Lusi condannato a risarcire 22 milioni

La sezione giurisdizionale della Corte dei Conti ha condannato l'ex tesoriere della Margherita per danno erariale

Lusi condannato a risarcire 22 milioni

Grosso guaio per Lusi. La sezione giurisdizionale della Corte dei Conti del Lazio ha condannato l'ex tesoriere della Margherita Luigi Lusi a risarcire per 22 milioni e 810 mila euro lo Stato per danno erariale. La sentenza è stata pubblicata oggi ed è visibile sul sito della Corte dei Conti. La cifra record d 22.810.200 euro rappresenta l'ammontare di quanto l'ex senatore si sarebbe appropriato dal 2002, quando fu nominato tesoriere dei Dl. Lusi è stato citato in giudizio "per illecita gestione, in qualità di tesoriere, dei fondi ricevuti dal partito politico Democrazia è Libertà-La Margherita a titolo di rimborso per le spese elettorali dei partiti politici".

"Ritengo che si sia creato un conflitto di giurisdizione con il Tribunale di Roma, che ha invece ritenuto i fondi della Margherita di natura privata e non pubblica. Comunque la posizione di Lusi, alla luce di questa sentenza, potrebbe aggravarsi perchè potrebbe rispondere del reato di peculato, molto più grave di quello di appropriazione indebita che oggi gli viene contestato", ha commentato Titta Madia, legale della Margherita.