Gli eurodeputati si mobilitano per l'imprenditore sulla cupola

Le concessioni demaniali marittime arrivano fino al ministro per gli Affari Europei Enzo Moavero Milanesi rimbalzando a Strasburgo. «È necessario riaprire il dialogo a livello nazionale, con le associazioni di categoria dei balneari che stanno facendo molti sforzi e all'interno della Conferenza Stato Regioni», scrivono in una lettera aperta una trentina di europarlamentari, tra cui Lara Comi (Pdl), dopo la protesta sulla cupola di San Pietro dell'imprenditore triestino del settore balneare, Marcello Di Finizio (nella foto). Che ieri ha spiegato il suo gesto: «Il messaggio importante è protestate, scendete in piazza e fatevi valere in tutti i modi, ma non suicidatevi e non commette violenza». Una protesta clamorosa che, prosegue la lettera degli eurodeputati, «richiama alle nostre responsabilità per dare una soluzione all'annosa questione delle concessioni demaniali. Inutile ricordarle che il settore rappresenta un'importante ricchezza per l'Italia e merita tutta la nostra attenzione e il nostro sostegno».

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento