2, il Cavaliere ha risposto a Beppe Grillo, che sul blog gli ha rivolto oggi parole di fuoco, accusandolo di essere "nervoso perché i burattini che sono in Parlamento e che lui guida attraverso internet gli stanno scappano di mano".

Commenti