Berlusconi: "Torniamo uniti"

Nel giorno dei 40 anni de Il Giornale, appello ai moderati: "Non mollerò mai, si voterà presto e batteremo la sinistra"

Oggi Il Giornale compie 40 anni. Onore a Indro Montanelli che l'ha fondato, a Vittorio Feltri che l'ha ereditato e rilanciato, ai direttori che si sono avvicendati e alle centinaia di giornalisti che l'hanno sostenuto con il loro lavoro. Oggi troverete allegato un inserto che ricostruisce la storia di questi quarant'anni così come l'hanno vissuta e raccontata le grandi firme de Il Giornale. Tutto questo non sarebbe stato possibile se Silvio Berlusconi e suo fratello Paolo non avessero creduto fin da subito in questa avventura, finanziandola senza mai batter ciglio e difendendo la sua autonomia in ogni sede. Ci sono stati momenti di grande splendore e altri di sofferenza. Ma mai nulla, nello spirito, è cambiato qui in via Negri.

Presidente Berlusconi, nel giugno del 1974 nasce Il Giornale. Lei che faceva, chi era?
«Avevo 38 anni, ed ero già considerato – mi spiace essere io a dirlo – il “numero uno” dell'edilizia abitativa. Per questo, due anni dopo, il presidente della Repubblica mi avrebbe insignito del titolo di Cavaliere del Lavoro. Sono stato il più giovane imprenditore nella storia ad ottenere questa onorificenza.

Durante una stagione di forte crisi dell'edilizia abitativa avevo avuto il coraggio di realizzare una prima new town a Brugherio, e stavo completando Milano 2. Un progetto urbanistico allora all'avanguardia, che anticipava criteri considerati attualissimi ancor oggi: ampi spazi verdi, percorsi riservati per pedoni e ciclisti, che non interferivano mai con il traffico auto, tutti i servizi a portata di mano. Una realizzazione che anche oggi architetti di tutto il mondo vengono a visitare. Nel frattempo stava nascendo anche Milano 3, con le stesse caratteristiche.

Devo dire che già in quegli anni, da imprenditore e da cittadino, mi rendevo conto del male che la sinistra - ma diciamo pure i comunisti, perché allora c'erano davvero i comunisti - stava facendo all'Italia: da imprenditore, provando sulla mia pelle le difficoltà e gli ostacoli che le amministrazioni locali di sinistra creavano a chi volesse investire e realizzare progetti coraggiosi. Da cittadino vedevo quello che succedeva nelle scuole, nelle università, nei luoghi di lavoro; la violenza, l'intolleranza, l'estremismo, la nascita del terrorismo».

È troppo chiederle per chi votava in quell'Italia anni Settanta?
«Nelle decisive elezioni del 1948, ancora ragazzo, a dodici anni, affiggevo i manifesti della Democrazia Cristiana, e per questo venni anche aggredito e picchiato da attivisti comunisti. Quando ebbi l'età per votare, scelsi in alcuni casi la Dc, in altri il Partito liberale. Nel 1976, proprio dalle colonne del Giornale, Montanelli lanciò il famoso appello a “votare Dc turandosi il naso” per evitare il rischio del “sorpasso” da parte del Pci che sembrava a un passo dalla vittoria. Anch'io, come tanti italiani, risposi a quell'appello».

La prima volta del nome Silvio Berlusconi su un giornale. Per caso ricorda quando accadde?
«Ho due ricordi, dei quali sono molto fiero. A 16 anni, fu data notizia di un mio successo sportivo: vinsi i cento metri piani all'Arena di Milano con un tempo eccezionale per un dilettante di quell'età. Qualche anno dopo, la mia tesi di laurea in Giurisprudenza, venne premiata come migliore tesi di laurea sulla pubblicità. Conservo ancora incorniciato, ad Arcore, il trafiletto di giornale che riporta la notizia».

Mentre il Giornale muoveva i primi passi, l'Italia era in un profondo mutamento. Tra i tanti personaggi uno spiccò per novità: Bettino Craxi. Sul vostro rapporto c'è una letteratura sterminata. Dovesse riassumerlo?
«Una vera amicizia, assolutamente lontana da qualsiasi convenienza sua e mia. Cioè esattamente il contrario di quello che i suoi e i miei nemici hanno sempre raccontato. Voglio rivelare un episodio: una volta Craxi, venuto a cena a casa mia, mi parlava delle difficoltà economiche del suo partito. Mi parve doveroso – proprio per la stima che avevo di lui – chiedergli se potevo in qualche modo essere d'aiuto. Sapete cosa mi rispose? “Se mi fai ancora una volta una proposta del genere, rompiamo l'amicizia”. Questo era l'uomo che si è cercato di far passare alla storia come emblema della corruzione e del malcostume. Sono orgoglioso di essere stato al suo fianco nei momenti difficili, anche quando gli attivisti del Pds gli gettavano monetine. Craxi commise degli errori, innegabilmente, ma fu uno dei pochi uomini politici ad avere una visione coraggiosa per cambiare l'Italia. Tentò di modernizzare la politica, come io negli stessi anni tentavo di cambiare il mondo della comunicazione. Forse ci intendevamo anche per quello».

Sono anche gli anni di Gianni Agnelli, un rapporto - quello fra di voi - rimasto misterioso. Vi stimavate?
«Abbiamo cominciato a frequentarci a St. Moritz, dove avevamo casa non lontano uno dall'altro. Da allora ci siamo visti spesso, io ospite suo o lui ospite mio. Sono sempre stati incontri molto cordiali. Ero a casa sua a Torino, nel 1993, quando gli parlai dell'idea di fondare Forza Italia. Si dimostrò molto interessato, e ci incontrammo diverse altre volte per approfondire l'idea. Mi incoraggiò in ogni modo. Solo più tardi seppi del suo commento: “Lasciamolo fare: se vince, vinciamo tutti, se perde, perde solo lui”. Non ho mai preso sul serio quella frase: Gianni amava mostrarsi cinico, ma aveva una personalità molto più complessa. Certo, con quelle parole descrisse molto bene l'atteggiamento che avrebbero avuto in tanti nei miei confronti, nei vent'anni successivi, nel mondo dell'impresa e non soltanto».

Torniamo a il Giornale. Come andò l'acquisto?
«I meno giovani fra i lettori del Giornale certamente ricordano il clima politico e culturale di quegli anni. Gli scioperi paralizzavano l'attività industriale, i cortei gettavano nel caos le nostre città, l'eversione rossa - e anche quella nera - compivano stragi orrende, chi osava reagire era messo ai margini, intimidito, spesso aggredito fisicamente, nelle scuole, nelle università, nei luoghi di lavoro. Il Pci, legato a Mosca, sembrava prossimo a prendere il potere. Occorreva reagire, ma in pochissimi ebbero il coraggio di farlo. I grandi giornali, primo fra tutti il Corriere, si erano omologati al futuro vincitore. In quel contesto, un manipolo di giornalisti coraggiosi lasciò via Solferino per fondare un giornale basato sulle idee liberali, moderate, anti-comuniste. Erano le migliori firme del giornalismo italiano: con Montanelli, Mario Cervi, Cesare Zappulli, Enzo Bettiza, Egidio Sterpa, Egisto Corradi e tanti altri. Era doveroso aiutarli. Ma solo due imprenditori ebbero il coraggio di essere della partita: Achille Boroli ed io. Fra l'altro, io convinsi un amico imprenditore a creare un nuovo stabilimento tipografico dedicato al Giornale: la tipografia in cui veniva stampato all'inizio, all'interno del “Palazzo dei giornali” in piazza Cavour, era iper-sindacalizzata, e spesso il quotidiano di Montanelli non poteva andare in edicola a causa di scioperi politici ai suoi danni. Da quel momento, il Giornale poté uscire regolarmente».

La rottura con Montanelli, davvero voleva “commissariare” il Giornale?
«Chi pensa questo non ha conosciuto Montanelli, o non conosce me. Sarebbe stato sciocco, da parte mia, pensare che un uomo come Montanelli si lasciasse commissariare. D'altronde, chiunque lavori negli organi d'informazione del gruppo che ho fondato sa benissimo che l'editore Berlusconi non si è mai permesso di interferire nella linea politico-editoriale.

Il fatto è che Montanelli, certamente il più grande giornalista italiano, come tutti i grandi, aveva insospettabili debolezze. Una di queste, mi dispiace dirlo, era la vanità e la propensione toscaneggiante ad essere bastian contrario. Intendiamoci, con tutto quello che aveva fatto nella vita, poteva ben permettersi di essere vanitoso. Però questo non sempre lo rendeva sereno nei giudizi».

Dopo lo strappo l'ha più visto o sentito?
«Purtroppo no, e la cosa mi ha molto addolorato. Lo consideravo un maestro, e provavo per lui un affetto sincero. Non mi sarei mai aspettato da lui questo atteggiamento. Però devo dire una cosa: Montanelli, anche negli anni successivi, quando ebbe a criticare la mia posizione politica, riconobbe sempre con onestà che con lui ero stato il migliore degli editori».

Con lei i liberali hanno conquistato la maggioranza in politica, non quella in editoria. Si è dato una risposta a questa sudditanza culturale verso mezzi di comunicazione di sinistra (vale anche: colpa dei giornalisti)?
«La sinistra ha attuato con intelligenza e con coerenza la strategia di Gramsci. I comunisti, secondo questo straordinario pensatore marxista vittima del fascismo, impediti da Stalin dopo il trattato di Yalta a mettere in pratica una rivoluzione armata, sarebbero andati al potere conquistando l'egemonia culturale, e quindi condizionando il modo di pensare della gente. Il Pci investì moltissimo in questo: sistematicamente, infilò i suoi uomini migliori nelle università, nell'editoria, nei giornali, nel cinema e non badò a spese per attirare a sé quelli che già c'erano. Nacque la figura dell'intellettuale organico, che si poneva al servizio dell'ideologia, e in cambio veniva sostenuto in tutti i modi dal partito, nella carriera, nella pubblicità alle sue opere, nei premi letterari e cinematografici. I liberali, che fino al fascismo egemonizzavano la vita culturale del Paese, non seppero e non vollero organizzarsi».

Cosa pensa degli intellettuali liberali?
«L'intellettuale liberale è per definizione un uomo libero, restio a farsi inquadrare, a prendere ordini, a mettersi al servizio di una causa. Proprio il Giornale da quarant'anni è una delle pochissime sedi nelle quali gli intellettuali non legati alla sinistra si possono esprimere liberamente.

La sua domanda però ha anche un'altra risposta, più immediata: i grandi gruppi editoriali hanno capito che è molto più facile proteggere i loro interessi andando d'accordo con la sinistra, e di conseguenza hanno messo a disposizione della sinistra i loro mezzi di comunicazione. Solo io ho fatto una scelta diversa, e secondo alcuni dei miei amici è stato il mio errore fondamentale. In termini di convenienza avevano ragione, se mi fossi allineato con la sinistra vent'anni fa, sarei stato portato in trionfo. Ma sono più orgoglioso di questo consapevole e determinato errore che di tanti altri successi».

A proposito di giornalisti. Da Maurizio Costanzo a Enrico Mentana, a Santoro in Mediaset (e forse oggi anche Floris) non è che lei ha un debole per quelli di sinistra?
«La domanda giusta è un'altra: dopo tutto questo, devo ancora dimostrare di essere un editore liberale?

La verità è che le televisioni del gruppo Mediaset sono televisioni commerciali, che si rivolgono a un pubblico vastissimo, di ogni idea politica. È quindi logico, giusto, coerente con la loro stessa natura, che si rivolgano a tutti e che al loro interno vi siano voci diverse. Non soltanto sarebbe poco liberale, ma sarebbe anche un errore imprenditoriale gravissimo tentare di imporre una linea politica alle reti Mediaset. La tv commerciale è per sua natura e definizione “ecumenica”. E questa è anche la ragione del suo successo».

Quale crede potrà essere il futuro dell'editoria in Italia?
«Certo il destino della carta stampata, e anche quello della televisione generalista, è di trasformarsi profondamente di fronte alle nuove, sconfinate praterie di libera informazione offerte da internet. Non sarà più quello di dare le notizie, ma di interpretarle, analizzarle, contestualizzarle e di proporre una chiave di lettura. Ma proprio per questo il pluralismo diventa ancora più importante. Questa è la ragione per la quale il gruppo che ho fondato continuerà a puntare sull'editoria: abbiamo difeso il pluralismo nella comunicazione televisiva e, attraverso il Giornale, nella carta stampata. Continuare a tutelarlo in futuro, in anni che saranno difficili, sarà una battaglia culturale, doverosa e decisiva. Una battaglia per certi versi analoga a quella – ben distinta, nelle persone, nelle strutture, nelle risorse – che continuerò a combattere con le donne e gli uomini di Forza Italia nel campo della politica».

Veniamo all'oggi. E alla politica.
«Avrei preferito evitarlo, questa era un'intervista sulla splendida storia del Giornale. Ma non voglio sottrarmi.

Ho riflettuto a lungo sugli ultimi risultati elettorali. Un innegabile successo di Renzi - non del Pd, come dimostrano i risultati delle amministrative – che però ha confermato tre cose: che per fortuna il pericolo Grillo, forse proprio grazie al nostro ripetuto grido d'allarme, si sta ridimensionando, che l'area moderata esiste e non si è ridotta nei numeri, nonostante molti nostri elettori abbiano scelto l'astensionismo, e che la parte di gran lunga maggiore dei moderati guarda a noi come punto di riferimento. In queste condizioni, ci sono due cose che abbiamo il dovere di fare: collaborare a vere riforme che rendano finalmente l'Italia governabile, battendoci per quella più importante di tutte, l'elezione del presidente della Repubblica da parte dei cittadini, e prepararci per le prossime elezioni politiche, forse non lontane, nelle quali il confronto vero sarà ancora una volta fra noi del centrodestra e la solita sinistra, questa volta rappresentata dall'immagine più moderna di Matteo Renzi. Per questo stiamo lavorando a tempo pieno per organizzare Forza Italia, per radicarla di più sul territorio, aprirla a volti nuovi, scegliere dirigenti che abbiano il consenso della base. In questo progetto c'è posto per tutti e c'è bisogno di tutti. Io sono certo che nessuno cadrà nella trappola di chi vorrebbe dividerci. Al contrario, comincia oggi un cammino per riportare tutti coloro che vogliono un'Italia più liberale, più efficiente, più solidale, che metta al centro la persona, ad impegnarsi con noi per riuscire finalmente a realizzarla».

In questi ultimi mesi sono emerse tante testimonianze sugli eventi che nel 2011 portarono alla caduta del suo governo. Lei ha sempre parlato di colpo di stato e ora Forza Italia chiede una commissione d'inchiesta. Ma che aveva fatto di tanto male, lei?
«È molto semplice. Il mio ultimo governo è stato stimato, da istituzioni indipendenti, come il miglior governo italiano degli ultimi decenni. Abbiamo affrontato e risolto emergenze come quella dei rifiuti a Napoli, abbiamo salvato l'Alitalia impedendo che la compagnia di bandiera finisse nelle mani di un diretto concorrente come la Francia, abbiamo affrontato la tragedia del terremoto all'Aquila fornendo a tempo di record un tetto stabile e dignitoso a chi era rimasto senza casa, nel discorso di Onna avevo indicato la strada di una vera pacificazione fra gli italiani in nome di valori comuni e condivisi, avevamo portato l'Abruzzo distrutto dal terremoto al centro dell'attenzione mondiale allestendo il G8 all'Aquila, avevamo bloccato l'immigrazione clandestina fermando i mercanti di morte sulla sponda sud nel Mediterraneo. E in conseguenza di tutto questo il presidente del Consiglio era arrivato a un tasso record di consenso del 75,3%».

E come reagì il mondo della sinistra?
«Ciò mi valse i complimenti dei colleghi europei, ma terrorizzò la sinistra. Furono in molti ad esprimere lo stesso timore: “Questo Berlusconi non ce lo togliamo più dai piedi”. E da allora la parola d'ordine fu una sola: “Berlusconi delendum est”. Il resto della storia è noto: nel 2010 fallì il primo tentativo di mandarmi a casa e, dopo un anno orribile di aggressioni al mio prestigio e alla mia immagine, di attacchi finanziari ai titoli del nostro debito pubblico, di ostacoli al nostro agire da parte di nemici esterni ed interni, ebbe successo, nel 2011, il disegno successivo. Come tutti sanno, quando in democrazia si impone un governo che non è stato scelto dai cittadini, la parola può sembrare forte, ma il termine giusto è “colpo di stato”».

Noi del Giornale ci siamo occupati molto di questa vicenda. Altri giornali molto meno. Come mai?
«È facile rispondere: perché le radici di gran parte degli organi di informazione, e dei loro editori, sono saldamente piantate a sinistra. È un contratto di comune interesse. Se ne avvantaggiano loro e anche la sinistra».

In effetti qualche guaio noi e altri mezzi di informazione del gruppo glielo abbiamo procurato. Dicono che il presidente Napolitano e alti magistrati rinfaccino a Lei alcune cose scritte da noi. Bizzarro, ma è vero?
«È innegabile che le cose scritte dal Giornale di solito vengono attribuite a me. Ma tutti coloro che ci lavorano sanno bene che questo non è vero. Io sono grato e affezionato al Giornale, che da 40 anni è un baluardo di libertà. Ma non ho mai voluto influire sulla linea del Giornale, che pure a volte ha scritto e scrive cose che non condividevo e non condivido.

Chi pensa il contrario evidentemente è abituato ad altri editori e ad altri giornali, in cui dare e ricevere ordini è del tutto normale. Applica a noi lo stile e i comportamenti del mondo che frequenta».

Presidente, in questi anni ha mai avuto paura?
«Le pratiche giudiziarie di cui sono stato vittima avrebbero dovuto non mettermi paura, ma terrorizzarmi. Ma ho avuto, fortunatamente, un grande dono da mio padre e da mia madre: mi hanno insegnato il coraggio e la determinazione a non cedere mai, quando so di essere nel giusto.

E poi mi conforta l'affetto costante di milioni di italiani. Lo avverto ogni volta che mi muovo, che vado da qualche parte: l'abbraccio della gente è affettuosissimo, spesso si blocca addirittura il traffico perché in tanti vogliono vedermi, salutarmi, esprimermi solidarietà. Tanto è vero che limito i miei spostamenti in luoghi pubblici anche per non recare troppo intralcio. Non posso avere paura, anche per rispetto a tutti questi italiani».

Lascerà un giorno la politica?
«No. Non fino a quando l'Italia non sarà quel grande Paese liberale che abbiamo sognato. E d'altronde, purtroppo, anche la politica, quella di una certa sinistra, non lascerà mai me. Non rinunceranno a provare a distruggermi».

Accontentiamo Travaglio: ci dia un ordine.
«Vi ordino di non accettare mai ordini da nessuno».

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Antonello1971

Antonello1971

Mer, 25/06/2014 - 10:15

Solite sciocchezze nulla di nuovo, forza italia è TERZO partito in italia, in via di disfacimento. ma una cosa salta all'occhio: perchè pubblicate una foto di 15 anni fa? guardate che berlusconi è un vecchietto, non ci fate una gran figura

Ritratto di pravda99

pravda99

Mer, 25/06/2014 - 10:17

Berlusconi: "perché allora c'erano davvero i comunisti"...Ossia oggi quando grida ai comunisti non ci crede veramente??? Avete capito Mortimermouse e altri cerebrolesi che scimmiottate Silvio? Ha detto il Capo che i comunisti non ci sono piu`. DIMETTETEVI!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 25/06/2014 - 10:21

Già:"Vinceremo noi". Se la sinistra sta in piedi e ci ammannisce una balla al giorno, il merito precipuo e' proprio "della responsabilità e buona volontà" del più grande statista della galassia. Come ebbe, giustamente, a dire l'ottimo #scipione (l'africano?)in un suo post di 24 ore or sono. Ma di che stiamo parlando?

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Mer, 25/06/2014 - 10:22

Chiacchiere per i quattro pensionati rimasti. Renzi ha blindato il patto con FI perchè questi non faranno più storie. Silenzio, non potete fare altro.

Ritratto di Tristano

Tristano

Mer, 25/06/2014 - 10:26

Patetico sto vecchio puttaniere pregiudicato che trova ancora qualche demente che lo vota. Se non fosse stato per l'aiuto dei compagni "comunisti" del PD sarebbe già in galera.

Ritratto di 1959andrea

1959andrea

Mer, 25/06/2014 - 10:26

ah, perché quella di matteo renzi sarebbe "sinistra"? berlusconi ha completamente perso la bussola, si ritiri ad antigua ché farebbe una miglior figura...

Sapere Aude

Mer, 25/06/2014 - 10:32

E Berlusconi dovrebbe riunirsi a chi, di grazia? Intorno a lui vedo solo figuri poco raccomandabili come alleati. Se poi ci si mettono anche i figli a mettersi in saccoccia un Floris, beh…più che un vero liberale a Milano dicono un’altra parola. La storia lo ricorderà nel bene (è stato uomo sicuramente di grandi capacità) come nel male (non è stato capace in politica di scegliersi i giusti collaboratori, e questo è grave se si vuol guidare un paese).

Ritratto di Sanlusti

Sanlusti

Mer, 25/06/2014 - 10:39

Sal... Accidenti quanto è lungo questo tuo trenino. Da quando hai cominciato a scriverlo?. Da quando avevi 15 anni?. --- Una cosa vera, l'hai finalmente scritta: "Tutto questo non sarebbe stato possibile se Silvio Berlusconi e suo fratello Paolo non avessero creduto fin da subito in questa avventura, finanziandola senza mai batter ciglio". --- Finanziandola senza batter ciglio. Sal... Maledetto... Vi ha finanziato perchè siete il suo plotone d'esecuzione. Eravate e siete i mercenari senza alcun onore, senza bandiere e senza alcun ritegno. --- Il "grande" pregiudicato è un delinquente e VOI TUTTI siete suoi complici.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 25/06/2014 - 10:43

Purtroppo Berlusconi, ancora una volta, non è libero di fare ciò che veramente vorrebbe: mandare a carte quarantotto questo governo, il pd e tutti gli asserviti alla finanza europea. Non può farlo perchè i giudici lo massacrerebbero, quindi deve "collaborare" con renzi, volente o nolente, per rendersi in qualche modo indispensabile, o quantomeno utile, al governo e quindi godere di qualche sia pur limitata protezione. Ma la base non lo segue su questa linea. Non abbiamo votato a destra per collaborare coi comunisti, ma per opporci a loro. I collaborazionisti, subito dopo la guerra, venivano massacrati, e così sta avvenendo anche a FI: si vedano i risultati delle europee. Se poi succede che grillo e i suoi si rendono disponibili a una qualche forma di collaborazione con renzi, allora sì che sarà la catastrofe, per ncd in primis, ma anche per i collaborazionisti di FI! Non crediate che renzi possa serbare alcun sentimento di riconoscenza nei confronti di chi lo ha aiutato a lanciare le riforme e a scalare il potere. Lui è solo un opportunista, pronto a distruggere chiunque non gli sia più utile. Solo che grillo, almeno in questa fase, è un po' più furbo di Berlusconi e si rende conto che, se seguisse renzi, perderebbe i tre quarti del proprio elettorato, che lo ha votato per stare all'opposizione e non per collaborare. Ma se continua così, i tre quarti dei voti li perde Forza Italia.

Ritratto di unpaesemigliore

unpaesemigliore

Mer, 25/06/2014 - 10:43

Da elettore del cdx accetto tutte le alleanze ... tranne quella con NCD ... non voterei mai NCD neanche sotto tortura, meglio l'astensione

gioet

Mer, 25/06/2014 - 10:54

a sallusti questo non è il GIORNALE di Montanelli (vero liberale)ma il diario di un pregiudicato che ti paga lo stipendio.Montanelli si sta rigirando nella tomba

bruna.amorosi

Mer, 25/06/2014 - 10:54

e.. come volevasi dimostrare le zecche kompagni\e stanno su questo giornale che è padronale non lo vorrebbero però scrivono .. VEDE CAVALIERE LEI DOVREBBE USARE LA DEMOCRAZIA DEL giornale repubblica oppure del fatto quotidiano.cioè cancellare tutti quei post che non si alleano al suo volere . .poi scommetto che anche i censori di questo giornale non siano troppo daccordo con lei dato che quelli dei loro kompagni li postano tutti ,i miei per esempio ieri neanche uno . lei è troppo democratico cavaliere comici a far pulizia anche dentro a questo giornale così come dentro al partito . .

Ritratto di dlux

dlux

Mer, 25/06/2014 - 10:59

Berlusconi dimostra di non aver ancora capito la vera ragione dell'annientamento del centro-destra. E pensare che qualcuno glielo ha anche scritto a chiare lettere (che gli ho mandato presso la sede romana dell'allora PDL...) in tempi non sospetti, subito dopo il Novembre 2011. Sì, le lacerazioni interne portano ad una caduta di affidabilità, ma soprattutto la mancanza di coerenza nelle scelte politiche operate sciaguratamente in appoggio dei governicchi succeduti al governo Berlusconi (di cui il PDL-FI si è reso complice...) ha determinato un allontanamento drastico dell'elettorato, non più adeguatamente rappresentato, cautelato, difeso, ecc...ecc...L'elettore di destra e centro-destra non è come l'elettore di sinistra col cervello all'amnmasso. La fiducia si costruisce con anni di duro lavoro e si perde in un attimo.

cicciosenzaluce

Mer, 25/06/2014 - 11:00

Mafioso,hai il coraggio di mettere la tua ignobile figura vicino al grande Montanelli,da te cacciato,per fare posto a pennivendoli scribacchini ai tuoi ordini !Comunque sei finito tra non molto con i processi in corso avrai un sacco d'anni da scontare.

KARLO-VE

Mer, 25/06/2014 - 11:00

Naturalmente conoscendo Berlusconi, c'è da credere ben poco a quello che racconta, che Craxi in cambio dell'aiutino dato sulle televisioni non abbia voluto nulla in cambio, lo lasciamo credere solo ai super fans, che Berlusconi non detta la linea dei suoi mezzi di informazione,

cicciosenzaluce

Mer, 25/06/2014 - 11:04

Vergognati,essere spregevole distruttore della destra vera,e degli italiani,amico di mafiosi e camorristi,è di oggi la notizia che i casalesi hanno preso appalti per la ricostruzione dell'Aquila,e chi era al governo all'epoca?

gioet

Mer, 25/06/2014 - 11:04

bruna amorosi i tuoi non li pubblicano perchè dici sempre le stesse cazzate

Ritratto di ettore muti

ettore muti

Mer, 25/06/2014 - 11:05

si tornano uniti il berluscaz dellutri e sciaboletta ......ma al gabbio!!

cicciosenzaluce

Mer, 25/06/2014 - 11:06

amorosi e altri figuri che scrivete qui,quanto percepite per farlo?

cicciosenzaluce

Mer, 25/06/2014 - 11:09

Bravo Sanlusti ! E' proprio così!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 25/06/2014 - 11:12

ridicoli questi commenti scritti dai sinistronzi :-) a proposito, signor cretino PRAVDA99 i comunisti ci sono sempre stati, infatti hanno cambiato solo nome, ma i metodi sono sempre gli stessi: insultare, mentire, infangare, rubare, rovesciare la realtà dei fatti, ingannare, ecc! a proposito... non lo sa che è stata la sinistra a far saltare falcone e borsellino? erano molto vicini ad arrestare la sinistra dell'epoca :-)

Ritratto di pravda99

pravda99

Mer, 25/06/2014 - 11:12

gioet - Ottimo! Il Giornale e` davvero diventato il "Diario di un Pregiudicato". E, aggiungerei, il Delirio Tragicomico delle Pecorelle della Liberta' che commentano.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 25/06/2014 - 11:12

#wilegio "Purtroppo Berlusconi, ancora una volta, non è libero di fare ciò che veramente vorrebbe: mandare a carte quarantotto questo governo, il pd e tutti gli asserviti alla finanza europea..."????. Perchè? se continua ad appoggiarlo le cose per lui cambiano? I giudici... Meglio allora far massacrare un'intera nazione? Ma che cazzo stai a dì?

gigggi

Mer, 25/06/2014 - 11:13

Bruna amorosi...lei è una liberale e moderata???Pure mortimermouse lo è???E il napoletano "germanese" è anche un liberale e moderato???e per silvio 42???Pure lui ?? E tutti quelli con 400mila imprecazioni giornaliere sono liberali e moderati???Sallusti è un liberale e moderato??E la sua compagna sempre con un "sollecitazione imprecativa " fra le labbra è una liberale e moderata???E ferrara...anche lui dopo essere stato comunista socialista berlusconiano è liberale e moderato????E......... allora, c'è qualcosa che non va ?????

bruna.amorosi

Mer, 25/06/2014 - 11:22

GIOET perchè tu dici qualcosa di novo ? si come TE E ETTORE MUTU COME LUIGIPISCIO E COMPAGNIA CANTANTANDO . non dite sempre le stesse cose . ?? poi ETTORE MUTI GLI VORREI SUGGERIRE DI MANDARE L MOGLIE A FAR COPMPAGNIA A BERLUSCONIforse ci guadagnerebbe di più che il non star a scrivere la stessa cosa per anni e magari per due centesimi che gli passano i kompagni ben pensanti .oramai sei diventato patetico nella tua stupidità

Ritratto di ettore muti

ettore muti

Mer, 25/06/2014 - 11:23

10 anni a san vittore altro che storie

Mr Blonde

Mer, 25/06/2014 - 11:24

Consiglio ancora vivamente di togliere l'accostamento silvio-montanelli, per pudore e rispetto di questo grande uomo (il 2°) che è scappato con l'avvento di silvio. Per il resto rinnovo gli auguri al compleanno del giornale e ringrazio comunque per l'ospitalità che date ai post anche più critici

gioet

Mer, 25/06/2014 - 11:24

pravda99 è la realtà grazie per la sincera approvazione

Ritratto di Vendetta

Vendetta

Mer, 25/06/2014 - 11:26

Autocelebrazione in grande piena da cima a fondo di balle cosmiche, una su tutte l'editore Berlu non interferisce oppure la mega balla su Craxi che si e addirittura arrabbiato sul fatto se accettava un aiuto. BERLU LA REALTA' NON SI CAMBIA

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 25/06/2014 - 11:26

GIGGGI io sono un liberale, ed infatti sono libero... di applicare i vostri metodi comunisti: insultare, negare, mentire, ingannare, stravolgere, truffare, ecc... :-)

mario massioli

Mer, 25/06/2014 - 11:31

lettera aperta al cav SILVIO BERLUSCONI 24/11/2012 14:55 vuole veramente passare alla storia? contatti gli economisti della MMT. la studi molto bene.se come spero si convincerà del suo programma,faccia un partito NUOVO e guidi l'italia(non solo l'italia)fuori da QUESTA europa,che sta schiavizzando i cittadini.vada in televisione e spieghi alla gente come stanno veramente le cose. si appoggi solo al popolo è l'unico che la potrà salvare. QUESTO SI CHE FAREBBE TREMARE NON SOLO LA CONSULTA MA TUTTI TUTTI I FAUTORI DELL'EURO. PERCHE' FINALMENTE IL POPOLO CAPIRA' COSE' L'EURO, IL PERCHE' E' STATO IMPOSTO AGLI EUROPEI PER D I S T R U G G E R L I.

gioet

Mer, 25/06/2014 - 11:37

vedi cara amorosi mi dai del comunista perchè sono antiberlusconiano ma se sei capace a leggere in un post precedente ho scritto che Montanelli,non sallusti,era un grande LIBERALE tira tu le conclusioni se ne sei capace

scipione

Mer, 25/06/2014 - 11:38

Grande uomo,grande statista.

Ritratto di Azo

Azo

Mer, 25/06/2014 - 11:38

X Antonello & pravda 99, Da come scrivete, per voi il tempo si è fermato e rimarrete sempre PARASSITI, APPROFITTATORI e CAPRONI. Dovreste ringrazziare, chi sta combattendo, per pulire il paese dalla CORRUZZIONE, che i nostri dirigenti parlamentari ci impongono con i loro sotterfugi e le loro ladronerie. Probabilmente siete anche voi come quelli impiegati statali, che timbrano il catellino d`entrata, ( per poi ritornare, nel pomeriggio e ritimbrarlo per la fine delle giornata lavorativa ).

denteavvelenato

Mer, 25/06/2014 - 11:38

@gigggi A parte persilvio46 che secondo me le spara troppo grosse (anche per un fan di Silvio) per il resto niente da dire, ci sarebbero forse solo un po' di nomi da aggiungere.

denteavvelenato

Mer, 25/06/2014 - 11:41

@mortimermouse Ma, allora, se le cose stanno così lei utilizza tutti i giorni metodi comunisti.

Frank.brownies

Mer, 25/06/2014 - 11:46

Un intervista spontanea..nulla di preparato......puro delirio di chi vede la fine...

Ritratto di Roberto53

Roberto53

Mer, 25/06/2014 - 11:47

Ha avuto la possibilità di cambiare davvero l'Italia cattosocialcomunista, ma non lo ha voluto fare (altro che Fini e Casini vari). Ormai è troppo tardi...

scipione

Mer, 25/06/2014 - 11:53

pravda99,i comunisti non ci sono piu'? Diglielo a Rizzo,Vendola ,Migliore,Rodota', Zagrebelki,Floris D'Arcais e sinistronzi cantando.Non dire ca....te e non farmi ridere co.....ne.

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Mer, 25/06/2014 - 11:55

Pravda99..tu sei l'evidenza empirica che il kommmmunismo esiste..ma sei talmente vigliacco ed opportunista..che taci per non rinnegare la tua ideologia del male e per saltare impunito sul carro del nuovo capo de PD..Matteo Fonzie..Rinnega l'ideologia che come il Nazismo ha causato milioni di morti..NON NE HAI IL CORAGGIO PERCHÈ SEI UN VIGLIACCO OPPORTUNISTA!!!

cicciosenzaluce

Mer, 25/06/2014 - 11:58

Covo di ladri e nient'altro !

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Mer, 25/06/2014 - 11:59

Mitico Silvio hai descritto con semplicità ed efficacia il quadro politico italiano degli ultimi anni..in sintesi una sodalizio tra La casta e suoi media di regime..e il PD Partito senza più valori..accomunati dall'interesse di difendere i propri interessi sulla pelle degli italiani..basta pensare che l'Iitalia è uno dei pochi paesi dove la Finanza e le banche sono rossa e stanno a sinistra!!!

Ritratto di Antonello1971

Antonello1971

Mer, 25/06/2014 - 11:59

attenzione al post di wilegio delle 10.43. leggetelo, c'è da morire. ora capite perchè stiamo conciati così???

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Mer, 25/06/2014 - 12:01

Mitico Silvio..unico Leader dei Moderati..non c'è bisogno di ribadirlo..sappiamo già che non ci abbandonerai mai e continuerai deciso nella battaglia per la libertà contro un'establishment da sempre kommmmuniusta !!!

cast49

Mer, 25/06/2014 - 12:03

ettore muti, A SAN VITTORE PENATI, ERRANI, VENDOLA, FASSINO, D'ALEMA, PRODI, FINOCCHIARO, ED ANCHE FINI, PERCHE' NO...

Ritratto di deep purple

deep purple

Mer, 25/06/2014 - 12:04

Per tornare a vincere Forza Italia, deve mandare via tutti quelli che stanno dentro in parlamento e sostituirli tutti con gente nuova (non residui dei vecchi partiti). Se però si continua a tenere Gasparri, Fitto e si vuole riportare all'ovile "AlFini", Renzi avrà vittorie regalate per anni.

bruna.amorosi

Mer, 25/06/2014 - 12:04

GIOET magari non so scrivere ma leggere si e quando dici che MONTANELLI era un liberale non approvo ,perchè un liberale accetta anche le idee degli altri no che alza i tacchi e saluta e se ne va . quella per me è fanatismo dovuto che a quei tempi ancora non c'era tutta la zozzeria giornalistica di oggi .oggi farebbe la fame perchè tutti gli scribacchini hanno famiglia e dipendono dagli editori .che poi non ti piaccia Sallusti può essere che non piaccia neanche a me ma non per questo lo debbo demigrare . e questa se ti pare è libertà .se facessi i nomi di scribacchini svenduti agli editori quelli di repubblica e del fatto quotidiano sarebbero da corte marziale per alto tradimento alla onestà che si deve alla informazione . .chiaro ??.

Ritratto di Antonello1971

Antonello1971

Mer, 25/06/2014 - 12:05

Azo, se l'antonello di cui parli sono io ti dico solo una cosa: prima di pensare al lavoro torna a scuola, il dittongo zio/zia non prevede la doppia z

cast49

Mer, 25/06/2014 - 12:05

ettore muti, HO DIMENTICATO NAPOLITANO IL GOLPISTA...

mzee3

Mer, 25/06/2014 - 12:06

Si ok, uniamoli tutti, lui,Dell'Utri, Meneguzzo,Brotto, Matteoli,Orsoni e i suoi compagni e chi ne ha più ne metta, tutti in una cella e buttate via la chiave, una volta per tutte!

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Mer, 25/06/2014 - 12:06

Il Giornale unico organo di stampa veramente liberele in Italia..la prova? Le centinaia di cazzate che i Trollskisky Sinistronzi malati&pagati possono postare ogni giorno su questo blog..cosa non consentita ai moderati sui media di Regime come Repubblica o il Corriere..

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Mer, 25/06/2014 - 12:10

La fortuna del Mitico Silvio..uno dei tanti elisir di lunga vita messi a disposizione gentilmente dai Kommmmunisti del PD..sono gli imbecilli come CiccioTestadiCazzo e Dentecariato..che sfogano ogni giorno le loro frustrazioni contro il Mitico Silvio..e rafforzano le convinzioni di noi moderati..di quanto siano mediocri ed infami a sinistra..!

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 25/06/2014 - 12:11

Unitevi su pochi,precisi,essenziali punti condivisi,che rappresentano,sono sentiti dalla maggioranza degli Italiani.Li conoscete bene.Vi stanno stretti,e un pò per i voti,le clientele, le varie greppie,continuate a mantenere questo andazzo,i privilegi,le poltrone strapagate,l'arroganza,l'incompetenza...

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 25/06/2014 - 12:12

Allora mi spieghi lei, Memphis35, perchè Berlusconi continua ad appoggiare renzi! Mi spieghi perchè prima urla e sbraita contro un senato di nominati e non eletti, poi, improvvisamente, cala le braghe e accetta la cosa, spostando l'attenzione sull'immunità, che è un falso problema. Io non posso sapere cosa ci sia realmente sotto, ma resto convinto che qualcosa gli abbiano promesso (non dimentichiamo che i processi contro di lui sono tutt'altro che conclusi), salvo poi il fatto di non mantenere le promesse... e non sarebbe la prima volta. Ma stavolta possono comprare il Cav. in prima persona, ma non i suoi elettori, che non ne possono più di questa "non-opposizione".

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 25/06/2014 - 12:13

#scipione.Sono obbligato a desumere che non hai letto il mio post delle 10:21. Altrimenti l'avresti definito: il più grande statista della Galassia.

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Mer, 25/06/2014 - 12:13

giggi..anziché scrivere cazzate..vai a suonare il campanello che c'è la Cremeria Motta!!

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Mer, 25/06/2014 - 12:15

Al gabbio gli imbecilli genovesi come ettoremuti..che al posto del cervello ha un Belin..molto piccolo!!

glasnost

Mer, 25/06/2014 - 12:17

Beh! uno che riesce a resistere in questo modo agli attacchi concentrici dei sinistri, della magistratura politica e dei massoni europei che vogliono papparsi l'Italia e tutte le sue imprese,è veramente un GRANDE.

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Mer, 25/06/2014 - 12:17

solo per i manettari come wilegio "l'immuità è un falso problema"...è ovvio la giustizia come arma politica contro l'avversario politico!!..la solita storia!!

Ritratto di deep purple

deep purple

Mer, 25/06/2014 - 12:17

Per tornare a vincere Forza Italia, deve mandare via tutti quelli che stanno dentro in parlamento e sostituirli tutti con gente nuova (non residui dei vecchi partiti). Se però si continua a tenere Gasparri, Fitto e si vuole riportare all'ovile "AlFini", Renzi avrà vittorie regalate per anni.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 25/06/2014 - 12:18

Ah sì? La faccio ridere, Antonello1971? Allora ci spieghi lei cosa sta succedendo! Non è forse vero che F.I. sta appoggiando le (finte) riforme di renzi, contro il parere e la volontà della stragrande maggioranza della propria base? E non è forse vero che grillo sta facendo tentativi di montare anche lui sul carro del vincitore, dopo l'emorragia di parlamentari e di voti subita? Ci dica lei, illuminato e ironico commentatore, come la vede.

cicciosenzaluce

Mer, 25/06/2014 - 12:19

amorosi,Montanelli era un giornalista e uomo LIBERO,e non voleva fare il servo e scrivere cose dettate da un malfattore,come poi si è rivelato il vostro capo ed elargitore,di tutti i cretini che albergano qui!

moichiodi

Mer, 25/06/2014 - 12:20

la foto fa pensare che berlusconi dica a montanelli di tornare uniti. ma,credo, montanelli non lo vorrà vicino nemmeno nell'al di là(quando sarà per berlusconi)

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Mer, 25/06/2014 - 12:21

Mr Blonde..BRAVO RINGRAZIA SEMPRE CHI TI DA LA POSSIBILITÀ DI ESPRIMERTI LIBERAMENTE..RARITÀ TRA I MEDIA ITALIANI!!

Pinozzo

Mer, 25/06/2014 - 12:22

La solita collezione di palle e aneddoti inventati e incensati dal lacche' zio tibia. La verita' e' che montanelli disse che il preg era un virus da cui gli italiani dovevano farsi gli anticorpi. Ora se li sono finalmente fatti.

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Mer, 25/06/2014 - 12:27

Solo un combattente , un'eroe vero..può resistere a a vent'anni di attacchi infami dei media di regime e di una magistratura infame..che vigliaccamente sfrutta un'istituzione di tutti gli italiani per combattere una guerra di parte..hanno cercato di attaccarlo sul piano dell'immagine, sul piano delle libertà personali, sul piano politico, sul piano patrimoniale, sul piano istituzionale con il voto infame sulla decadenza..il Mitico Silvio è sepre li..più deciso che mai a guidare i moderati Italiani contro un'establishment fatto di caste politiche kommuniste e finanziarie, di poteri forti e privilegiati della burocrazia!!..PERCHÈ COSÌ VUOLE IL POPOLO!!!

cicciosenzaluce

Mer, 25/06/2014 - 12:28

Raddrizzo le banane,ma quando te la levi quella grossa che hai lì? Finocchio che non sei altro !

soldellavvenire

Mer, 25/06/2014 - 12:28

"Presidente Berlusconi, nel giugno del 1974 nasce Il Giornale. Lei che faceva, chi era?" - "non capisco perché mi fa questa domanda"

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Mer, 25/06/2014 - 12:33

Montanelli grande Giornalista..ebbe il solo torto di essere vittima della sua personalità..e di finire i suoi giorni osannato opportunisticamente dai suoi nemici..quelli che l'avevano gambizzato e che aveva combattuto con la penna eroicamente per tutta la vita..a differenza di infami come Fini ed Alfano che saranno ricordati come infami traditori..Montanelli ci lascia un'eredità di un grande Giornalista che ha narrato in maniera magistrale decenni di storia di questo paese!!!

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Mer, 25/06/2014 - 12:35

Buone e precise le domande del Dr. Sallusti al Berlusconi. Molte "Tiepide" invece le risposte di Berlusconi per il fatto esclusivo di avere la "Spada di Damocle" imposta dalla Giustizia Italiana ad un grande Politico Italiano ed ex Premier di lunghi Governi non asfissianti per il Popolo Tutto sia di SX che di DX.Non mi va giù invece il fatto della frase "TORNIAMO UNITI". Ma co chi tu Berlusconi, VUOI TORNARE UNITO ? Con una accozzaglia di "VECCHI" Politici ARRIVISTI zeppa di "GALLI" sempre a cantare.Debbo pensare quindi che, ancora una volta, ricadresti nei soliti errori del passato. E' al Popolo Italiano a cui dovresti rivolgere il tuo pensiero e la sua DIFESA REALE! I piccoli Partiti sono quelli che hanno sempre rovinato la Politica Italiana compreso i grandi Partiti stessi. Per questo, direi, dovresti mirare esclusivamente alla difesa del popolo. Ed infine circa la libertà di questo "Il Giornale" di poter scrivere commenti (Anche secondo Disclamer) debbo dire che questo non risponde a verità. E non si è mai saputo il PERCHE'. Post di DX vengono continuamente falcidiati mentre invece abbondano quelli di SX anche se apertamente OFFENSIVI e CALUNNIOSI.Sovente anche a me ed in particolare nei giorni festivi, mi vedo falcidiato con i Post anche se scritti a norma di Legge. Evidentemente fra i Censori (Se esistono) ce n'è qualcuno che "mangia" pane di Dx e simpatizza per la SX. Non si può pensare ad altro dopo TANTI ANNI DI COMMENTI. Da vero indipendente che sono, debbo aggiungere che proprio Domenica scorsa ho pensato fra di me di non fare più commenti... di finirla insomma.

cicciosenzaluce

Mer, 25/06/2014 - 12:37

bananaro,sei talmente protetto in questo merdaio,che non pubblicano le cose contro di te,evidentemente accettano tutto ciò che ti esce da quella bocca fetida che hai,perchè sei uno dei migliori squallidi servi che hanno.

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Mer, 25/06/2014 - 12:38

Pinozzo i moderati Italiani si sono fatti gli anticorpi contro i Trlllkisky infami come te che seminano idiozie..esattamente come fanno le capre con le palline nere che lasciano sui sentieri di montagna!!

scipione

Mer, 25/06/2014 - 12:42

Memphis35,sono un liberale del partito dell'amore,leggo anche i post dei co...ni e quindi ho letto il tuo post delle 10.21.Se ti sta tanto a cuore diro' " IL PIU' GRANDE STATISTA DELLA GALASSIA " Contento? Pero',dico io,si puo' essere cosi cretini?Lo so che i sinistronzi lo sono,ma sino a questo punto.....Memphis,Pace e Bene.

gioet

Mer, 25/06/2014 - 12:44

amorosi vedi che inizi a capire,si puo' essere liberali e non votare berlusca o farsi piacere il suo lacchè sallusti,e poi che bello ragionare senza insulti

mzee3

Mer, 25/06/2014 - 12:44

RaddrizzoLeBanane- Solo un delinquente molto ricco può pagare un giudice per salvarlo dalla galera.Solo un delinquente molto ricco, ma bravo nell'abbindolare dei creduloni ignoranti, può farsi delle leggi per non andare in galera.Solo un ignorante non conosce la differenza che c'è tra una persona moderata e un villano,ignorante. Un moderato non direbbe mai le cose che dice lei, proprio per definizione. E' la stessa differenza che c'è tra l'essere autorevoli ed autoritari, tra la signorilità e l'essere coatti, tra un mafioso ed un eroe. Mai darei dell'eroe ad un Dell'Utri o a un Mangano perchè offenderei tutta quella brava gente che ogni giorni si sveglia,va la lavoro e suda per mantenere la famiglia. Questi sono degli eroi. Lei rappresenta il peggio dell'Italia,lei fa parte di quelli che stanno nelle retrovie e aspettano l'occasione per saltare fuori all'ultimo momento e guarda chi sarà il vincitore per affiancarlo e dire:"c'erp anch'io".Continui a raddrizzare le banane!

soldellavvenire

Mer, 25/06/2014 - 12:46

wilegio - a lei la mia solidarietà e l'onore delle armi, per la vana difesa dei valori della destra di cui si è appropriato un pregiudicato socialista e per essere addirittura accusato (lei!) di comunismo!! ma sono per questo detti bananas...(firmato, un comunista vero)

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Mer, 25/06/2014 - 12:48

@bruna.amorosi ti piacerebbe che cambiassimo discorso, vero? Eh no!! Il problema è resta sempre berlusconi ed ogni giorno bisogna evidenziare le schifezze del suo governo e la frode che ha fatto agli italiani onesti. Tutto in piena legalità, ma evidenziarlo sempre ed in qualsiasi discorso. In sintesi io sono onesto e berlusconi no, lo afferma la legge democratica della nostra Repubblica.

soldellavvenire

Mer, 25/06/2014 - 12:53

perché montanelli fu cacciato? forse perché "incontrollabile, irresponsabile ed impunito"?

Atlantico

Mer, 25/06/2014 - 12:56

Faccio i miei auguri al Giornale, ( come farei per qualunque altro quotidiano di qualunque tendenza ) che ha una linea politica che non riconosco come tale, ma che ospita ( quasi sempre senza censure ) anche chi non la pensa come il direttore. Detto questo, però, non si può far finta di non sapere quale fu la vera ragione dell'abbandono di Montanelli, anche perché ce lo disse lui stesso nel 1994 con queste parole che riporto letteralmente:"L'Italia di Berlusconi finirà male, malissimo, nella vergogna e nella corruzione. E sarà stato inutile avere ragione." Qualcuno può forse dire che Indro Montanelli, nel 1994, non fu profetico ? Anche perché le cose non sono già successe, non del tutto quanto meno, ma stanno ancora succedendo sotto i nostri occhi, oggi e ancora negli anni futuri. La profezia di Indro Montanelli non è ancora del tutto concretizzata.

soldellavvenire

Mer, 25/06/2014 - 13:02

ALESSANDRO DI P... - "Censori (Se esistono)" anche a lei va la mia solidarietà, la risposta è Sì: il loro nomi sono mortimermouse e raddrizzolebanane

narteco

Mer, 25/06/2014 - 13:23

Oggi se Montanelli fosse vivo, visto il successo del Giornale non potrebbe che fargli i complimenti,dopo Montanelli la linea del giornale è rimasta la stessa lineare e fedele nei confronti dei suoi lettori veri e unici padroni del giornale che vogliono fatti raccontati irrefutabilmente ossia il contrario dei media sinistrati e servili dei vari ezio mauro con la sua repubblica delle banane sempre china nei confronti di demaledetti qualunque porcata faccia o abbia fatto idem dicasi degli altri giornalucoli dei comunisti al caviale,tra di loro è tutto un copia incolla del loro putrido pensiero unico basato solo sull'odio,invidia,menzogna.Montanelli oggi sicuramente ritornerebbe sui suoi passi,ripudiando la sua scelta di allora dovuta più alla sua indole narcisa da sebastian contrario che non ammetteva critiche,tutti quei buffoni sinistrati che oggi lo acclamano e glorificano sono quelli che davano ad Indro del fascista servente berlusconiano fino a pochi minuti prima che se ne andasse dal giornale,sono quelli che brindavano con la vile e spregevole gae aulenti alla sua gambizzazione sperando in un prossimo riuscito agguato mortale.Montanelli viene usato ancora oggi vilmente dai sinistronzi solo per attaccare Berlusconi che gli ha sempre dato totale autonomia e libertà come lo stesso Montanelli ha sempre confermato perfino dopo la sua dipartita,la stessa autonomia e libertà totale che oggi hanno Sallusti e prima Belpietro e Feltri.Il giornale e libero sono tra gli unici giornali quotidiani veramente liberi che scrivino fuori dal coro unico dei ciarlatani mistificatori nonché servi serventi del mefitico e purulento pensiero unico della sinistra comunistoide al caviale et champagne.Oggi Il Giornale compie 40 anni. Onore a Indro Montanelli che l'ha fondato, a Vittorio Feltri che l'ha ereditato e rilanciato mantenendone il credo, ai direttori che si sono avvicendati e alle centinaia di giornalisti che l'hanno sostenuto con il loro lavoro onesto,sincero e obbiettivo ed infine ai lettori unici veri padroni che ne hanno approvato la linea fino ai giorni nostri.

bigdom

Mer, 25/06/2014 - 13:31

$mortimermouse$ “Nel '94 scesi in campo perché gli eredi dei comunisti stavano per prendere il potere dopo aver scardinato la democrazia con l'uso politico della giustizia” (Berlusconi,2005). Che fallimento! A distanza di vent'anni comunisti dappertutto. Infatti hanno cambiato solo nome, ma i metodi sono sempre gli stessi: insultare, mentire, infangare, rubare, rovesciare la realtà dei fatti,ecc. Speriamo bene per i prossimi vent'anni.

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Mer, 25/06/2014 - 13:37

Luigitipiscio..finalmente dopo tante palle una verità.."lo afferma la legge democratica della nostra Repubblica."..intesa ovviamente come carta la igenica pubblicata a Roma in Via Cristoforo Colombo 90 e che uso ogni mattina in bagno..

Ritratto di NangaParbat

NangaParbat

Mer, 25/06/2014 - 13:39

ma non era un certo Montanelli che soleva di dire di B.: "se lo conosci lo eviti2?. E l'altro adesso che impunemente ne tesse le lodi.Patetico come al solito eh..

giottin

Mer, 25/06/2014 - 13:42

Spiego per la n volta a Berlusconi che noi elettori SIAMO UNITI, il problema è solo quello di far fuori tutti quelli di cui ti sei circondato fin'ora e che ti hanno portato allo sfacelo, vuoi che te li ricordi: fini, casini, alfano e tanti altri che non nomino nemmeno tanto sai benissimo di chi si tratta. Ecco fai fuori tutti costoro e poi vedrai che noi ci saremo. Te lo dico in milanese: t'è capì!

Ritratto di pravda99

pravda99

Mer, 25/06/2014 - 13:49

Mortimermouse e` come Suarez. Non riesce a contenersi. Uno mozzica, l'altro vorrebbe ma e` sdentato, e allora si da` alla coprolalia. In entrambi i casi siamo nel patologico. (Pero` Suarez e' un becca-milioni calcistico, mentre Mortimermouse e` un beccamorto intellettuale). Lo stesso vale per RaddrizzoLeBanane....

Ritratto di atlantide23

atlantide23

Mer, 25/06/2014 - 13:50

Non c'e' che dire : e' un grande . Per questo ha commesso qualche errore e qualche peccatuccio. Solo i piccoli miserabili non glieli perdonano!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 25/06/2014 - 14:03

PRAVDA99 invece di fare insulsi commenti, perché non ammette che abbiamo ragione? :-)

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 25/06/2014 - 14:16

"Non mollerò mai, si voterà presto e batteremo la sinistra". Si, certo, bellissimo. Ma la foto è di 20 anni fa.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 25/06/2014 - 14:17

#scipione. Sarai anche liberale e Ing. Ma della stessa forza di Mortimer se mi collochi a sinistra.

Ritratto di pravda99

pravda99

Mer, 25/06/2014 - 14:19

Tra le tante balle sbrodolate nell'intervista, quelle sull'amicizia "disinteressata" con Craxi sono le piu` pacchiane. Certo che la domanda sorge spontanea...Ma CHI ha tratto il maggior vantaggio dalla disgrazia giudiziaria di Craxi, tolto di mezzo grazie a certe soffiate (pizzini) sulla destinazione (Via Turati) di certi borsoni di denaro (mazzette)...? Forse Di Pietro dovrebbe finalmente vuotare il sacco su come sono andate esattamente le cose, e su CHI ha dato un aiutino all'inchiesta Mani Pulite...

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Mer, 25/06/2014 - 14:28

pravda99..kommmunista vigliacco et opportunista..salti sul carro di Matteo Fonzi..senza rinnegare la tua ideologia sanguinaria ..mezzo uomo ipocrita!!

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 25/06/2014 - 14:38

"Non mollerò mai, si voterà presto e batteremo la sinistra". Si, certo, bellissimo. Ma la foto è di 20 anni fa.

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Mer, 25/06/2014 - 14:38

Pravda99 è come l'arbitro messicano Moreno uno che pretende di esprimere giudizi superpartes..ma in realtà si rende ridicolo perché rivela solo di essere un venduto all'ideologia kommmunista che in maniera ipocrita non rinnega...perchè deve omologarsi in silenzio al nuovo padrone Matteo Fonzie..come tutti i punkabbestia pidokkiosi che frequenta!!..quanto ai soldi..beh lui in quanto kommmunista è per definizione un morto di fame!!

david71

Mer, 25/06/2014 - 14:38

soldellavvenire 13:02 Non capisco se è una sua opinione o ne ha le prove? Cioè ...spesso ho letto che sono della redazione ma non capisco se è una leggenda o la realtà.

Ritratto di gpdimonderose

gpdimonderose

Mer, 25/06/2014 - 14:46

...senz'altro...balòrditalia...#fatta-a-brandelli...#fatta-a-prandelli...#brandellid'italia...#brandellitalia...#nonsolo(uru)guay...#senzauruguay...senzasenso...senzaverso...#senzanike di samotracia...senzatraccia...senz'altro...#abetebete...#habemusbalòrdid'italia...#senzabalòrdell'italia...#balòrditalia...#fatta-a-brandelli...#fatta-a-prandelli...

Ritratto di pravda99

pravda99

Mer, 25/06/2014 - 14:50

Mortimermouse, Raddrizzo... Ma cosa vi fa pensare che io sia comunista? E` piu` per il fatto che dissento dall'opinione del gregge di Pecorelle della Liberta` a cui appartenete, oppure e` il mio pseudonimo? Nel primo caso vi date la ZAPPA SUI PIEDI, perche', oltre ad ostentare la vostra maleducazione fisiologica e patologica, fate anche una figura intellettuamente barbina: solo un troglodita intellettuale puo` etichettare uno con un'idea diversa come "comunista"...Nel secondo caso, anziche' la zappa sui piedi, vi date un DITO NELL'OCCHIO: vedete care Pecorelle del gregge, io mi sono chiamato Pravda un po' perche', cosi` come il rosso solletica il bestiame a corna, "Pravda" solletica...sempre il bestiame a corna. E dall'altro perche' il Giornale altro non e`, per il suo servilismo acritico e la sua propaganda menzognera, che una Pravda italiana dei giorni nostri. In altre parole siete tra coloro che, qundo gli si indica la luna, guardano il DITO (e ve lo mettete nell'occhio appunto). Su con la vita Pecorelle, altri 40 anni cosi`!

fottosinistrati

Mer, 25/06/2014 - 15:02

luigipiso ai tuoi posto non sai se ridere o piangere ...ma tu ci sei o ci fai ???? per esempio , bifolco morto di fame, con le dichiarazioni del pentito Iovine sulla procura di napoli (cioè la tua beniamina) ti sei girato dall'altra parte ....sparisci schifoso

Ritratto di massiga

massiga

Mer, 25/06/2014 - 15:03

evviva il cambiamento, evviva i giovani in parlamento!

Accademico

Mer, 25/06/2014 - 15:14

Vedo la foto del Cavaliere di qualche anno fa, e la sua calvizie incipiente, già allora, lo rendeva particolarmente interessante. Fossi in Berlusconi, denuncerei quell'incapace del suo tricologo e, con lui, chi gli ha guastato i lineamenti del volto.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 25/06/2014 - 15:55

#wilegio "Ma stavolta possono comprare il Cav. in prima persona, ma non i suoi elettori, che non ne possono più di questa "non-opposizione". Bravo! Finalmente! Ma non sono io il destinatario di questa spiegazione esauriente e perfetta. Bensì i soliti irriducibili e astutissimi silvioti al tungsteno che infestano questo forum. Pronti a tacciare di sinistronzismo chi questa "pastetta" ha capito e denuncia da tempo.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 25/06/2014 - 16:08

#Accademico. Quel dommage!

Ritratto di romy

romy

Mer, 25/06/2014 - 17:26

Grande Silvio,grazie per essere stato un incidente di percorso nei confronti di certi percorsi per affossare l'Italia,è vero che non molleranno in un modo o nell'altro,ma anche Tu insieme a Noi non mollerai di certo,ed alla fine vinceremo di nuovo,questa volta il grosso della Sinistra Italiana dovrà collaborare con Te grazie alla presenza di Renzi a sinistra.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Mer, 25/06/2014 - 17:36

Io non credo che quella sparuta pattuglia di nuovo centro destra abbia ancora capito quale ruolo stia avendo in questo Governo ma sono convinto che ormai hanno come una corazza fatta d'orgoglio e vanagloria che, essendo Ministeriali, sembrano padreterni. Non si accorgono del cambiamento del vento e così quelli di Fratelli d'Italia che sembrano spariti e non hanno alcuna direzione evidente alla loro marcia; quindi restano Forza Italia e Lega e penso che insieme faremo grandi cose. Storace mi sembra la persona più accorta della Destra Italiana e vorrei che facesse un salto di qualità cercando, insieme a Forza Italia e Lega di creare un Triunvirato vincente; troppi individualismi nella destra fanno male a tutti e non lo capiscono. Shalom

vilo55

Mer, 25/06/2014 - 18:14

Ma Cesano Boscone può contenere tutti???

Ritratto di rapax

rapax

Mer, 25/06/2014 - 18:38

allora c'erano i komunisti...perche' lei adesso cosa e'?? non ci sono piu' i komunisti?? e allora com'e che quando c'e un accenno a sinistra di socialismo moderno e liberale, i mal di panza, i vomiti, gli sgambetti..all'interno del pd non si contano???

Ritratto di rapax

rapax

Mer, 25/06/2014 - 18:45

Cara redazione commenti gravemente insultanti come tristano e gioet...sinceramente, come fate a pubblicarli? e che cavolo, va be la democrazia..ma qui pubblicate gli insulti della peggior feccia delle zeccacce..andiamo, incomprensibile, tra l'altro le zeccacce, mica apprezzano tale possibilita' non rendono giustizia a questa "democrazia" giornalistica..ma ne approfittano per buttare secchiate di m...ridendo pure del giornale...

Ritratto di rapax

rapax

Mer, 25/06/2014 - 18:54

pravda e gioet e si effettivamente pubblicando a palla le vostre minchiate e' diventato il diario del "pregiudicato" ma non vedete quanto siete zeccacce pussate via! cicciosenzaluce..andiamo non esageri..io con il Cav ultimamente sono stato abbastanza duro, anzi..ma purtroppo tutto il suo rancore lo deve concentrare verso un individuo spilungone abbronzato occhialuto..indovini chi e'? che inizio' il suo processo di demolizione della dx gia' a Fiuggi..

Paul Vara

Mer, 25/06/2014 - 19:28

Chi non è con Berlusconi è comunista, il popolino ha assimilato il messaggio predigerito del partito-azienda.

soldellavvenire

Mer, 25/06/2014 - 19:48

david71 - sai cos'è un "flood"? ecco, prova a farne uno qui, se ci riesci: beh loro "riescono"... no, non ho le prove, semplice fantasia

emmea

Mer, 25/06/2014 - 20:54

Torniamo uniti, avanti, tutti dentro: Casini, Fini, Bossi, Scajola, Galan, Cosentino e chi più ne ha più ne metta. Anche gli ex carcerati, condannati e indagati. Tutti dentro purchè si torni uniti. Però non dice per fare cosa visto che quando la maggioranza di centrodestra era forte non hanno combinato un tubo e si è fatto disarcionare senza combattere e possiamo immaginare per quale ragione. Berlusconi non si rende conto, lui che evidentemente vive in un altro pianeta che in due tornate elettorali ha perso 10 milioni di voti e nessuno ne parela. Un vero leader si sarebbe dimesso anche per meno. Forse crede che i voti siano in frigorifero aspettando che lui rifaccia l'unione dei moderati. Non ha capito che nel 22-25% del M5S la metà sono voti ex PDL. Patetico.

Ritratto di mark 61

mark 61

Mer, 25/06/2014 - 21:22

è l ‘ultima chiamata a difesa dei nostri valori .........COSI GIUSTO PER RICORDARE di quali MODERATI sta parlando ??quella della vigliaccheria morale, del cialtronismo, della corruzione,o incompetenza, carrierismo sfrenato, prostituzione morale e materiale, ignoranza, egoismo, ladri, corrotti , evasori ladri farabutti e parassiti di CHE parli ?

Ritratto di mark 61

mark 61

Mer, 25/06/2014 - 21:26

mortimermouse Mer, 25/06/2014 - 11:12 ridicoli questi commenti scritti dai sinistronzi :-) a proposito, signor cretino curati non è mai troppo tardi

sengol

Mer, 25/06/2014 - 23:52

ahahahah bravo sallusti con questa "intervista" dai un bell'esempio di come avete ridotto il giornale e delle tue doti di lecchino ....attento che ti vanno di traverso i peli del culo del berlusca

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 26/06/2014 - 00:09

A differenza dei trinariciuti che passano da uno smacchiatore di giaguari ad un fiorentino ciarlone, noi di FI abbiamo come leader un vero statista. Un uomo che combatte e resiste da vent'anni contro dei cani arrabbiati che vestono impropriamente la toga di magistrati.

Ritratto di MACzonaMB

MACzonaMB

Gio, 26/06/2014 - 01:06

Probabilmente qualcuno lo ha già enunciato o forse no: la psicologia "criminale" insegna che quanto più un avversario è temuto, tanto più tempestivamente viene rincorso da cani idrofobi dall'istinto sciacalleggiante. A quanto pare i soliti noti non perdono un solo secondo a giocare di "straining" che è pur sempre una variante del "mobbing". Viene confermata così l'invidiabile fama indistruttibile di SILVIO FOREVER.

david71

Gio, 26/06/2014 - 09:51

Soldellavvenire, sono andato a leggere di cosa si tratta. Mi pare di aver capito che sono un fiume di messaggi spediti in sequenza. E loro riescono a farlo? In realtà pensavo fosse il tono esasperatamente sgangherato dei loro post a far sorgere il dubbio e non un artifizio informatico. Comunque grazie per la consulenza "informatica"….