In ginocchio dal premier

La legislatura era conclusa. Quindi, dov'è il problema? Se i mercati fanno le bizze, è solo perché è venuto meno il loro garante. Avviso alle vedove dei tecnici: il Cav può farcela

Insensato il fiume d'indignazione che inonda i giornali per le dimissioni di Mario Monti propiziate dal Pdl. La legislatura ormai era conclusa: settimana più, settimana meno, non cambia nulla. Vorrà dire che le elezioni, anziché il 10 marzo 2013, si svolgeranno in febbraio. Non è una tragedia. Tanto più che le leggi di stabilità e di bilancio passeranno regolarmente. Quindi, dov'è il problema?
Se i mercati faranno le bizze, sarà solo perché è venuto meno il loro garante, l'uomo del quale si fidano, colui che ha salvato il sistema (che ha nelle banche il proprio braccio armato) a scapito del Paese, dei ceti medi e di quelli bassi, impoveriti dalle tasse più salate del mondo e dalla disoccupazione crescente. Ciò detto, è utile ricordare che la grana dello spread è stata sciolta da Mario Draghi, non dal nostro governo.
I tecnici, transeunti per definizione, si sono limitati a usare il randello fiscale. Pensioni a parte, non hanno sfornato una sola riforma sostanziale: quella del lavoro è un pasticcio, nessuna liberalizzazione, nessun provvedimento in favore dell'agognata (e illusoria) ripresa, zero tagli alla spesa pubblica, nonostante le roboanti promesse di spending review. E allora, peggio per peggio, cos'hanno da temere gli italiani dall'uscita dei professori? Forse il risultato elettorale. Se vincesse Pier Luigi Bersani, sarebbe una sciagura.
Se si esclude la breve parentesi di Massimo D'Alema, succeduto a Romano Prodi grazie al famigerato ribaltino sotto l'egida di Oscar Luigi Scalfaro, sarebbe il primo ex comunista a Palazzo Chigi. Già questo fa venire i brividi. Se si aggiunge che ci andrebbe sostenuto dal Sel di Nichi Vendola e dai centrini scentrati di Pier Ferdinando Casini, e che la sua politica sarebbe fortemente condizionata dalla Cgil, di cui conosciamo l'arretratezza culturale, non c'è da scommettere un centesimo sulla sua lunga permanenza alla presidenza del Consiglio. L'esperienza insegna che maggioranze di sinistra del tipo descritto non durano: Prodi ha provato due volte a gestire simili ammucchiate e ha fallito nel giro di un anno e mezzo, due al massimo, in tempi peraltro assai più tranquilli del presente.
A parità di imbarcazioni, non si capisce perché Bersani possa compiere l'impresa di navigare in acque politiche dove Prodi è naufragato. Il nostro non è un augurio di colare a picco, per carità, è solo un mero calcolo di probabilità. Vi immaginate il segretario del Pd, tirato per la giacchetta a sinistra da Vendola e da Susanna Camusso, e a destra da Casini e da Fini, costretto a decidere se introdurre o no la patrimoniale? Oppure se effettuare un prelievo forzoso, come fece Giuliano Amato all'inizio degli anni Novanta, sui conti correnti di tutti i cittadini con due o dieci soldi depositati in banca?
Con quale faccia Luca Cordero di Montezemolo e i suoi amici darebbero il benestare a rapine del genere? E la gente come reagirebbe? Ve lo figurate Bersani che sburocratizza gli apparati statali, che riordina la sanità e la scuola, che riduce ai minimi termini gli sprechi della casta? Un ex comunista che tradisce lo statalismo dopo averlo ingrassato per lustri non è ancora nato. Il nostro Paese ha bisogno di una robusta terapia liberale. È in grado Bersani di predisporla andando contro le aspettative del proprio elettorato? Un conto è vincere le primarie col trucco, un altro è governare con un occhio al bilancio (e al debito pubblico) e l'altro alla piazza già abbastanza in subbuglio.
Date le premesse, perché stupirsi se Silvio Berlusconi, fiutata l'aria, ha optato per un rientro nell'agone politico? D'accordo, il suo partito è uscito malconcio da un periodo travagliato; ha avuto sbandamenti vertiginosi; molti dirigenti hanno perso la trebisonda; l'esperimento Angelino Alfano non ha avuto l'esito sperato; alcuni hanno meditato di trovare riparo altrove; le primarie, prima annunciate e poi negate, hanno creato sconcerto e imbarazzo. Si è avuta l'impressione che il centrodestra fosse spacciato. Ma gli accadimenti degli ultimi giorni hanno restituito al Pdl l'orgoglio necessario a rimettersi in sesto.
È bastato che il Cavaliere, accantonato ogni tentennamento, si convincesse che tutto sommato la partita fosse ancora aperta, altro che giochi già chiusi. Ignoro quale sia stato l'elemento che lo abbia portato a ricredersi sulle potenzialità del Pdl. È un fatto che nel momento stesso in cui egli ha dichiarato l'intenzione di riappalesarsi, gli scenari sono mutati. All'improvviso i suoi accoliti si sono ricompattati, persuasi che l'uomo abbia l'energia e la volontà per tentare la rimonta: fine delle beghe, delle rivalse, della sfiducia.
Conviene battersi perché i progressisti sono meno solidi di quanto sembrasse, anzi, sono vulnerabili, vecchi, stremati: per dare la scossa al Pdl è sufficiente la constatazione che Bersani è stato due volte ministro dell'Industria senza combinare nulla. Se ce la fa lui a stare in sella, anche i berluscones possono rimontare a cavallo. In fondo, i voti del centrodestra sono ancora lì a disposizione, in riserva. Se Berlusconi è pronto ad affrontare la campagna elettorale con lo stesso vigore del 2006, se si impegna a rinnovare il partito, escludendo i pesi morti e gli impresentabili, a stilare un programma concreto (non libri dei sogni), e a dire con quali risorse è realizzabile, ecco, la competizione elettorale è destinata a riservare sorprese.
L'Italia, da quando è unita e ha ottenuto il suffragio universale, ha sempre avuto due anime; e quella rossa non ha mai prevalso se non per effetto di strane alchimie partitiche. Il centrodestra conserva tutti i propri supporter: si tratta di persuaderli che esso vanta di nuovo una leadership, e il loro consenso non tarderà a ritornare nella sede naturale. Qualcuno, nel Pdl, ha mugugnato perché puntava su un altro capo, più fresco; ma un altro capo non c'è e se ci fosse stato sarebbe emerso.
Merita andare sul sicuro. Se Berlusconi si danna l'anima benché apparentemente parta battuto, ha le chances per rompere le uova a chi si accinga a servirci una cattiva frittata.

segue a pagina 7

servizi da pagina 2 a pagina 8

di Vittorio Feltri

Commenti
Ritratto di ghera1

ghera1

Lun, 10/12/2012 - 13:38

vorrei avere il suo ottimismo

reliforp

Lun, 10/12/2012 - 15:35

Povero illuso....

Massimo Bocci

Lun, 10/12/2012 - 15:36

Cavaliere le piace vincere facile, un patto per l'Italia e non come fanno i pan democratici (comunisti)??Per la mangiatoia del REGIME,sulla sponda REGIME la cricca comunista catto, by EURO,dove li trovano i veri Italiani, solo TRADITORI & LADRI!!!

vince50

Lun, 10/12/2012 - 15:42

Da adesso in avanti dovesse mai cadere un meteorite,"COLPA DI BERLUSCONI".Ormai facciamo soltanto pietà,per noi non potrà mai esserci un futuro.

decespugliatore

Lun, 10/12/2012 - 15:44

Certo Direttore, se il Cav ammetterà lo sbaglio di aver sostenuto il vampiro e si scuserà con i suoi elettori, promettendo di togliere IMU e calare le tasse a livelli decenti, può riconquistare i voti e farcela. E' per questo che tutti i suoi avversari sono blu dalla fifa e danno di matto.

unosolo

Lun, 10/12/2012 - 15:48

questo sbandamento è stato voluto dalle ex opposizioni , non hanno lavorato per il bene del paese , poi hanno voluto il Monti questi sono i risultati , lo spread , ovviamente , viaggia da solo ma solo il Draghi lo ha stabilizzato . Riparte lo spread e la colpa è del Berlusconi , si sarà già insediato senza elezioni ? politici pazzi ne hanno di fantasie , paura di perdere ? .

bonzino

Lun, 10/12/2012 - 15:50

Non sarà facile, ma con un programma che abbatta il debito, rilanci la crescita, riduca i costi dello stato, una nuova carta costituzionale, una nuova giustizia, una riduzione delle tasse, e un maggior peso in Europa il gioco sarà fatto. Poi saranno gli italiani che lo giudicheranno e decideranno dove andare e non i poteri forti che vogliono solo crescere alla faccia dei più poveri. Un guizzo d'orgoglio sarà necessario, ma ce la faremo ad uscire da questa bruttissima situazione. forza Italia scegli il meglio e non le sirene della sisnistra, del centro o di grillo.

aladino77

Lun, 10/12/2012 - 15:59

Infatti non capisco tutto questo casino, Berlusconi finora è stato fedele alleato di Monti e gli ha votato tutte le tasse, salvo poi togliergli l'appoggio quando si trattava di tagliare province e costi della politica (facendo contento anche il PD), la solita vecchia politica che fa i soliti vecchi giochetti alle nostre spalle

orator

Lun, 10/12/2012 - 16:00

vedo che qui è pieno di illusi. non vi sono bastati i 20 anni di malgoverno?ne volete ancora? masochisti!

Ritratto di IoSperiamoCheMeLaCavo

IoSperiamoCheMe...

Lun, 10/12/2012 - 16:01

Caro Feltri, mi sembra che nell'articolo stia cercando disperatamente di trovare qualche motivazione per poter convincere che Berlusconi é il meglio che c'é nel cdx senza riuscire a trovarla. Il Vantaggio di Bersanov in confronto a Prodi é che lui non ha piu' un armata brancaleone di 6/7 partitini, ma per il momento sono solo in 2 e forse diventeranno 3. Mentre il PDL é passato da una coalizione di cdx con 4 partiti importanti (FI, UDC, AN e Lega) al solo PDL. Poi la scelta non é tra comunisti si o comunisti no, é tra le proposte e quello che é stato fatto. Bersanov non ha fatto niente come ministro dell'industria, ma non ha neanche fatto il presidente del consiglio, e poi a sinistra il nocciolo duro del 25/26% voterà sempre a sinistra indipendentemente se si chiama Prodi, Bersani, Veltroni. Berlusconi invece é stato presidente del consiglio e i risultati sono stati molto insoddisfacenti, quindi non si capisce per quali motivo gli si dovrebbe dare fiducia adesso, in piu' Berlusconi é in Italia politicamente isolato, non ha alleati a parte la Destra di Storace e ne lcaso gli Ex-AN se decidessero di dividersi. Lo so che di articoli di Lei e Sallusti su quanto bravo, buone, intelligente e coraggioso é Berlusconi e sui disastri di Monti (avallato dal voto di Berlusconi) ce ne troveremo 2 al giorno da qui fino al giorno dell'elezioni, ma questo non é sufficiente a risollevare le sorti malandata dell'Itali. Si ricordi che Berlusconi andava in giro per il mondo a dire in Italia non c'é crisi ;-)

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 10/12/2012 - 16:03

Non credo che le cose saranno così semplici. Mai e poi mai si sarebbe dovuto accettare la dittatura di un garante dei mercati. Che con la sua rottura repentina ha definitivamente e deliberatamente avvelenato i pozzi. Avendo lasciato soltanto macerie nel portafoglio degli italiani. Il nostro, ormai, è un paese commissariato dalla finanza internazionale che ne condizionerà pesantemente il futuro con i suoi ricatti borsistici. Monti o non Monti. A meno di un simultaneo dissolvimento dei componenti la gabbia europea.

Demostene2010

Lun, 10/12/2012 - 16:19

Grande BONZINO che scrive: "Non sarà facile, ma con un programma che abbatta il debito, rilanci la crescita, riduca i costi dello stato, una nuova carta costituzionale, una nuova giustizia, una riduzione delle tasse, e un maggior peso in Europa il gioco sarà fatto." Eh si' il gioco sara' fatto: basta fare queste due o tre sciocchezuole qui e tutto si mette a posto. E, visto che ci siamo, perche' non facciamo camminare Silvio sulle acque? O facciamo cadere manna dal cielo? O apparire la Madonna nel cielo di Roma?

Ritratto di anto71

anto71

Lun, 10/12/2012 - 16:21

E questa sarebbe la vostra rinascita? Il ritorno del dinosauro che in tutto questo ci ha portato e l'alleanza con la lega. Devo esser vittima di un deja - vu, ho già visto queste scene patetiche

ssposito

Lun, 10/12/2012 - 16:22

Gli italiani sono stanchi di promesse non realizzate e di riforme non attuate ; ora occorre DAVVERO por mano a profonde riforme strutturali che consentano una progressiva riduzione del debito pubblico ( ulteriormente aumentato anche con il Monti ) che consenta al paese di sottrarsi alle grinfie della speculazione internazionale e allo strapotere tedesco in europa; la vera causa dei nostri guai e' il debito pubblico e li' occorre agire con estrema determinazione; quindi si potra' proseguire sulla strada di una riduzione del carico fiscale ( e quindi si spera anche dell'evasione fiscale) e porre le basi reali per una ripartenza del motore della macchina Italia da troppo tempo ferma ; Berlusconi si impegni seriamente su questi temi e potra' recuperare un largo consenso; ma dovra' indicare chiaramente i modi e i tempi per l'abbattimento del debito pubblico senza ricorrere ovviamente all'ennesima patrimoniale gia' messa nel conto dal buon Bersani

ssposito

Lun, 10/12/2012 - 16:25

Gli italiani sono stanchi di promesse non realizzate e di riforme non attuate ; ora occorre DAVVERO por mano a profonde riforme strutturali che consentano una progressiva riduzione del debito pubblico ( ulteriormente aumentato anche con il Monti ) che consenta al paese di sottrarsi alle grinfie della speculazione internazionale e allo strapotere tedesco in europa; la vera causa dei nostri guai e' il debito pubblico e li' occorre agire con estrema determinazione; quindi si potra' proseguire sulla strada di una riduzione del carico fiscale ( e quindi si spera anche dell'evasione fiscale) e porre le basi reali per una ripartenza del motore della macchina Italia da troppo tempo ferma ; Berlusconi si impegni seriamente su questi temi e potra' recuperare un largo consenso; ma dovra' indicare chiaramente i modi e i tempi per l'abbattimento del debito pubblico senza ricorrere ovviamente all'ennesima patrimoniale gia' messa nel conto dal buon Bersani

Ritratto di Fritz49

Fritz49

Lun, 10/12/2012 - 16:29

State tranquilli,promettera di tutto,toglire l'imu,togliere i controlli sull'evasione(cosa principale), abbassare le tasse,eliminare la magistratura,togliere i giornalisti non di destra,ed i suoi elettori ci credono e lo adorano cosi.Cosi tutti felici e senza più problemi,per un'Italia migliore

Benado

Lun, 10/12/2012 - 16:33

Polilllo prende tra pensione e stipendio 37,000€ al mese. Berlusconi,Alfano,Bersani,dovrebbero rispondere di qesto furto.Esistono decine di migliaia di questi casi.

Rossana Rossi

Lun, 10/12/2012 - 16:35

Bravo Feltri come sempre le sue analisi sono fondate e pulite. L'unico punto a cui Berlusconi deve rivolgere la propria attenzione è quello legal-mediatico. Ricominceranno gli scandalosi balletti delle procure e il martellamento dei mass-madia allineati che scateneranno le menzogne più impensate come hanno già cominciato a fare i giornali tedeschi e gli squallidi sproloqui della litizzetto. E la scandalosa UE e tutto ciò che avverrà di negativo (vedi spread) in Italia da qui alle elezioni verrà automaticamente addebitato a Berlusconi. Attenzione dunque.........

leo.nar.do

Lun, 10/12/2012 - 16:40

Una cosa è certa che l'Italia consegnata dal governo Berlusconi a Monti era migliore di quella lasciata da Monti ... Se gli elettori di Centrodestra rifletteranno su questo, e sul fatto che l'Italia governata da Bersani-Vendola potrebbe essere ancora peggiore, allora tutto è ancora possibile ...

Soldato

Lun, 10/12/2012 - 16:46

Anche se perdesse le elezioni, Berlusconi avrebbe comunque ottenuto il risultato di aver spinto Casini in una coalizione con Bersani e Vendola e un governo così durerebbe poco. Ma andiamo oltre: se per caso vincessimo di nuovo, per non essere stritolati nel meccanismo spread, Ue, rigore fiscale ci sarebbe una sola strada, uscire dall'euro. Ecco spiegata la reazione della stampa estera...

vince50

Lun, 10/12/2012 - 16:50

Per quanto mi riguarda e senza scendere nel dettaglio,oltre a rinnegare le promesse fatte ha consentito ad alcuni personaggi e personagge!!!!!di fare di peggio.Quindi sarà ricambiato a dovere e con i dovuti intaressi,dalla mie parti di dice(traduco):Gesù Gesù,mi hai fottuto una volta ma non mi fotti più.

acutuli

Lun, 10/12/2012 - 16:51

Berlusconi è acqua passata e non riuscirà mai più a raggiungere i passati "splendori". Se non se rende conto neanche lei signor Feltri......o forse fa finta di non rendersene conto? Il Centro destra dovrebbe ambire a rinnovarsi per essere davvero competitivo, ma evidentemente amate restare al calduccio di un personaggio che più che rompere le frittate altrui, non sa fare.

Ritratto di afiorillo

afiorillo

Lun, 10/12/2012 - 16:55

Condivido quasi tutto, tranne l'ultimo periodo. Un nuovo leader non è emerso perché, a parte il fallimento-Alfano, non si è data la possibilità di farlo emergere. Si fossero indette le primarie con Berlusconi candidato alla pari di Giorgia Meloni e degli altri, allora sì. Ma così no.

HANDY16

Lun, 10/12/2012 - 16:59

leo.nar.do: Credo che Lei sia l'unico al mondo a sostenere questa teoria. Evidentemente ha la memoria corta e non ha valutato esattamente la situazione in cui il paese versava dopo il governo Berlusconi. In tutta europa la pensano in modo diverso, diametralmente opposto: infatti nessuno dei premier dei paesi europei ha gioito per quello che è successo in Italia, anzi, sono tutti molto preoccupati, a ragione, penso io; ma sono certo che Lei la pensa diversamente.

settespade

Lun, 10/12/2012 - 17:06

"se si impegna a rinnovare il partito, escludendo i pesi morti e gli impresentabili, a stilare un programma concreto (non libri dei sogni), e a dire con quali risorse è realizzabile".... già qui la vedo dura, Stilare un programma concreto e realizzabile è al di fuori delle sue capacità e i pesi morti e gli impresentabili sono i suoi lacchè da una vita, dove li mette?

Anna Daniele

Lun, 10/12/2012 - 17:09

HAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAH bravi!

enz1

Lun, 10/12/2012 - 17:12

Caro leo.nar.do, ma se l'italia era quando c'era berlusconi era meglio, perchè mai ha lasciato la presidenza del consiglio? scappando come un coniglio... e perchè mai il PDL tutto ha appoggiato per un anno il governo Monti? ha si per senso di responsabilità verso l'Italia.... ora che sembrava che le cose stessero migliorando (quanto meno sotto il profilo della fiducia internazionale) eccolo che rispunta rinfacciando agli altri una situazione che deve imputare solo a se stesso...

Ritratto di Cinghiale

Cinghiale

Lun, 10/12/2012 - 17:14

Ripeto che bisogna fare i conti con l'astensionismo, che visti i recenti avvenimenti salirà alle stelle.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Lun, 10/12/2012 - 17:23

Io credo che sarà impossibile fare una campagna elettorale escludendo berlusconi come strettamente legato alle impennate dello spread. Tempo perso, sarà un giusto cavallo di battaglia del centrosinistra. I supergiornalisti non perdano tempo e trovino argomenti più interessanti. Oggi un +8 grazie al cav

Giovanmario

Lun, 10/12/2012 - 17:26

berlusconi tenta di battere bersani alle prossime politiche perchè sa benissimo che una volta al governo bersani e vendola si acchiapperanno tutto.. tutte le stanze dei bottoni, tutti i posti di rilievo, tutte le alte cariche istituzionali, modificheranno tutto il modificabile.. compresa la costituzione.. demilitarizzeranno la guardia di finanza e i carabinieri facendoli dipendere direttamente dai politici.. la rai sarà in mano a lilli gruber e giulia innocenzi.. celentano tutte le notti ci canterà la ninna nanna per rincoglionirci ancora di più di quanto già non lo siamo (basta leggere i commenti dei sinistri), la scuola cattolica verrà supertassata, le chiese pagheranno l'imu e per entrarci metteranno i tornelli con relativo badge di identificazione perchè mentre prima erano schedati i comunisti che non potevano entrare in chiesa.. fra un pò saranno schedati i cattolici.. così alla buonora il cardinale bagnasco avrà finalmente capito da che parte sta la libertà e non sparerà più.. santorate

Ritratto di Manieri

Manieri

Lun, 10/12/2012 - 17:27

Bravo Feltri, bell'articolo. Ma certo che ce la può fare. Perché il Cavaliere è tanto odiato? Perché è tanto temuto. Perché è tanto temuto? Perché ce la può fare. Gli uomini liberi sanno bene che il Cavaliere è l'ultimo baluardo contro la schiavitù e la miseria e sono con lui.

therock

Lun, 10/12/2012 - 17:35

caro feltri, bersani sarà anche stato due volte ministro senza riportare grandi risultati ma lei usa questo argomento per lanciare la corsa di un quasi ottantenne che è stato cinque volte candidato alla presidenza del consiglio, tre volte presidente per complessivi dieci anni con maggioranze mai avute nel parlamento italiano e i risultati dove sono? veramente pensate che sia tutta colpa dei sodali e delle mezze calzette di cui si è circondato o sarà il caso di iniziare a pensare che lui è una mezza calzetta non fosse altro perchè si circonda di mezze calzette?

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Lun, 10/12/2012 - 17:38

La vittoria del Cav. è certa, lo dicono gli ultimi sondaggi. E la campagna elettorale (no Euro, no Imu, più sviluppo, più lavoro, lotta al comunismo ed alle toghe rosse)la trasformerà in un trionfo di dimensioni storiche, ma il momento per salire sul carro del vincitore è questo, poi sarà tardi: meditate ex tecnici, meditate.

Ritratto di mario.leone

mario.leone

Lun, 10/12/2012 - 17:38

orator, lei i conti non li sa proprio fare. Chi ha governato dal 1994? E quanto? Vedrà che non è il Pdl o come si chiamava, soltanto, ma anche altri. O sbaglio?

Ritratto di Cinghiale

Cinghiale

Lun, 10/12/2012 - 17:42

@luigipiso Lun, 10/12/2012 - 17:23 - Ancora con questa bestialità dello spread legato al Cavaliere? Il buon Monti ha dimostrato che lo spread va da se. Altrimenti sarebbe riuscito ad azzerarlo, visto che non è nei suoi poteri vuol dire che il Presidente del Consiglio Italiano nulla può.

ARNJ

Lun, 10/12/2012 - 17:49

Cari commentatori komunisti & Co. =........se Berlusconi è acqua passata.......tutti gli altri dei vari partiti cosa sono ??????......poveretti,...sapete che mi fate veramente pena.......?????.... mai vista tanta paura nei Kompagni solo a sentire pronunciare il nome di Berlusconi.........si vede che lo temete !!!!!!...certo è che vi farà TROVARE DURO !!!!!!!!...

lucamago

Lun, 10/12/2012 - 18:06

come mai non esiste un giovane di centro destra "alla Renzi" che possa far capire agli elettori del PDL che si può dar vita ad un nuovo corso ? Senza indagati, senza affaristi, senza corruzione... come mai la lombardia e tutto il nord sono ormai divorati da ndrangheta, mafia e camorra??

Ritratto di Fritz49

Fritz49

Lun, 10/12/2012 - 18:09

Arnj:penso che il suo padrone faccia paura a nessuno visto che pensa solamente ai suoi affari,l'unico problema è che per le sue malefatte pagano sempre i soliti.non certo i destri.

cast49

Lun, 10/12/2012 - 18:11

unosolo, bravo, ma lo capiranno tutti?

giocar11

Lun, 10/12/2012 - 18:14

Fantastico .. dagli al comunista! Ci voleva qualcosa di nuovo nella campagna del centro destra!

giocar11

Lun, 10/12/2012 - 18:15

Bersani non ha fatto niente .... mica vero. Io tutte le volte che faccio una ricarica telefonica lo ringrazio mentalmente

dukestir

Lun, 10/12/2012 - 18:17

Se volete che i vostri risparmi vengano svalutati dell'80% nel giro di sei mesi, votate Silvio.

cast49

Lun, 10/12/2012 - 18:21

orator, Ecco quello che ha fatto Berlusconi fino ad ottobre 2011. L’ECONOMIA ITALIANA RISALE Gli ultimi dati su ordinativi, produzione e fatturato dell’industria mostrano un significativo miglioramento rispetto ai mesi precedenti. Ad agosto gli ordinativi registrano un aumento del +5% su base congiunturale e del +10,5% rispetto ad agosto 2010 (Istat, Fatturato e ordinativi dell’industria, 19 ottobre 2011). Nello stesso periodo la produzione è cresciuta del +4,3% su base congiunturale e del +4,7% in termini tendenziali, (Istat, Produzione industriale, 10 ottobre 2011). Il fatturato ha registrato una crescita del +4% rispetto al mese precedente e del +12% rispetto ad agosto 2010 (Istat, Fatturato e ordinativi dell’industria, 19 ottobre 2011). Questi dati, letti con la dovuta cautela in attesa di ulteriori conferme, costituiscono un segnale positivo per la nostra economia nella direzione del recupero dell’attività produttiva. IMPORT ED EXPORT Quanto al commercio estero crescono, anche se di poco, le esportazioni, che sono state il traino della ripresa nel 2010. Nel mese di agosto l’export ha registrato un aumento del +0,1% rispetto al mese precedente, a fronte di una crescita delle importazioni del +0,9%. Tuttavia analizzando i dati tendenziali, l’export di agosto mostra una crescita sostenuta pari al +16,2%, rispetto al +12,5% registrato dalle importazioni (Istat, Commercio con l’estero, 14 ottobre 2011). INFLAZIONE SOTTO CONTROLLO Nel complesso l’inflazione è sotto controllo. Anche se nel mese di settembre l’indice dei prezzi al consumo (Nic) ha registrato una crescita del 3% rispetto a settembre 2010, la dinamica di fondo, pur in rialzo, rimane moderata. L’inflazione acquisita per il 2011 è pari al 2,6% (Istat, Prezzi al consumo, 14 ottobre 2011). MI TROVI UN DATO POSITIVO DEL GOVERNO TECNICO????

maurizio50

Lun, 10/12/2012 - 18:23

A questo punto nel miracolo non ci crede nessuno.Bisogna però avere le idee chiare:vender cara la pelle, liberarci dalla spazzatura che per mille motivi ha riempito le fila del centrodestra, dichiarare che siamo pronti a stare all'opposizione netta di tutti i governi fantasiosi che gli altri (Presidente, Finanza, Confindustria e Preti) vorranno mettere in piedi.Se il c.d. staràè dalla parte della gente, la gente non abbandonerà il c.d.

Charles buk

Lun, 10/12/2012 - 18:29

Carissimo feltri, lei è miope. Non fa finta, ho paura lo sia proprio. Con tutto il rispetto.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Lun, 10/12/2012 - 18:29

Secondo me la paura di trovarsi bersanov come prossimo presidente del consiglio ha fatto impennare lo spread.I vecchi comunisti credono sia colpa del cav ma non è vero,la certezza della vittoria del comunista fa fibrillare lo spread.

cast49

Lun, 10/12/2012 - 18:32

orator, Il governo non si è limitato a combattere la crisi, ma ha saputo andare oltre portando avanti il più importante programma riformista che il nostro Paese abbia visto negli ultimi decenni. Molto è stato già fatto, è lunghissimo l’elenco delle riforme di grande spessore già completate come le riforme dell’università e della scuola, la riforma della pubblica amministrazione e del pubblico impiego, la riforma delle pensioni, l’imponente processo di riduzione della normativa vigente, la riforma e gli interventi per l’efficienza della giustizia civile, l’attività di riordino e di codifica della normativa per settori omogenei fino all’emanazione del codice Antimafia e, infine, le nuove procedure di bilancio. Altre necessitano di nuovo slancio per essere portate a termine entro il 2013, come il federalismo fiscale. Inoltre, con il programma nazionale di riforma presentato in primavera, l’Italia ha formalizzato il proprio impegno nei confronti dei propri cittadini e dei partner europei a realizzare questo riforme strutturali ambiziose in modo da superare definitivamente la crisi e rilanciare uno sviluppo intelligente, sostenibile e duraturo per il Paese. L’AGENDA DELLA BCE L’agenda della Bce è stata messa all’ordine del giorno e in gran parte già ottemperata. L’agenda della Bce per l’Italia, tracciata nella lettera inviata il 5 agosto, in realtà era già l’agenda del governo. La lettera non ha fatto altro che accelerare un percorso avviato dall’esecutivo con il Def, il dl sviluppo e il dl manovra (di luglio). Se confrontiamo i provvedimenti varati dal governo con le raccomandazioni scopriamo che questi combaciano, per la gran parte, con le indicazioni della Bce. Inoltre con il dl sviluppo e la manovra (approvata a luglio) sono già state varate ben 27 misure pro crescita che, assieme al dl sviluppo di prossima approvazione, rappresentano una risposta all’esigenza di rafforzare il potenziale di crescita dell’economia.

conenna

Lun, 10/12/2012 - 18:35

Feltri, ma perché un giornalista intelligente come Lei, per far prevalere le Sue tesi, deve raccontare balle? Montezemolo - e con lui molti altri - si è già, in tempi non sospetti, dichiarato favorevole a una patrimoniale. Adesso, Lei scopre che non sarebbe d'accordo. Il buon Luca Le ha telefonato in mattinata dicendo che ha cambiato opinione? In quanto allo statalismo di Bersani, fatte salve le pregiudiziali, in termini concreti si è dimostrato molto meno statalista (poche ma buone liberalizzazioni) dei governi presieduti dal CAV. Questi ultimi, peraltro, vada a leggersi i diagrammi di Bloomberg (non dell'Ufficio Studi della CGIL) dimostrano chiaramente che sono stati proprio i governi di Silvio quelli che hanno peggiorato in modo sensibile il PIL. GLi unici virtuosi sono stati - lo so, è dura da accettare ma questi sono i dati- il Prodi II e il governo D'Alema: rispettivamente del 3 e del 7%. Mentre l'ultimo del Cav. ha portato il PIL dal 103 di Prodi al 120 di Monti. Ora, se Lei deve prestare soldi (vedi i mercati che comprano BOT ,CCT, etc..) preferisce acquistarli da uno che riduce i debiti (rapporto deficit/PIL) o da uno che i debiti li aumenta a dismisura per essere popolare? Ecco che lo spread sale alla notizia che l'Italia potrebbe tornare nelle mani dello spendaccione. Quello che, per tre anni, ha negato che ci fosse la crisi e che ha fatto i debiti che Monti, adesso, sta pagando con i nostri soldi e le nostre tasse. Ma i debiti li ha contratti Silvio, non Monti. Anche il patto con l'Europa che ci lega mani e piedi, è stato sottoscritto da Tremonti Ministro delle Finanza di Berlusconi. L'IMU, non è una tassa inventata da Monti ma da Maroni. Ma vedo che a Lei piace quella canzone napoletana che fa: "Scurdammoce 'o passato, simm'e Napule, paisà.

cast49

Lun, 10/12/2012 - 18:36

orator, e tu ti illudi che i comunisti possano fare di più e meglio di Berlusconi? non sono stati capaci di rimanere al governo per una intera legislatura, nè di fare riforme decenti, neanche i DICO sono riusciti a fare...

Il Proselizzatore

Lun, 10/12/2012 - 18:40

Non sono i mercati a fare le bizze, ma è il signor B. a fare le bizze: una mattina si sveglia storto e decide di togliere la fiducia al governo, sapendo benissimo l'importanza della stabilità di governo in momenti così difficili. E questi sono atti del cosidetto "miglior statista degli ultimi 150 anni" (a suo dire!). O sono i mercati ad essere comunisti , così come voi avete definito le banche, i giudici, l'unione europea, etc, etc, etc, cioè tutti quelli che criticano B. (il vostro caro leader e signore indiscusso).

marco m

Lun, 10/12/2012 - 18:41

Cito "Pensioni a parte, non hanno sfornato una sola riforma sostanziale: quella del lavoro è un pasticcio, nessuna liberalizzazione, nessun provvedimento in favore dell'agognata (e illusoria) ripresa, zero tagli alla spesa pubblica, nonostante le roboanti promesse di spending review." Questo in un anno di governo. Ci dica signor Feltri, quali di questi traguardi e' stato raggiunto dal suo valente candidato negli OTTO anni in cui ha governato con maggioranza tranquilla ed assoluta? Il suo senso critico era in vacanza alle Maldive all'epoca? Io non son favorevole a Monti, ma nemmeno al ritorno di un governo Berlusconi che ha dimostrato, in una legislatura e mezzo, di essere incapace ed inadeguato. Davvero la destra non ha altro da offrire?

silvietto9

Lun, 10/12/2012 - 18:42

2 o 3 domande domande: Cosa ha berlusconi di meglio rispetto alle ultime elzioni a Milano dove ci ha messo la faccia e si e' fatto un po male ? E perche' se l'election day e' un risparmio non si e' fatto la stessa cosa per i referendum sul nucleare? Non si sarebbe risparmiato molto dipiu' (referendum in tutta italia costa 10 volte una elezione in 3 regioni) e si sarebbe fatta un amiglior figura allora e oggi? Pensiamo che la gente sia stupida o smemorata ? E se lui salva dal baratrto perche' oggi i mercati ci bastonano ? Sono tutti comunisti nel mondo o e' lui sulla luna ?

cast49

Lun, 10/12/2012 - 18:45

Fritz49, e lo farà come ha fatto le altre riforme, l'importante è avere un'opposizione che non metta sempre i paletti come ha fatto sempre.

Ritratto di vonstop

vonstop

Lun, 10/12/2012 - 18:50

Se non sbaglio il PDL ha sospeso la proposta di legge per poter detranne alcune spese dal reddito per mancanza di copertura finanziaria (Rai, pomeriggio cinque di oggi) ma sanno fare i conti?

benny.manocchia

Lun, 10/12/2012 - 18:51

Cercate di capire: i comunisti avevano tirato un grosso sospiro,la strada aperta per la loro vittoria politi.o. Ma ecco che riappare quel guastafeste di Berlusconi Berlusconi e l'odio e l'invidia dei "rossi" tornano a galla.Poveracci,illusi,invidiosi se potessero farebbero "fuori" Silvio. In verita',che Berlusconi vinca o meno non importa.L'importane e' che non vinca Bersani! Un italiano in USA

no b.

Lun, 10/12/2012 - 18:55

moderatore sei un SERVO sai? Dov'è la tua dignità? Magari sarai uno stagista sfruttato e devi pure beccarti l'umiliazione di difendere berlusconi! ahahah

Ritratto di vonstop

vonstop

Lun, 10/12/2012 - 18:58

Il recupero iva e' ininfluente, ma chi fattura pagherebbe all'erario una percentuale ben superiore tra imposte e contributi sociali.

eramob

Lun, 10/12/2012 - 19:01

...e anche Feltri ha compiuto la sua giravolta....da berlusconiano sfegatato è passato ad una forte critica per tornare sui suoi passi....la voce del padrone colpisce ancora!!

Ritratto di venividi

venividi

Lun, 10/12/2012 - 19:05

Se dovesse vincere Bersani, la sinistra e/o Monti governeranno per cinquant'anni. Ecco, se vince la sx, eleggeranno il capo dello stato amico, Fra lui e loro se la giocheranno finché vorranno perché nel frattempo daranno alla magistratura il modo di distruggere Berlusconi e chiunque altro osi presentarsi al suo posto.

Ritratto di venividi

venividi

Lun, 10/12/2012 - 19:07

continuo : quindi non state lì a pensarci più di tanto, non parcheggiate i vostri voti con Grillo o a casa, bisogna rivotare Berlusconi, questa volta ne va veramente della sopravvivenza dell'Italia.

ciaciaron

Lun, 10/12/2012 - 19:10

"...Ignoro quale sia stato l'elemento che lo abbia portato a ricredersi...", dai Feltri, dai su la schiena! Guarda che cosa ti fanno scrivere. Lo sanno perfino all'asilo che Mediaset sta andando a picco e i processi stanno viaggiando a mille verso possibili condanne. Avevi scritto un bel compitino ma questa frase...no.

aredo

Lun, 10/12/2012 - 19:12

Se gli italiani vogliono sprofondare all'inferno in cui il traghettatore Monti ci ha spinto preparando la venuta dei suoi padroni comunisti... Ecco, gli italiani votino i padroni Bersani,D'Alema,Vendola,Grillo,Casini,Montezemolo,Di Pietro,Fini... E l'Italia massacrata da Monti verrà definitivamente annientata. Berlusconi è l'ultimo baluardo non di sinistra rimasto, è l'unica spina nel fianco della sinistra. E loro con i ricatti a cui lo hanno sottoposto lui e la sua famiglia per costringerlo alle dimissioni e ad appoggiare tutte le porcate di Monti erano convinti di essersene liberati. Purtroppo c'è da aspettarsi due mosse dalla sinistra e dai cattocomunisti.. che arrestino Berlusconi o che lo uccidano. Entrambe azioni in cui i comunisti sono esperti e per cui non pagano mai, eliminare i propri avversari politici. Queste opzioni la sinistra ed i cattocomunisti le hanno da anni, tuttavia finora all'eliminazione fisica hanno evitato per non creare un martire e per paura del consenso popolare di Berlusconi che aveva. Se a queste elezioni gli elettori ridaranno consenso a Berlusconi per salvaguardare se stessi ed i propri cari dalla definitiva fine peggio della Grecia del governo delle sinistre di Bersani,Vendola,Grillo,Casini allora la sinistra avrà come priorità l'eliminazione fisica di Berlusconi. Gli elettori non di sinistra che non vogliono essere degli schiavi devono comprendere che Berlusconi sta rischiando tutto non solo per se stesso e la sua famiglia ma per tutti gli italiani che non sono e non vogliono essere schiavi di un regime di sinistra pericolosissimo ed antidemocratico, regime che negli anni grazie al voto a sinistra si è consolidato maggiormente. La vittoria del pericoloso islamico Barack Hussein Obama negli USA ha sancito il completamente del disegno comunista-islamico ed i loro piani prevedono finire l'accerchiamento su Israele e conquistarlo, fra le altre cose.

antoniopochesci

Lun, 10/12/2012 - 19:13

Allora, sull'onda dello tsunami mediatico delle primarie che aveva invaso l'informazione negli ultimi mesi, Bersani si avviava legittimamente ad assaporare il gusto della vittoria alle prossime elezioni. Ed invece, spunta il diavolo di Arcore che mette il bastone fra le ruote nella gioiosa macchina da guerra di occhettiana memoria. Ho sempre diffidato di quei politici che ci vorrebbero far credere che loro agiscono solo "nell'interesse del Paese"; ebbene, se Berlusconi non avesse dato la scossa al suo elettorato di riferimento, l'emorragia di voti sarebbe stata inarrestabile e all'indomani delle elezioni,milioni e milioni di cittadini avrebbero avuto un numero notevolmente inferiore ed insufficiente di "loro" Parlamentari in grado di rappresentarne i legittimi interessi contro lo strapotere di quell'apparato politico-sindacale-mediatico-giudiziario-bancario-tecnocratico che costituisce un UNICUM del partito di Bersani. A proposito del quale e dell'altro Predicatore Casini, bello sforzo il loro: hanno brandito l"interesse" del Paese per cacciare Berlusconi e rimpiazzarlo con Monti, solo per riconquistare un po' di scena. Ma come è possibile però che questi signori abbiano sempre demonizzato a prescindere Berlusconi; ma come è possibile che - nell'interesse superiore del Paese - non abbiano mai trovato di loro gradimento un atto,un provvedimento,un'iniziativa,una legge,una proposta del suo governo, legittimato dal voto del popolo sovrano?

Arruffato

Lun, 10/12/2012 - 19:14

Sempre grande Feltri

aredo

Lun, 10/12/2012 - 19:14

@lucamago: Renzi appena a D'Alema non servirà più vedrai come lo farà indagare.. vedrete. Renzi è il pupillo di Veltroni ed ha perso. Ora il PD a D'Alema serve compatto per abbattere Berlusconi che credeva di aver eliminato definitivamente. Quindi la vendetta di D'Alema su Veltroni e Renzi è solo rimandata per tatticismo. A sinistra sono tutti innocenti "il fatto non sussiste" a meno che chi comanda, cioè D'Alema in primis, non decida di epurare allora diventano "pecore nere" e vengono cancellati dal partito comunista.. che ha cambiato nome ma sempre e più comunista di prima è.

Ritratto di massiga

massiga

Lun, 10/12/2012 - 19:18

Foto vecchissima e ritoccatissima.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Lun, 10/12/2012 - 19:19

Silvio,mi hai ridato la speranza!Grazie,grazie Presidente per non averci abbandonato nelle mani di questi ladri,mangiapane a tradimento,comunisti trinariciuti!E adesso avanti,che siamo tantissimi,propongo di esporre un tricolore su ogni balcone per dimostrare che siamo la maggioranza.

franzle

Lun, 10/12/2012 - 19:19

Ai sinistri che chissà perché pontificano sul Giornale: da elettore di centro-destra non vedo l'ora che il BEVEFICA (Bersani-VEndola-FIni-CAsini) vada al governo di questo irrecuperabile paese: rimarrà per sempre scritto sui libri di storia che l'Europa, l'Italia e l'odiato euro crollarono e furono sepolti con la sinistra al governo!! Che goduria!!

hector51

Lun, 10/12/2012 - 19:21

Caro Direttore, per me non ha senso far cadere il governo un mese prima della sua scadenza naturale dopo averlo appoggiato per un anno e non ha senso l'indecisione di Berlusconi nel lasciare, poi riprendere, poi rilasciare, poi riprendere.Perchè il PDL non ha fatto niente mentre i tecnici non provvedevano a tagliare i costi e soprattutto gli sprechi della politica?Purtroppo la cosa grave è che ogni coalizione, prima di pensare agli interessi dell'Italia, pensa unicamente ai PROPRI INTERESSI.Ho sempre votato centro-destra, ma non so se questa volta andrò a votare.

Ritratto di Marving

Marving

Lun, 10/12/2012 - 19:27

Caro Dott. Feltri quello che dice é tutto corretto, non fa una grinza. Il problema é lui il Silvio. Capisco che uno straccio di candidato non sono riusciti a trovarlo, capisco che il partito é nelle mani di statalisti, ma Silvio é troppo. Esiste un tempo per tutti, anche per me o per lei, per dire ora mi devo fermare certo forza, idee, stimoli, ci sono, ma é venuto il nostro momento di dire mi fermo, piaccia o on piaccia, anche per il Silvio il momento é arrivato, fa male, fa tristezza, fa paura, ma non possiamo farci nulla é nelle cose e va accettato. Avremmo perso con onore, avremmo fatto pulizia, dei La Russa, Gasparri,Verdini e avremmo avuto un partito fresco, giovane e motivato da ideali non da altre meno nobili emozioni.

ilsignorrossi

Lun, 10/12/2012 - 19:45

berlusconi? no mi spiace tempo scaduto era ora cheti facevi da parte

tzilighelta

Lun, 10/12/2012 - 19:46

Berlusconi vincerà le elezioni perché agli Italiani piace il pelo e i soldi in contanti, solo Silvio ha questi argomenti, Bersani è triste e promette rigore e grigiore senza trombare! Questi sono gli argomenti che piacciono ai tifosi di B. naturalmente nessuno di loro incarna davvero queste caratteristiche, a loro basta sognare, sono dei segaioli mentali! Quindi inutile perdersi in chiacchiere, la Minetti sarà ministra e lo spread si innalzerà a grandezze cosmiche!

libertà38

Lun, 10/12/2012 - 19:47

Le solite ''CAZZATE'', comunque quando partiranno le elezioni, Berlusconi come sempre invaderà le TV sia pubbliche che private, ebbene ci stiamo passando la voce su internet, di spegnere le TV, e l'audience calerà. SIAMO STUFI AVETE ROTTO, oltre che rovinato l'ITALIA, avrete pochi parlamentari e le autorizzazzioni a procedere fioccheranno, con il SI del parlamento, i 316 che dissero che ruby era la nipote di MUBARACK, non ci saranno. E le galere saranno aperte come per tutti i cittani normali anche per i parlamentari sarà cosi', andranno nelle galere che loro stessi hanno definito a 5 STELLE.

deluso

Lun, 10/12/2012 - 19:48

Il problema è che Berlusconi è quello che ci ha ridotto sul lastrico..

grattino

Lun, 10/12/2012 - 19:48

Dio salvi l'Italia!!!!!!!!!!

giottin

Lun, 10/12/2012 - 19:49

I sinistrati dovranno pur averlo un capro espiatorio per poter dare la colpa di tutto il male che succede. Per quanto riguarda l'iniezione di liberismo, è più che mai auspicabile e non bisogna avere paura che sia troppo: se si lasciasse fare al liberismo sfrenato senza interromperlo, le cose potrebbero solo migliorare, il problema è che siamo in ritardo, maledettamente in ritardo e anche il Cav. è stato sempre troppo timoroso...già, ma con i compagni di viaggio di cui si è circondato non poteva che andare come'è andata! Non so se ce la farà: quando i sinistrati si renderanno conto che saremo peggio di prima sarà sempre tardi, avremo perso per ben che vada, un altro paio di anni!

Ritratto di fritz1996

fritz1996

Lun, 10/12/2012 - 19:56

Analisi di Feltri ineccepibile: forse un po' ottimistica, ma le rabbiose reazioni dei sinistri fanno bene sperare...

ludovik

Lun, 10/12/2012 - 19:58

Se veramente dovesse farcela il b. Probabilmente l'italia nn superebbe alcun impegno europeo, facendo il gioco di chi vuole scatenare una guerra civile...

Ritratto di pinox

pinox

Lun, 10/12/2012 - 20:04

feltri, la sua analisi è da numero uno!!!

Ritratto di DONCAMILLO7

DONCAMILLO7

Lun, 10/12/2012 - 20:08

ahahahahah e si puo' vincere..un bel biglietto aereo di sola andata!!!!

E' finita Berlu...

Lun, 10/12/2012 - 20:10

Hahahaha! poveri ignoranti, siete finiti, non prenderete neanche il 18%, se vi va bene. Voglio solo vedervi precipitare nel nulla; la damnatio memoriae che vi coprirà sarà senza precedenti, che neanche il fascismo, che almeno aveva la sua dignità. I berlusconiani che continuano a sostenerlo perfino adesso invece solo la forma più miserabile del regno minerale dello spirito. Avete veramente il cervello pieno di flatulenze di maiale.

winston1968

Lun, 10/12/2012 - 20:18

egregio cavaliere, se non attacherà chiaramente la merkel e dirà che l'europa è un fiasco e che dovrà cambiare se non uscire del tutto il voto non lo becca andrà sempre a grillo, ora se lo deve sudare dopo vent'anni di presa per i fondelli.

carpa1

Lun, 10/12/2012 - 20:19

Ben detto, non fa una grinza. Rimane un solo problema: la magistratura rossa. Questo è il vero nemico della democrazia che va abbattuto senza pietà. Se lo ricordi Berlusconi, dovesse mai tornare a governare.

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Lun, 10/12/2012 - 20:27

Angelino Alfano (Reuters) La nuova discesa in campo di Silvio Berlusconi rischia di provocare una nuova resa dei conti all'interno del Pdl. Come dimostra questo primo scontro tra il segretario Angelino Alfano e il senatore e amico fraterno di Berlusconi Marcello Dell'Utri. DELL'UTRI - Alfano, «è persona brava e capace, ma non ha la maturità per aspirare al premierato», dice Dell'Utri in un'intervista rilasciata a Repubblica. «La segreteria Alfano non è mai esistita. Poveretto, non ha potuto cambiare niente, se siamo ridotti in questo stato è perchè il partito è imploso, non si è rinnovato» ha spiegato il senatore siciliano. ALFANO - Non si è fatta attendere la replica del segretario del Pdl: «Dell'Utri - ha detto durante la trasmissione tv "Porta a porta" - è un povero disgraziato per quello che gli sta succedendo e parla a ruota libera permettendo agli osservatori di pensare che il suo sia il pensiero di Berlusconi e questo nuoce al presidente. Credo che Berlusconi debba porsi seriamente il problema della composizione delle liste».

mares57

Lun, 10/12/2012 - 20:33

Se Berlusconi non facesse così paura non si spiegherebbe lo scatenamento mediatico della sinistra. Anche quella di Fini e Casini.

thepaul

Lun, 10/12/2012 - 20:37

MA dopo 10 anni di governo berlusconi, di cui gli ultimi 5 con maggioranza bulgara, dopo 10 anni di bugie e promesse non mantenute, ma chi si fida ancora di lui? Ha votato le peggiori leggi di Monti, l'IMU l'ha inventata lui, non monti. Certo, monti l'ha anticipata (doveva entrare in vigore nel 2014) e l'ha estesa anche alla prima casa, ma già tremonti e berlusconi l'avevano pensata. Ora che il popolo è ridotto allo stremo, questo guitto si ripresenta sulla scena politica e ci sono ancora tanti...illusi (è la cosa più gentile che mi viene in mente) che gli credono. Non ha mai abbassato le tasse, non ha approvato il federalismo, non ha vigilato ai tempi dell'introduzione dell'euro e chi più ne ha più ne metta. A me questo articolo di feltri sembra l'ennesimo tentativo di riesumare un cadavere, convincendo l'elettorato ormai disgustato a votare ancora per lui, "nonostante tutto". Bene, io, piuttosto che votare ancora per lui, preferisco votare Grillo, almeno mi toglierò la soddisfazione di vedere PD-PDL-UDC annaspare in cerca di voti. P.S. Non basta dire "scusate, ho sbagliato ad appoggiare Monti, toglierà l'IMU e siamo tutti felici e contenti". Devono andare tutti a casa, per incapacità, dalla sx alla dx passando per quella cariatide politica di casini...

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 10/12/2012 - 20:46

Dov'è il problema? Nel fatto che per loro questa è un'ottima occasione per fare la loro lurida propaganda! E a questo punto mi viene anche il dubbio che la manfrina bersani vs. renzi sia tutta una combine per farsi belli di fronte a quei coglioni dei loro elettori. Ha fatto troppo presto renzi a rientrare nei ranghi: prima un leone, poi improvvisamente un agnellino castrato. No, non mi convince.

Giorgio Rubiu

Lun, 10/12/2012 - 20:53

@orator - Quelli che lei chiama 20 anni di malgoverno sono stati solo 18 (2012 - 1994 = 18) dei quali solo 9 anni, 1 mese e 17 giorni hanno visto Berlusconi al governo. Gli altri 9 anni circa sono stati di Dini, Amato, Prodi+D'Alema, di nuovo Prodi e, da un anno a questa parte, Monti. Dare tutta la colpa del malgoverno a Berlusconi è malafede della più bell'acqua. Amato è quello che ha rubato i soldi dai nostri c/c, Prodi è quello che ha deciso che il cambio Lira = Euro doveva essere 1.936,27 per 1 €. D'Alema è quello che ha mandato l'aviazione italiana a bombardare la Bosnia e, durante l'ultimo governo Prodi c'erano Visco, il tassatore, e bersani cui interessava solo mettere le farmacie ed i distributori di benzina nelle COOP. Monti ha completato l'opera di Visco aumentando le nostre tasse di povera gente a livelli mai raggiunti prima e portando la disoccupazione ad estremi storici. Memoria corta e faziosità possono giocare brutti scherzi, caro "orator". Si informi prima di scrivere cose non vere.

surico michele

Lun, 10/12/2012 - 20:53

Forza cavaliere monta in sella e vai al galoppo di queste mezze calzette ne abbiam piene le tasche.Questi sono solo invidiosi è cattivi

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 10/12/2012 - 20:57

Io sono ancora, e sempre sarò, di Destra. Del cosiddetto centro mi frega poco, in realtà, ma se per governare occorre avere al nostro fianco qualche centrista, è pur sempre una medicina meno amara rispetto ai comunisti (quell'"ex" riferito a bersani mi sembra fuori luogo: lui è ANCORA comunista, proprio come il vecchiaccio del colle) e a monti, quindi ben venga. Spero solo di non dover votare Berlusconi, perchè non riesco a mandar giù il suo appoggio per oltre un anno a quell'assassino di monti. Spero che la Destra si presenti con una coalizione che consenta a noi elettori di esprimere in qualche modo una preferenza. Se ci sarà un partito di Crosetto e Meloni voterò per loro, altrimenti per la Lega, come ho già fatto in passato.

Amelia Tersigni

Lun, 10/12/2012 - 21:04

Ci vogliono far credere che la ri-discesa in campo di Berlusconi abbia mandato giù le borse e su lo spread. NO, sono stati i dati catastrofici della nostra economia di quest'ultimo anno che spaventano sia... noi Italiani, che gli...altri

Cosi_la_penso

Lun, 10/12/2012 - 21:05

L ultimo sondaggio lo dava al 30% , domani sara al 35% poi quando iniziera a raccontare balle in televisione crescera di 3 punti % per ogni apparizione ! Deja vu !

Ragazzi_fuori

Lun, 10/12/2012 - 21:18

C'è da ricompattare il paese contro chi vuole mangiarselo

Ragazzi_fuori

Lun, 10/12/2012 - 21:21

Vedere la sinistra di marci comunisti prendere il comando dell'Italia mette i brividi. Mai come in questo momento c'è bisogno di amore per l'Italia. Chiunque non dia il proprio contributo col voto per impedire la predazione estera sulla ricchezza italiana è un TRADITORE.

Ggerardo

Lun, 10/12/2012 - 21:29

Io capisco che Feltri scrive per chi lo paga e quello che il suo padrone vuole leggere. Pero' prendere i suoi lettori per scemi a questa maniera e' vergognoso. Ma che ragionamento e' questo: Prodi non e' riuscito a tenere insieme la sua maggioranza 3 anni fa, quindi votiamo Berlusconi che non e' riuscito a tenerla insieme 1 anno fa. Bella logica, non fa una grinza. Sembra che il fatto che Berlusconi possa vincere le elezioni sia un dato positivo in sé. Ma se ha dimostrato che poi non sa e non vuole neanche governare ! Se ha fatto il premier a tempo perso (parole sue) perche' doveva occuparsi delle ragazzine. Se ha ridotto l'italia allo zimbello di tutta l'Europa. Cos'è, questo paese deve andare in rovina per forza ? Per compiacere la vanità e la megalomania di un quasi ottantenne ? Feltri sia onesto, neanche lei puo' credere a questo

frageco

Lun, 10/12/2012 - 21:31

ci lasci in pace, non distrugga l'italia per favore

frageco

Lun, 10/12/2012 - 21:33

decespugliatore dacci un taglio... non potrà mai farle quelle cose i suoi amici di merenda si sono mangiati tutto.

matusa

Lun, 10/12/2012 - 22:20

Si ricomincia con la propaganda. "Attenti ai mangiatori di bambini (leggasi comunisti)". A me gli occhi, please! Forse si credono di avere a che fare con degli ingenui. Una precisazione: Bersani, nel 2007, ha dato nome ad un decreto che qualche beneficio almeno lo ha fornito ai cittadini (liberalizzazione dei mercati, abolizione costi fissi di ricarica cellulari, assicurazioni auto, recesso anticipato, ecc.). Qualcuno mi sa indicare un provvedimento analogo fatto dal PDL. Cordialità

dxfe

Lun, 10/12/2012 - 22:25

Ma che è successo?dove sono finiti tutti i menagramo e comunistelli vri che fino a ieri infesrtavano questo spazio?Che in due giorni sia cambiata l'aria?Che comincino a farsela addosso?Forza Italiani rialziamo la testa lasciamo stare le mandrie di servi delle banche e della Merkel che ci insultano e andiamo a vincere!!Viva l'Italia Libera!!!

'gnurante

Lun, 10/12/2012 - 22:26

certo, intanto la legge sul riordino delle province non può essere fatta e cento altre piccole o grandi riforme non vedranno la luce. Ma chi se ne frega? l'importante è che il padrone si salvi il c..o! Se poi il mutuo per la casa è al 6%, vengono tassate pure le mutande e i buchi per le strade non vengono tappati la colpa è dell'europa, della merkel, dei giudici, dei comunisti rossi, dei giornalisti ideologicizzati, dei comici, di de benedetti, dell'opposizione, della maggioranza...

ErnstJunger

Lun, 10/12/2012 - 22:40

Anche tu feltri,anche tu campagna contro i comunisti... Ancora! Ma non c'è proprio nient'altro da tirare fuori?

forbot

Lun, 10/12/2012 - 22:42

Avere la sinistra in Italia, non sarebbe neanche male, visto che abbiamo la destra. La sinistra della quale parlava Renzi, per intenderci. Il fatto però che la sinistra italiana, quella che ci vuole propinare Bersani e compagni, è ancora tanto infarcita di comunismo, è l'abbiamo visto con l'ultimo ballottaggio. Tutti sappiamo come è finito, dopo l'ordine partito dal comintern. Hanno già sotto il loro dominio più del settanta per cento delle forze lavoro, muovono o ubbidiscono a loro più del quaranta per cento della finanza e occupano i più importanti posti strategici nei gangli vitali dello stato, ecc.ecc. è il risultato è che ci ritroviamo ad essere quelli che siamo. Altro che colpa di questo o quell'altro. La colpa viene da lontano. E' ora sarebbe tempo di dare una svolta. Sarebbe ora di sapere quale Italia vogliamo lasciare ai ns. figli. A noi ci riempiono di belle parole, ma sono solo chiacchiere e servono per incantarci, per ricevere il nostro consenso e una volta al potere per caricarci di pesi come asini da soma, mentre loro squazzano nel lusso e nei privilegi che neanche ci sognamo. A dispetto del buono esempio che dovrebbero dare per primi.

ROBERTSPIERRE

Lun, 10/12/2012 - 22:43

Feltri: un sussulto di orgoglio e di amor proprio ! Dica davvero come la pensa. Qaualche volta il dissenso col proprio padrone è necesario per il bene stesso del padrone.... Io penso che Berlusconi per egoismo e furore non si accorge che sta trascinando tutto il centrodestra nell'abbisso. Non è che sotto sotto Alfano, con calcolata perfidia, lo lascia fare per farlo massacrare e poi prenderne il posto ?

mark1210

Lun, 10/12/2012 - 22:56

La Camusso ha messo in conto di condannarlo prima delle elezioni e lo farà .... Alfano prenderà le redini del partito mondti non si candiderà... vincerà Bersani ma con una forte opposizione Movimento 5Stelle e PDL con lega .. dopo un anno e meza di legislatura e patrimoniali Bersani se ne andrà a casa ... Capitolo 2 Elezioni Renzi Vs ? forse I maya huauhauh buona polotica tv per chi si vuol far ancora prendere in giro il Turn off...

GIANNA 52

Lun, 10/12/2012 - 23:33

Avevo quasi deciso di non votare, ma visti i commenti dei "sinistri" progressisti voterò e naturalmente centro destra! Berlusconi è finito? Forse, ma io non permetto ai vari Schultz ( ma chi è costui?...) e pigmei europei di dirmi cosa devo fare! AH dimenticavo cari commentatori rabbiosi, chi governava quando siamo entrati nell'euro e soprattutto chi ha fissato il cambio con il quale siamo entrati? Forse avranno governato meno anni del centrodestra ma purtropo in anni che sono state fatte delle scelte scellerate che ci hanno condizionato e ci condizioneranno la vita per molti anni ancora!!! Siete proprio ottusi, la Germania se ne frega dell'europa, dalla debolezza dell'Italia, per ora, ha tratto solo vantaggi! Io, nel mio p iccolo ho deciso di non contribuire più al suo arricchimento non: comprando più prodotti tedeschi. Naturalmente non compro più nemmeno quelli francesi!!! Forse anche questa volta il centrodestra non riuscirà a cambiare l'italia, ma il centrosinistra ci toglierà anche la speranza che ciò possa accadere!! A Berlusconi ed Alfano dico: scegliete bene i candidati, io ho già scelto in Crosetto e compagni le persone alle quali affiderò il mio voto!

silvietto9

Lun, 10/12/2012 - 23:52

ma perche ai referendum non hanno fatto l'election day ? Si sarebbe risparmiato 10 volte quello che si risparmia per 2 regioni facendo i referenduma accorpati in tutta italia. Credono che gli italiano siano tutti fessi o smemorati ? O invece si ha paura che si ripeta quanto successo a milano, in sicilia, con uno sbriciolamento lento einesorabile come e' stato fino a oggi il calo nei sondaggi ?

Ritratto di sydneysider

sydneysider

Mar, 11/12/2012 - 00:13

Verdini, Scajola, La Russa. Gasparri 4 buoni motivi per non votare (piu') il PdL. Feltri la seguo sempre con interesse e nell'articolo sento il suono della tromba per ricompattare le truppe, pero' per cortesia affronti uno dei problemi di Berlusconi: questo e' un partito invotabile. Ci faccia sapere cosa ne pensa.

angeli1951

Mar, 11/12/2012 - 00:41

Perchè credo che Feltri indovini la situazione? Forse perchè gli snob, i mantenuti, i parassiti della cosiddetta informazione non ne azzeccano una: mi ricordo di fresco il bailame per supportare renzi, che già davano per vincitore, dei frequentatori della rete come i fighetti lettori di larepubblica, il cui editore ha residenza e quindi credo domicilio fiscale in Svizzera alla loro faccia e delle chiacchere su evasione e amor di patria.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 11/12/2012 - 01:13

Non c'è che dire. Quanto ad ipocrisia certa stampa italiana merita l'istituzione di un premio speciale. Fingono persino di dimenticarsi che un governo andrebbe eletto con i voti dei cittadini. Invece vorrebbero la prosecuzione di questo strazio CHE FA COMODO SOLO AL SALTIMBANCO CASINI.

Ritratto di marforio

marforio

Mar, 11/12/2012 - 04:04

Questa europa e comandata dalla finanza con le sue banche , che a loro volta sono comandate dai soliti comunisti, il bello e che non se ne rende conto nessuno.Come puo Berlusconi senza nuovi onesti profili cambiare le cose? A parere mio un commissariamento non e servito a niente.Ci vorrebbe una dittatura come esisteva al tempo di Roma antica.Un cambio di cervello nelle teste vuote dei sinistroiti, meno veleno, e piu collaborazione in tempi come questi.Se avevamo una socialdemocrazia in Italia non saremmo a questo punto , comandati da stranieri .Ma il risorgimento a che cappio e servito ?Potevamo risparmiarci tutte le feste che si e goduto re giorgio con i nostri soldi.

Ritratto di marforio

marforio

Mar, 11/12/2012 - 04:07

Questa europa e comandata dalla finanza con le sue banche , che a loro volta sono comandate dai soliti comunisti, il bello e che non se ne rende conto nessuno.Come puo Berlusconi senza nuovi onesti profili cambiare le cose? A parere mio un commissariamento non e servito a niente.Ci vorrebbe una dittatura come esisteva al tempo di Roma antica.Un cambio di cervello nelle teste vuote dei sinistroiti, meno veleno, e piu collaborazione in tempi come questi.Se avevamo una socialdemocrazia in Italia non saremmo a questo punto , comandati da stranieri .Ma il risorgimento a che cappio e servito ?Potevamo risparmiarci tutte le feste che si e goduto re giorgio con i nostri soldi.

cucu1936

Mar, 11/12/2012 - 06:05

Caro Feltri, non puoi pretendere di indovinare tutte e debbo confessare che su Berlusconi milioni di italiani hanno sbagliato, ma oRa ti chiedo. ..?? veramente credi che se Berlusconi dice che vuole vincere vincerà ??? Con quali voti?? Per vincere ci vuole il 51 per cento e forse arriverà al dieci. Smettiamo di dire barzellette. Credi veramente che una volta fatto primo ministro potrà andare a discutere con la culona?? Consiglialo di ritirarsi. Lui lo sa benissimo come farlo, vedrai. Se credi faccio con te una scommessa sono certo che non vincerà ma anche che finirà per non candidarsi! Comincio a pensare che sia un caso di demenza senile. Rifletti, il momento e più serio di quanto pensi.

cucu1936

Mar, 11/12/2012 - 06:09

Caro Feltri, non puoi pretendere di indovinare tutte e debbo confessare che su Berlusconi milioni di italiani hanno sbagliato, ma oRa ti chiedo. ..?? veramente credi che se Berlusconi dice che vuole vincere vincerà ??? Con quali voti?? Per vincere ci vuole il 51 per cento e forse arriverà al dieci. Smettiamo di dire barzellette. Credi veramente che una volta fatto primo ministro potrà andare a discutere con la culona?? Consiglialo di ritirarsi. Lui lo sa benissimo come farlo, vedrai. Se credi faccio con te una scommessa sono certo che non vincerà ma anche che finirà per non candidarsi! Comincio a pensare che sia un caso di demenza senile. Rifletti, il momento e più serio di quanto pensi.

cucu1936

Mar, 11/12/2012 - 06:13

Vittorio tu non leggi mai quello che scrivono i tuoi lettori... Possibile che siano quasi tutti scemi????????????

Ritratto di marco calvi

marco calvi

Mar, 11/12/2012 - 06:30

Dirle bravo e poca cosa,è sempre lucido e chiaro nel suo scrivere e pensare. ma xchè ciò non accade x altri direttori:ignoranza o sudditanza.con Lei ritrovo l'obiettività e la logica. Grazie.

carlo5

Mar, 11/12/2012 - 07:30

Un consiglio a Feltri. Dica al Presidente Berlusconi di dare le chiavi del partito a Monti, di cacciare tutti i lecca culo che vi sono a capo e che, da bravo capitano lo lasci lavorare per il bene nostro e forse suo. Dia retta Feltri, questa e' la via da seguire e non continuare a ottanta anni prossimi, a fare la politica che non è riuscito a fare in venticinque anni. Lo vada a trovare Feltri e basta con questi suoi articoli a metà tra l'aiuto e il mandorlo a quel paese.

abocca55

Mar, 11/12/2012 - 08:36

Io, i miei amici e parenti non andremo a votare, a meno che il Cavaliere non rifondi Forza Italia con il 95% di persone nuove, fatto salvo la Gelmini, la Santanchè, Capezzone e tutte le amazzoni. L'Italia ha bisogno di volontariato politico e non di politicanti. Io, ex votante di AN, se trovo nelle liste larussa, Gasparri il lobbista, e tutti gli altri ex AN, non voterò per Berluska. Vogliamo una politica che si faccia strada con comportamenti seri e onesti, ostile al lobbismo. Lasciamo le lobby a bersanov, alias lenin & Co.

renzo cadamuro

Mar, 11/12/2012 - 15:20

l'odierna dinamica del rapporto tassi titoli di stato Italiani e Tedeschi è una conferma della vera causa del fenomeno: la potenza di fuoco della grande finanza speculativa sinergica a Monti e no le reali condizioni del Paese. Pienamente condivisibili e osservazioni dello stimatissimo Vittorio Feltri. La soluzione è nel bloccare quella pericolosa armata e no l'economia reale dell'Italia.