Napolitano: confido non sia aperta una rischiosa crisi di governo

Il Quirinale conserva fiducia nelle ripetute dichiarazioni di Berlusconi in base alle quali il governo continua ad avere il sostegno della forza da lui guidata

Napolitano: confido non sia aperta una rischiosa crisi di governo

Giorgio Napolitano non sta studiando il da farsi in caso di crisi di governo. Perché- si sottolinea in ambienti del Colle- avendo già messo in massima evidenza che l’insorgere di una crisi precipiterebbe il paese in gravissimi rischi, conserva fiducia nelle ripetute dichiarazioni di Berlusconi in base alle quali il governo continua ad avere il sostegno della forza da lui guidata.

Intanto oggi è arrivato un altro avvertimento da parte del Pdl. "Quando si convive in un'alleanza devono vigere le regole del reciproco rispetto", ha dichiarato Renato Schifani, aggiungendo che "vedo l'avvicinarsi di un momenti di crisi". Tutta per colpa dell'atteggiamento del Pd.

Il responsabile organizzazione del Pd Davide Zoggia ha risposto: "Se il governo cade mi sembre chiaro, chi rispetta la Costituzione è il Pd e tutte le forze che richiamano a questo principio" e "la responsabilità sarebbe in capo al Pdl". Se si verificasse la crisi di cui parla Schifani, ha aggiunto "il presidente Napolitano deciderà per il meglio" e "pensare di votare con questa legge elettorale sarebbe un delitto per il nostro Paese". Per il capogruppo Pdl, "sarebbe meglio tornare alle urne".

Commenti

Grazie per il tuo commento