"Ecco per chi tifava Dante...". Crosetto e quel post su Twitter

Il post ironico del ministro Crosetto dopo le polemiche sul ministro Sangiuliano per quella frase su Dante

"Ecco per chi tifava Dante...". Crosetto e quel post su Twitter

Le parole del ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano alla kermesse milanse di Fratelli d'Italia hanno scatenato le isterie della sinistra. Guai ad associare la figura di Dante Alighieri ai valori che hanno formato il centrodestra. Infatti si è subito generata una vera e propria levata di scudi da parte dei soliti personaggi.

A chiudere, si spera, una volta per tutte la questione ci ha pensato oggi il ministro della Difesa Guido Crosetto con un post ironico. Un messaggio lasciato su Twitter allo scopo di porre fine in modo scherzoso alla faccenda. "Dante tifava per il Pisa", cinguetta il ministro Crosetto su Twitter, aggiungendo anche una faccina che fa l'occhiolino, nel caso in cui qualcuno non cogliesse la facezia. E, ancora: "Si ha il diritto, ed il dovere, di scherzare, in un momento di relax, anche rivestendo ruoli istituzionali. Chi pensa di no, vorrebbe istituzioni interpretate e non vissute".

Un messaggio piuttosto chiaro. E ci si augura che chi di dovere lo abbia colto, perché non è possibile scatenare polemiche anche su simili argomenti. Parlando di un personaggio molto caro alla cultura italiana, il ministro Gennaro Sangiuliano aveva infatti dichiarato: "So di fare un'affermazione molto forte, ma ritengo che il fondatore del pensiero di destra in Italia sia Dante Alighieri".

Tanto è bastato a far scatenare i soliti noti. Evidentemente, per alcuni, la cultura è solo di sinistra. "Piegare la verità secondo proprie necessità, sottomettere la storia alla propria narrazione. È questo che fa la destra", ha tuonato Nicola Fratoianni di Sinistra Italiana. "Ma si può?!", è stata le reazione scandalizzata di Carlo Calenda. "L'unica cosa certa è che Dante metterebbe questo governo nel girone degli ignavi", ha invece commentato l'europarlamentare dem Pina Picierno.

Chissà se il tweet di Crosetto servirà davvero a mettere la parola fine alla querelle. "Meno male che lei ha il coraggio di dissacrare una polemica che nasce già nel ridicolo", ha commentato un utente sotto al post. Qualcuno, invece, non ha gradito, ed ha rincarato pure la dose: "Più che il momento di relax, è che se non provi a buttarla in battuta, non si sa come difenderla! Magari dica qualcosa di scherzoso anche su Meloni che pensa di essere la reincarnazione di Garibaldi".

A fare dell'ironia sagace

anche il senatore azzurro Maurizio Gasparri: "Calenda grazie a Sangiuliano scopre che Dante era un poeta, il sommo poeta, e non il titolare della nota pizzeria 'Da Dante il re della margherita'".

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
ilGiornale.it Logo Ricarica