I PROF CI TASSANOE POI FRODANO IL FISCO

Il sottosegretario alla Giustizia Andrea Zoppini accusato di aver aiutato alcuni imprenditori a realizzare una frode fiscale. È il terzo scivolone dell'esecutivo

Un membro del «governo delle tasse» accusato di frode fiscale è come un cieco messo a fare il vigile o un astemio in casa Antinori. Non ci si crede. Non c’azzecca nulla, direbbe Antonio Di Pietro. Peggio: ti rovina l’immagine, demolisce in un attimo quello che hai costruito. Ecco, nel tecnoesecutivo dei professori, tra i ministri che hanno innalzato la pressione fiscale a livelli borbonici, non c’era soltanto un sottosegretario (Carlo Malinconico, presidenza del Consiglio) ospitato in vacanze di lusso da un imprenditore indagato per tangenti che sghignazzava nella notte del terremoto in Abruzzo. O un secondo sottosegretario (Roberto Cecchi, Beni culturali) che per la Corte dei conti dovrebbe restituire 600mila euro all’erario per il discusso acquisto di un crocifisso attribuito a Michelangelo.

C’era anche un terzo sottosegretario (alla Giustizia) sotto indagine per il sospetto di aver truffato l’erario. Il quale ieri ha ricevuto un avviso di garanzia e un invito a comparire, e dopo un breve giro di telefonate ha dovuto dare le dimissioni. Il suo nome, sconosciuto ai più fino a ieri sera, è Andrea Zoppini, romano, 47 anni, docente di Diritto privato all’università di Roma Tre, studi a Cambridge, Heidelberg, Yale e New York, avvocato cassazionista, collaboratore del Sole24Ore. Il ministro Paola Severino gli aveva attribuito deleghe quali «l’assegnazione di reperti confiscati di interesse storico-archeologico-scientifico» o il «conferimento onorificenze al Corpo di polizia penitenziaria».

Secondo la procura di Verbania, il professor Zoppini attraverso le sue attività di consulenza avrebbe aiutato alcuni imprenditori del Piemonte orientale a realizzare una frode fiscale internazionale e avrebbe ottenuto compensi in nero versati su conti esteri. L’iscrizione nel registro degli indagati sarebbe stata presa dopo l’esame di documenti «extracontabili» della ditta Giacomini (produttrice di rubinetterie e impianti di raffreddamento) acquisiti dalla Guardia di finanza durante un’ispezione fiscale. «Ho piena fiducia nell’operato della magistratura e ritengo di poter chiarire ogni aspetto che mi riguarda – ha detto Zoppini – ma la situazione che si è creata è incompatibile con la funzione di sottosegretario».

Malinconico, Cecchi, Zoppini. Tre scivoloni gravi per il governo dei risanatori d’Italia. Tre sottosegretari (due dimissionari) con imbarazzanti scheletri negli armadi. E si potrebbe aggiungere la polemica sul ministro della Funzione pubblica, Filippo Patroni Griffi, proprietario di una casa vicina al Colosseo acquistata dall’Inps a un quarto del suo valore effettivo di mercato. Ma quest’ultimo è il caso più clamoroso: nel governo che tartassa gli italiani e si gioca tutta la sua autorevolezza nella lotta agli evasori fiscali, con i contribuenti drammaticamente spremuti dalle agenzie di riscossione, sedeva un professore accusato di aver frodato il fisco, di aver intascato soldi in nero e su conti esteri.

Zoppini è il meno noto al grande pubblico, ma non alla nomenklatura romana. I maligni mormorano che il suo asso nella manica sia lo stretto rapporto professionale e di amicizia con il professor Giulio Napolitano, secondogenito del capo dello Stato, anch’egli docente di Diritto a Roma Tre (il cui rettore, Giulio Fabiani, è parente della signora Clio). I due hanno anche scritto assieme un apprezzato saggio giuridico, Le Autorità al tempo della crisi (Il Mulino, introduzione di Enrico Letta). Zoppini è stato anche consulente della lista Prodi e della Banca d’Italia, consigliere giuridico della presidenza del Consiglio scelto dal sottosegretario Enrico Letta e confermato nell’incarico dal governo Berlusconi.

Ma, come ha scritto in febbraio il settimanale Panorama, Zoppini era già inciampato tre volte da quando è approdato in via Arenula. A metà gennaio aveva presentato – e ritirato precipitosamente – un emendamento in materia di deliberazioni societarie che si sarebbe applicato soltanto al caso dell’impresa Salini, un gigante delle costruzioni dilaniato da una contesa sulla proprietà che avrebbe beneficiato uno dei due rami della famiglia. Successivamente si è saputo che il professore era impegnato come arbitro in una lite tra Ferrovie e Fiat sui lavori per i binari ad alta velocità tra Novara e Milano. Ai membri del governo è vietato ricoprire incarichi o funzioni in enti pubblici come le Fs. Alle accuse di conflitto d’interessi Zoppini replicò con un telegrafico «Valuterà l’Antitrust». Secondo Panorama gli arbitrati del docente sarebbero una decina, per un valore di alcuni milioni. Infine, nel pieno della bagarre sul caso Lusi (il parlamentare accusato di essersi appropriato dei soldi della Margherita di cui era tesoriere), saltò fuori che proprio in virtù di un parere «pro veritate» di Zoppini l’allora presidente del partito, Enzo Bianco, convocò soltanto 12 dei 398 membri dell’assemblea federale per discutere del bilancio del partito.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

lomi

Mer, 16/05/2012 - 08:47

Certo quando si dice avere la faccia come il ..lo..ma da che pulpito...Lei Sig. Filippi...dov'era quando si facevano le leggi ad personam ? e ora qui a sputar sentenze su fatti tutti da dimostrare...dov'è il garantismo che contarddistingue (!) questo giornale..soprattutto se si tratta di esponenti a voi cari..salvo scordarsene per gli "avversari" politici del vostro padrone. Comunque il Sig. Zoppini ha avuto il buon gusto di dimettersi..pratica desueta in questi anni a causa di giudici (a vostro e non solo vostro) dire. E intanto il DDL anticorruzione giace dormiente...con buona pace nostra..che forse più di qualche esponente partitocratico verrebbe spazzato via....VERGOGNOSI

Stan75

Mer, 16/05/2012 - 08:43

Non una parola sull'ostruzionismo in parlamento del pdl sul decreto anti-corruzione!?! EHE?!? Bravi.. siete veramente delle personcine per bene voi, da cui prendere esempio...

jonnybegood

Mer, 16/05/2012 - 08:46

stefano filippi dimentica gianni letta (grandissimo sponsor di zoppini) e silvio berlusconi (che lo riconferma nell'incarico dopo l'esperienza del governo di centro-sinistra). ricordo allo smemorato che zoppini è apprezzato da tantissimi esponenti berlusconiani di primo piano

gnurante

Mer, 16/05/2012 - 08:47

Il titolo però è vergognoso: per voi è già colpevole e condannato in via definitiva! Mi aspettavo più cautela da un giornale ultra-garantista come questo.

nicola6000

Mer, 16/05/2012 - 08:56

E si e' dimesso, da solo, senza che nessun giornale chiedesse niente. Chapeau. Pero' per questi quattro fogli da pesce e' sempre un criminale, grande coerenza.

Mauri44

Mer, 16/05/2012 - 08:57

più sono istruiti più sono pericolosi. non hanno vergogna , questi erano i professori chiamati ha risanare l'italia,

bolinatore

Mer, 16/05/2012 - 08:58

Proprio mentre Sallusti tuona contro Travaglio e Mauro, rei di aver tentato di nascondere le affermazioni del procuratore Piero Grasso (cosa peraltro non veritiera), questo giornale non scrive nemmeno ujnrigo su quanto sta accadendo in parlamento per il DDL anti corruzione e dell'ostruzionismo attuato dal PDL. La corruzione, oltre al costo enorme che comporta per il bilancio pubblico, facilita l'infiltrazione della criminalità organizzata. Il falso in bilancio è il metodo per accumulare fondi neri.

Izdubar

Mer, 16/05/2012 - 09:01

E questi sarebbero gli austeri e sobri moralizzatori della spesa pubblica? Fate più schifo dei politicanti che ben conosciamo. Ipocriti!

spinoza1

Mer, 16/05/2012 - 09:14

maledette toche rosse.....E LANDOLFI ( PDL) e i CASALESI??Neanche a pag. 50?

franky6464

Mer, 16/05/2012 - 09:20

grande paese di ladri e corrotti, non abbiamo niente da invidiare al messico, colombia e altri paesi di matrice mafiosa. Poi in tv senti dire : ma nonostante tutto noi italiani....ma cosa??? tutti a quel paese, razza di ladri e canaglie!!!!Ma qualche onesto esiste in questo paese di mmmer_a?????? Mentre noi all'estero teniamo alto il nostro onore, col lavoro, voi laggiù ci spu..anate in continuazione. non rimpiango affatto il giorno che me ne sono andato.

duxducis

Mer, 16/05/2012 - 09:23

Serve una corte Marziale per processare tutta questa gente che si e' impadronita delle istituzioni repubblicane. E' meglio che facciano pulizia i militari prima che i cittadini si rivoltino. Serve coraggio da parte dei generali delle diverse forze armate per imporre una giunta militare di transizione che ricostituisca le basi della democrazia e della buona gestione della finanza pubblica. Questa classe politica e dirigente e' chiaramente e manifestamente anticostituzionale e soprattutto un pericolo e sovversiva dell'ordine democratico del paese. Gli Italiani vogliono avere un paese NORMALE, in cui la ricchezza che si produce puo' essere spesa senza che venga rapinata da dei ladri parassiti.

Vincenzo122

Mer, 16/05/2012 - 09:24

Sono più che convinto che vada reintrodotta la pena di morte per porre fine a questa numerosa banda di ladri ed assassini. Sono altresì convinto che ponendo un quesito referendario agli italiani la stessa passerebbe con larghissima maggioranza.

malanotteno

Mer, 16/05/2012 - 09:24

Sempre gli stessi. Dal titolo emerge una certezza di colpevolezza.Garantisti coi vostri, forcaioli con gli altri. E' gia stata emessa la sentenza di III grado? Quanti dei vostri si sono dimessi invece di nascondersi dietro il parlamento in casi analoghi?

Andrea 68

Mer, 16/05/2012 - 09:29

tra i mali dell'Italia ci vogliamo mettere una buona volta questo giornaletto e libero (in minuscolo) che mistificano e nascondono la realtà sistematicamente? sareste da chiudere immediatamente per tutte le falsità che dite..

ettore80

Mer, 16/05/2012 - 09:35

Mi fa piacere che finalmente avete sposato la legalità, però nello stesso tempo nemmeno una riga sulla battaglia ieri in aula del Pdl per difendere la non reità del falso in bilancio... PS: e cercate di essere garantisti con tutti.

robtu

Mer, 16/05/2012 - 09:36

Quando si trattava dei ladri del PdL eravate ipergarantisti, ora avete già giudicato e condannato il sottosegretario del governo Monti che ha avuto il buon gusto di dimettersi. Vedremo cosa farà il prossimo parlamentare del PdL (io lo so e voi?).

Ritratto di anto71

anto71

Mer, 16/05/2012 - 09:37

Però. Che bello. Devo dire che tra tutti i forum di discussione questo è certo il più divertente. Subito addosso al sottosegretario (che ha avuto la decenza di dimettersi) mentre per un mafioso al governo hanno parlato 20 anni di congiura e toghe rosse. Il tutto mentre il PDL sta cercando di archiviare le norme anticorruzione. Io credo che l'Italia debba un sincero grazie a questo giornale, a coloro che hanno votato (mi dicono che addirittura c'è chi continua a farlo) PDL. Senza di voi forse saremmo un paese normale. Sai che noia?

Ritratto di Antonio1951-7

Antonio1951-7

Mer, 16/05/2012 - 09:40

Non si può che rimanere amareggiati ancora una volta da quello che succede. Scrivo mentre lo spread ha superato i 450 punti, ogni dipendente pubblico costa ad ogni cittadino poco meno di 3 mila euro, che abbiamo elargito miliardi di euro alla Grecia, che i dipendenti di palazzo Chigi sono 4.500, che il ministro fornero ha ben altri interessi che la situazione dei lavoratori e dei disoccupati Italiani. Lasciamo perdere tutto il resto, IMU e IVA al 23% all'orizzonte compresi. Ma, anche oggi leggerò tra i commenti dei lettori che la colpa è stata di Berlusconi, del suo ventennio di governo, (prodi e ciampi non sono mai esistiti) e che l'opera del nostro presidente della repubblica è degna di lode e di particolari meriti. Ma anche oggi milioni di italiani faranno fatica a coniugare il pranzo con la cena. Ma anche oggi tre partiti daranno il loro appoggio ad un governo incapace ed assassino. Cosa possiamo sperare?

AnnoUno

Mer, 16/05/2012 - 09:41

Ed ecco un altro modello di specchiata virtù. Certo che il club ne partorisce a iosa di questi soggetti. Interessanti anche i rapporti di "amicizia" che favoriscono certe carriere e l'occupazione di poltrone interessanti. All'Università Roma Tre (ma le altre italiche non sono affatto diverse) si intravede un certo nepotismo: rettore parente della moglie del Pdr, professore figlio del Pdr. A Torino abbiamo la famiglia Fornero.. Bè non c'è che dire, un ottimo club. E che dire dello specchiato Zoppini? Per puro caso è in rapporti di lavoro con Napolitano, ma anche con Prodi e non può mancare la Banca d'Italia che è pur sempre una banca privata e tutela i propri interessi non certo quelli della Nazione. Noi schiavi intanto paghiamo e manteniamo il baraccone. Il bello è che litighiamo tra noi, ci facciamo tifosi e lascoamo che le cose restino come sono. Zozze, puteolenti, ma sempre uguali a se stesse. E noi saremmo i più furbi del mondo????

Ruy Diaz

Mer, 16/05/2012 - 09:58

Lasciamo lavorare in pace la Magistratura e se il signor Zoppini è innocente, non ha nulla da temere. Questo vale per tutti, Penati, Tedesco e Berlusconi compresi.

corto lirazza

Mer, 16/05/2012 - 10:09

#18 Antonio1951-7: sottoscrivo in pieno.

corto lirazza

Mer, 16/05/2012 - 10:14

anche i professori tengono famiglia, ed essendo molto più vicini degli altri al cassetto dei soldi pubblici, possono approfittarne meglio

Ritratto di mario.leone

mario.leone

Mer, 16/05/2012 - 10:18

#17 anto71 per quel "mafioso" fossi l'ex Presidente del Consiglio la querelerei. Ma quando arrestavano i più pericolosi criminali della "mafia" oppure quando Grasso lodava le iniziative di Berlusconi contro la mafia lei dove era in Tibet in meditazione? Continui pure a meditare tanto non se ne accorge nessuno! Inoltre, abbia il coraggio di dichiararsi con nome e cognome e non di nascondersi dietro ad uno pseudonimo.

gian carlo galli

Mer, 16/05/2012 - 10:19

encomiabile ! un servitore dello stato gia' ladrone del suo (Alibaba') che opera come uno dei 40 ladroni ! e poi ci lamentiamo se l'Italia va male. la politica deve solo avere in mente che l'italiano non si fida e non si fidera' piu' . VERGOGNA !!!

Ritratto di Zago

Zago

Mer, 16/05/2012 - 10:24

" Quoque tu, filius meus " . Anche i tecnocrati hanno le mani con le dita, mica sono monchi. Mi sa che tutto il mondo è paese. Il vizio di arrangiarsi è diventato tanto di moda che non se ne può fare a meno. Certo che, questi professori, terminato il loro lavoro, se ne torneranno non certo cantando vittoria e nessuno sarà lì ad accoglierli a braccia aperte. Se in poco più di sei mesi ne sono stati pizzicati tre con le mani nel sacco, vuol dire che siamo messi proprio male e non esiste più la vergogna e la gogna a questi individui fa solo un baffo.

iozitto

Mer, 16/05/2012 - 10:30

Mah! Almeno questi si dimettono!

Rigoletto

Mer, 16/05/2012 - 10:34

Il governo è sobrio, molto sobrio, ora evadono solo i sottosegretari... a quando l'evasione arriverà al livello dei portaborse ?

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Mer, 16/05/2012 - 10:43

Caro Giornalista e commentatori forcaioli, la presunzione di innocenza, fino al 3° grado di giudizio, vale solo per Qualcuno?Attendo illuminanti risposte, ma forse pretendo troppo!

patrig.one

Mer, 16/05/2012 - 10:44

la colpa è di "FUNERALE" bersani. finchè sarà nella stanza dei bottoni un PORTATORE SANO DI SFIGA come lui l'italia andrà sempre peggio.non fatelo più parlare. ora in televisione c'è sempre lui, è un'ossessione. io cambio canale ogni volta che lo vedo e mi tocco...............FERRO. cacciamolo e cosi lo SPREAD tornerà sotto i 200 punti,il debito dell'italia scenderà sotto i 1.500 miliardi ed il PIL aumenterà minimo del 5% annuo.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Mer, 16/05/2012 - 10:46

Se in un governo di immacolati tecnici provenienti da università, istituzioni pubbliche e private di spessore, già solo dopo 5 mesi, si sono trovate 4 mele marce su una sessantina di membri, fatevi un pò i calcoli di quanta gente similare (non politici) gironzola liberamente lungo la penisola con le mani sporche di marmellata!

lunisolare

Mer, 16/05/2012 - 10:47

Questo non è il governo degli immacolati, i suoi componenti sono figli di questi tempi corrotti per cui è normale che di tanto in tanto esca fuori qualche furbo.

eko25

Mer, 16/05/2012 - 10:49

x Mario Leone chi dovrebbe essere denunciato e' lei per ignoranza ... le ricorda qualcosa il nome Mangano? Lo "stalliere" di Arcore definito eroe perche' non ha parlato in carcere ed e' stato a casa di Berlusconi per anni. La mafia sono secoli che esiste e non verra' mai sconfitta seriamente, lei vive sulle nuvole o forse sa che nella provincia di Imperia come in Lombardia in amministrazioni targate Pdl (il partito dell'Intoccabile che dovrebbe denunciarci tutti) i consigli comunali di Ventimiglia e di Bordighera sono stati sciolti per mafia? Si documenti bene prima di dire fesserie e lodare persone che con la mafia sono scese a compromessi per difendere la propria famiglia minacciata come fu il caso di Berlusconi. La querela se la dovrebbero prendere tutti quegli italiani ignoranti che lo hanno votato portandoci alla rovina ora per salvare lui da processi e farsi gli affarracci suoi con le sue tv (non ultimo e' il suo interesse per le frequenze tv) Svegliatevi ...

silvano45

Mer, 16/05/2012 - 10:51

professori come politici indecenti piu' li vedi e li senti piu' rabbia e schifo ti prendono

Ritratto di Luigi1671

Luigi1671

Mer, 16/05/2012 - 10:58

"ministro della Funzione pubblica, Filippo Patroni Griffi, proprietario di una casa vicina al Colosseo acquistata dall’Inps a un quarto del suo valore". In base a quanto è stato scritto sulla stampa, questo ministro ha pagato molto meno di un quarto (si parla di cento contro sette-ottocento minimo) e solo grazie a sentenze molto ben "addomesticate" con consulenti "ad hoc" e ricorsi possibili solo a chi ha le mani molto "in pasta". Peccato che dopo un primo clamore la scandalosa vicenda Patroni Griffi sia stata abbandonata dalla stampa, per cui l'ineffabile ma indegno ministro continua a pontificare e ad incassare stipendi multipli e pur sempre milionari. Parliamone di questo disgustoso argomento, sperando che l'indegno si tolga di torno.

Granpasso

Mer, 16/05/2012 - 10:58

E questo sarebbe l'esecutivo della lotta all'evasione - l'evasione da sopravvivenza, per intenderci? L'esecutivo elitario e moralmente superiore, firmatario di provvedimenti dal nome altisonante come "salvaitalia" o "cresciitalia"?! Sono profondamente disgustato, ma onestamente non ho mai avuto dubbi in merito alla doppia faccia di questi signorotti dal portamento anglosassone! Vorrei tanto che smettessero di fare i pubblici moralizzatori ed assumessero un atteggiamento più pragmatico e decisamente più democratico... ma l'obiettivo ultimo non credo che sia la salvaguardia del sistema economico italiano, quindi speranza vana! Non ci rimane che dar loro appuntamento alle urne, qualora ci sarà ancora concesso (e a tutti coloro che alimentano il consenso a questo governo)... e se pensano di imbonirmi con provvedimenti pre elettorali popolari, si illudono! Gli italiani saranno presto chiamati alle dichiarazioni fiscali... questa sarà la scadenza che segnerà il declino definitivo del paese!

BlackMen

Mer, 16/05/2012 - 11:01

"E poi frodano il fisco"??? Aaahh ho capito...innocente fino al terzo grado di giudizio vale solo per il PDL. Bello così! :-)

marcosol

Mer, 16/05/2012 - 11:16

Garantisti o non garantisti? questo è il dilemma... l'importante è la coerenza, in fondo.

baldo1

Mer, 16/05/2012 - 11:32

....toh, è venuto il momento del GARANTISMO AD OLOGERIA del giornale. Fin tanto che indagati sono berlusconi e gli esponenti di destra il garantismo è un valore, un principio di libertà mentre quando indagato è della parte avversa è subito colpevole, vero? Ma chi volete prendere in giro?????

Izdubar

Mer, 16/05/2012 - 11:38

Kompagnucci, qualcuno vi ha pestato la coda? Perché guaite così forte? Andatevi a leggere il titolo del Il Fatto quotidiano: «C'era una volta Zoppini. Il sottosegretario alla Giustizia si dimette: indagato per aver 'suggerito' una frode fiscale. Avrebbe aiutato i titolari dell'azienda Giacomini a creare fondi neri all'estero».

Paul Vara

Mer, 16/05/2012 - 11:49

Vedremo se l'accusa è confermata, in tal caso Zoppini ne pagherà le conseguenze, quello che più sorprende è l'ennesima campagna "moralista" del Giornale quando si pensa alle frodi, condanne, prescrizioni e leggi "ad personam" del proprietario...

antonin9421

Mer, 16/05/2012 - 11:50

Ma che pena i commenti strazianti, per via delle contorsioni delle loro viscere, dei tanti sinistrati .....

Roberto C

Mer, 16/05/2012 - 12:08

Gentile #36 BlackMen (e altri), purtroppo, a causa di una meccanismo legale ingiusto, sbagliato e (secondo me) di dubbia costituzionalità", meccanismo voluta da entrambi gli schieramenti politici per convenienze elettorali (mi creda, vedo il PdL e i partiti ad esso alleato come il fumo negli occhi), se non erro "innocente fino al terzo grado di giudizio," in Italia, non vale mai per gli illeciti di natura tributaria (v. inversione onere della prova e accertamento immediatamente esecutivo). E non è per niente "bello", ma è così - e allora è giusto che sia così per tutti, a cominciare da chi queste leggi le ha volute, o avrebbe il potere di cambiarle e indossa invece la maschera dello Stato inflessibile e rigoroso che non fa sconti (come se fosse uno sconto il fatto che se mi accusano di qualcosa, prima di farmi pagare devono dimostrare che l'accusa è fondata...) a nessuno e quindi lascia tutto così com'è ostentando x giunta la massima indifferenza verso la gente che si toglie la vita...

bobsg

Mer, 16/05/2012 - 12:11

Fate ciò che dico, non fate ciò che faccio.

Logudoro

Mer, 16/05/2012 - 12:14

Ma guada il BOSS chiede rispetto x i suoi scagnozzi Cosi possono far man bassa su tutto quello che gli passa davanti a gli occhi Vada a casa prof e faccia un corso accelerato di comportamento civile Adesso ha tagliato l’assegno a gli invalidi ma non ha ritoccato i € 72.000 del suo appannaggio Forse ha preso lezioni da Giulio Amato che quando gli chiedevano della sua busta paga non sentiva ma ha messo le mani su i CC Bancari de gli Italiani rapinandoli autorizzatamene

opzionemib0

Mer, 16/05/2012 - 12:53

la vera democrazia vorrebbe impiccati i ladri del popolo.n

Massimo Bocci

Mer, 16/05/2012 - 13:18

Ma allora un vero tecnico in questa cricca di cloni c'è!!!! Allora facciamolo lavorare qualcosa potrebbe ancora taroccare, lo spread!!!

giocar

Mer, 16/05/2012 - 13:32

caspita ... conflitto di interessi, dunque. Incredibile, roba da non credersi ... cose mai viste in Italia. Quando c'era Silvio era diverso: dedicato a tempo pieno allo stato, integerrimo, non guardava certo in faccia alle sue aziende se c'erano superiori interessi nazionali.

Roberto Casnati

Mer, 16/05/2012 - 13:41

I "professori" fanno facevano e contnueranno a fare i consulenti strapagati di varie aziende per "aiutarle" ad evadere, questo è il loro mestiere che, ora grazie a Napolitano, srà ancor più reminerativo in quanto i vari Martone siedono nella stanza dei bottoni. Già quando la fasulla Fornero s'è messa a piagnucolare s'è visto in che mani siamo. Napolitano, ch'è un falso in atto pubblico, non prende provvedimenti? I vari Casini, Bersani & Co. inneggianti al quanto peggio tanto meglio, ora tacciono? Ed il "padre" dell'euro, il mortadella, così pronto a fare ricorsi alla magistratura per guardare nelle mutande di Berlusconi ora tace? ahimè questi sono dei buffoni!

Ritratto di Marco_Aurelio

Marco_Aurelio

Mer, 16/05/2012 - 13:43

Per #11 duxducis (843) - ma tu chi sei??.....un attore del film "Vogliamo i colonnelli" o dici sul serio?.....sveglia che la gente è sveglia!!!....molto più di te......! Coraggio....ti passerà!

enzo1944

Mer, 16/05/2012 - 13:48

Tutti uguali questi magna-magna delle CASTE ROMANE,AMICI DEGLI AMICI(Napolitano),e sempre pronti a scroccare gratis dallo Stato e dal Parastato!......tanto la passano sempre liscia,grazie alla "collaborazione e copertura"della Magistratura,pure connivente(eh...patrone griffi)!...tutti ladroni patentati ed impuniti!!........................ed il Popolo Italiano PAGA!!

Antenato

Mer, 16/05/2012 - 13:53

Il vero dramma è ridurre la vita umana a un sola dimensione, quella squallida degli economisti e dei borsaioli, che è l'unica a noi rappresentata da informatori ciechi e ottusi. Per fortuna I giovani ci salveranno, distruggendoli in nome della vita.

rokko

Mer, 16/05/2012 - 13:58

Il titolista secondo me avrebbe bisogno di un po' di cura di fosforo ... Qualcuno mi spieghi come si concilia l'affermazione "Il sottosegretario alla Giustizia Andrea Zoppini accusato di aver aiutato alcuni imprenditori a realizzare una frode fiscale" con il titolo "I PROF CI TASSANO E POI FRODANO IL FISCO". E' come titolare "Nel PDL faranno tutti i cabarettisti" a proposito di "Berlusconi: dobbiamo parlare alla gente come Grillo"; non c'entra nulla.

Ritratto di scriba

scriba

Mer, 16/05/2012 - 14:07

TEMPI MODERNI. Come un tempo gli zoppi oggi sono gli Zoppini ad insegnare a zoppicare. E questo pluriaccademico dalla carriera veloce e grande, dalla faccia tipica del raccomandato, aveva proprio bisogno di truffare e farsi un tesoretto all' estero con l' evasione fiscale? Chi è più immorale costui o un artigiano, tartassato da mario-netta, che per non morire sottrae una fettina di reddito al dracula fisco? Se alla guida di una nazione ci sono tipi come questo, come Patroni Griffi, quello della casa sismica al Colosseo soffiata all' Inps, quali speranze restano agli onesti o, almeno, non tanto disonesti lavoratori? Ripulire il Palazzo non le tasche di chi lavora è la soluzione dei problemi che affliggono l' Italia.

malanotteno

Mer, 16/05/2012 - 14:20

#39 Izdubar: il problema non e' la notizia in se, ma come viene data. Il fatto riporta che Zoppini e' indagato, cosi come accade per chiunque di destra e di sinistra o dei tecnici. Il titolo del giornale tuona contro i tecnici (tutti) dicendo che Zoppini froda il fisco (sentenza gia emessa). Se poi prova a confrontare questo titolo, con quelli per le indagini su Berlusconi o su Cosentino o uno dei numerosi compagni di merenda si accorgera' della coerenza del giornale. Garantista col PDL (e' sempre magistratura rossa ad orologeria) e forcaiola con tutti gli altri (ladri, evasori e corruttori, colpevoli tutti appena iniziano le indagini). Ma forse e' un ragionamento troppo complicato per lei..

federossa

Mer, 16/05/2012 - 14:20

Più guardo il suo viso, più mi ricorda FINI-il GAMBERO!

eglanthyne

Mer, 16/05/2012 - 14:35

Ergo , PANORAMA a febbraio scrisse " bene molto bene " !

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Mer, 16/05/2012 - 14:44

lO STATO, cioè quella grande comunità di persone sotto una unica bandiera è ONESTO quando i suoi rappresentanti al GOVERNO risultano essere ONESTI e di essempio per il popolo tutto. In Italia questo, non è mai accaduto ed è molto facile che qualche politico approfitti della situazione per arrivare ai suoi o di altri scopi per arrivismo o per motivo di illeggittimo lucro. L' "occasione" (Forse per diversi) a volte può trasformare un vero uomo in un ladro.... Ed ecco perchè in tutte le Amministrazioni dello Stato occorrono uomini sicuramente competenti e di assoluta onesta nonchè di un FERREO, MINUZIOSO controllo. Se i responsabili di questo Governo non sono onesti, automaticamente il popolo tutto cerca di difendersi alla pari come meglio può. L'esempi di ONESTA' deve venire dall' ALTO e non dal BASSO.

baldo1

Mer, 16/05/2012 - 15:11

#39 Izdubar : elettore del default, pensa prima di aprire bocca. Dopo i risultati ottenuti dal peggior governo della repubblica, da te sicuramente votato, farsti meglio a non impettire il petto, utlizzando i soliti slogan del berlusconismo vs elettori opposti.

Ritratto di romy

romy

Mer, 16/05/2012 - 16:38

Questo governo non mi piace molto per la sua politica,non mi interessano le inchiesti sui suoi componenti,non mi piace perchè non alza la voce contro la Germania e dovrebbe,non mi piace perchè tassa in modo esagerato la casa,un bene primario che è costato sudore a buona parte degli Italiani,non mi piace perchè ha spaventato tutti e continua a farlo ogni giorno di più, inoltre,così,a pelle,non lo vedo vicino ai problemi dei più poveri,d'altronde come potrebbero delle persone che hanno sempre vissuto in modo agiato,capire chi fà i salti mortali per arrivare alla fine del mese,nel mio caso sono anni che faccio sacrifici per risparmare,che mi limito a vegetare,per poter far fronte alle varie spese e per i figli.Di motivi ce ne possono essere ancora decine e decine,molti li ho letti sulla rete,ma chiedo a questo governo che mi faccia fare sacrifici che poi servono veramente,se poi l'Euro fallisce lo stesso?,o siamo costretti ad abbandonarlo?,mi chiedo?perchè svenarci prima?.