L'ALLARME DEGLI UROLOGITre milioni di italiani con problemi sessuali: il 67% compra online farmaci inutili

Sono 3 milioni gli italiani con disfunzione erettile. Ma solo un milione risulta in «terapia ufficiale» per superare le defaillance. Gli altri non vanno dal medico e si affidano allo shopping su Internet, acquistando pillole contraffatte, inefficaci o pericolose. A dare i dati è Vincenzo Mirone, ordinario di Urologia all'Università Federico II di Napoli e segretario generale della Siu (Società italiana di urologia). «Nonostante gli uomini siano sempre più consapevoli della necessità di chiedere aiuto in caso di difficoltà di erezione e il ricorso alle cure cresca ormai di circa il 10% all'anno - spiega Mirone - esiste ancora un'ampia fascia di pazienti che tace, cercando di risolvere il problema con il fai da te». Secondo gli specialisti l'errore peggiore è l'auto-somministrazione dei farmaci, ancor più se si sceglie di affidarsi a prodotti acquistati sul web, del tutto privi di garanzie di sicurezza ed efficacia, quando non addirittura pericolosi per la salute». Nonostante il tam tam di informazione sui pericoli degli acquisiti fatti sul web, «purtroppo molti cedono a questa tentazione - prosegue il professore - con un inevitabile altissimo tasso di insuccessi e, nel caso di utilizzo di medicinali impropri, anche un'elevata probabilità di effetti collaterali gravi».

Commenti