I garanti del Pd fanno fuori due nomi di punta in Sicilia

Fuori dalle liste Crisafulli, Papania e Caputo. Brembilla e Luongo rinunciano alla candidatura

Il segretario del Partito Democratico, Pier Luigi Bersani

Fuori dalle liste Mirello Crisafulli, Antonio Papania, Nicola Caputo. Lo ha deciso la Commissione nazionale di garanzia del Partito Democratico, presieduta da Luigi Berlinguer sul dossier liste pulite.

La Commissione ha inoltre preso atto di due rinunce volontarie alla da parte di Bruna Brembilla e Antonio Luongo. Nella delibera dei Garanti del Pd si spiega che, al termine delle verifica effettuati sulle candidature,"sono emerse situazioni relative a candidati nei confronti dei quali, per reati contro la Pubblica Amministrazione, è stata emessa sentenza di condanna oppure decreto di rinvio a giudizio. Per essi si ritiene necessario il ricorso a valutazioni per la tutela dell’immagine e dell’interesse generale del Pd, sulla base di un criterio di opportunità previsto dall’ordinamento interno".

Antonio Papania ha patteggiato una condanna per abuso d'ufficio. Per lo stesso reato è indagato Crisafulli, mentre Caputo è indagato per truffa e peculato nell'inchiesta napoletana sui rimborsi d'oro. Luongo, che ha rinunciato alla sua candidatura, è stato rinviato a giudizio per corruzione. Alle recenti primarie, Mirello Crisafulli e Nino Papania avevano ottenuto il 12% delle preferenze rispetto al totale dei votanti, poco sopra i 100 mila. Crisafulli, nella sua Enna, prese 6.348 voti, mentre Papania, a Trapani, 6.165.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di luigipiso

luigipiso

Ven, 18/01/2013 - 20:24

NOn c'era bisogno di fare un articolo, tutta l'Italia conosce l'onesta di Bersani e del suo partito.

Ritratto di venividi

venividi

Ven, 18/01/2013 - 20:25

Ma sì, nessun problema ! Torneranno umma a umma in qualche bel posticino con un bel stipendio.

therock

Ven, 18/01/2013 - 20:31

Aspettiamo con ansia il verdetto dei garanti del pdl su cosentino, cesaro, dell'utri, milanese e verdini....

kolton jones

Ven, 18/01/2013 - 20:33

Ma i 2 euro di inutili primarie siciliane li restituiranno mai ai cittadini?

pepperconarse

Ven, 18/01/2013 - 20:53

Non ci cascate ,E' solo propaganda.

pepperconarse

Ven, 18/01/2013 - 20:53

Non ci cascate ,E' solo propaganda.

pepperconarse

Ven, 18/01/2013 - 20:53

Non ci cascate ,E' solo propaganda.

Ritratto di caputese

caputese

Ven, 18/01/2013 - 20:55

Ennesima lezione per il grande popolo delle "libertà"!

nebokid

Ven, 18/01/2013 - 21:02

Bisogna arrivare alle liste pulite cosi saremo noi elettori a scegliere veramente i migliori e ne saremo responsabili.

dukestir

Ven, 18/01/2013 - 22:07

Onore al PD.

peter46

Ven, 18/01/2013 - 23:25

Dukestir,Caputese e Luigi Piso...onore ai giornali che da una settimana rilanciano il caso ogni giorno,compresi alcuni di parte.Se fosse stato per il PD...campa cavallo.Come mai alle primarie,se questo è stato il risultato,si sono potuti candidare "cani e p..."?Un po' di pudore non guasta mai...per i "duri e puri" o volete dimostrare di non essere diversi dai "bananas".

luca 1972

Sab, 19/01/2013 - 02:16

non ci posso credere che la maggioranza degli italiani consegnerà le chiavi del paese a un massone esecutore fallimentare bancario come monti sostenuto , a mo di stampella dalla sisnitra,povera italia. che trstezza. silvio un leone ancora a 76 anni.troppi giovani bamboccioni non hanno capito il vero volto della sinistra purtroppo.

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Sab, 19/01/2013 - 07:52

Così la Finocchiaro può darsi che ce la faccia.

maxmello

Sab, 19/01/2013 - 08:42

L'Italia che vorrei...