Interni

"È già stato depositato...". Salvatore Baiardo candidato sindaco di Bagheria

Salvatore Baiardo ha confermato la sua candidatura a sindaco di Bagheria, comune in provincia di Palermo, con il "Partito dei Poveri"

"È già stato depositato...". Salvatore Baiardo candidato sindaco di Bagheria

Ascolta ora: ""È già stato depositato...". Salvatore Baiardo candidato sindaco di Bagheria"

"È già stato depositato...". Salvatore Baiardo candidato sindaco di Bagheria

00:00 / 00:00
100 %

Colpo di scena nelle elezioni comunali di Bagheria. Tra i candidati ci sarebbe anche Salvatore Baiardo. Ed è lui stesso ad annunciarlo dal suo profilo di TikTok, dove ha inaspettatamente un largo seguito. Qui ha pubblicato quella che ha tutta l'aria di essere un volantino elettorale per il sedicente "PdP - Partito dei Poveri". Chi pensa che possa trattarsi di una boutade sbaglia, perché è stato lo stesso Baiardo a confermare il tutto a La Zanzara. "È già stato depositato tutto, per questo ho dato la notizia", ha detto l'uomo, noto per essere stato condannato a 4 anni per favoreggiamento dei fratelli Graviano.

Durante la telefonata con Giuseppe Cruciani e David Parenzo, portata avanti tutta in terza persona, Baiardo nega anche di essere attualmente agli arresti domiciliari. Anzi, nega di esserci mai stato, al contrario di quanto è noto alla stampa. Al di là di questi dettagli, la sua candidatura a sindaco di Bagheria ha inevitabilmente avuto effetto sul dibattito politico locale. "Sono senza parole, Salvatore Baiardo, uno dei fiancheggiatori dei boss Graviano, si candida a sindaco di Bagheria? Così ha scritto sul suo TikTok. Dopo aver bloccato la sua candidatura europea, adesso ci prova per le comunali. Ritengo che stiamo superando ogni limite di decenza. Lo sfido, se vorrà, ad un confronto pubblico proprio a Bagheria", ha dichiarato Ismaele La Vardera, vicepresidente della Commissione antimafia.

Baiardo, che è sempre pronto a "sfidare" i suoi interlocutori a un confronto vis a vis, come ha fatto anche con David Parenzo durante la telefonata, piuttosto animata, a La Zanzara, non si è tirato indietro. Definendo il vicepresidente della Commissione antimafia come un "ragazzino", ha dichiarato che "questo soggetto, questo soggetto politico che adesso si candiderà alle europee che sempre per avere un po' di visibilità, perché altrimenti non ne avrebbe più di tanto, si diverte ad attaccare il Baiardo".

Quindi, nel suo video, aggiunge: "Non ha contenuti, uno che avrebbe il coraggio per lo meno di mettere la faccia e avere un confronto diretto politico con il Baiardo non si nasconde ma piuttosto affronta il Baiardo in un dibattito". Il video prosegue così per diversi minuti e ora resta da capire se questo confronto ci sarà. Con la candidatura di Baiardo salgono a sei i pretendenti alla sedia di sindaco di Bagheria.

Commenti