Napolitano: "I marò fanno onore all'Italia"

Il capo dello Stato: "Troppo a lungo e ingiustamente lontani dalla Patria"

Napolitano: "I marò fanno onore all'Italia"

Un ricordo per la Liberazione e un monito per i nostro due fucilieri di Marina detenuti in India. Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, nel corso delle celebrazioni del 25 aprile al Vittoriano, ricorda i marò Girone e Latorre: "Fanno onore all’Italia i nostri due Marò trattenuti ingiustamente e da troppo tempo lontani dalla patria". Il capo dello Stato ha voluto anche un mandare un messaggio a tutti quelli che, nel nome della spending review, vorrebbero sforbiciare le spese militari: "Dobbiamo procedere - nella piena, consapevole valorizzazione delle Forze Armate che continuano a fare onore all'Italia - in un serio impegno di rinnovamento e di riforma, razionalizzando le nostre strutture e i nostri mezzi, come si è iniziato a fare con la legge in corso di attuazione, e sollecitando il massimo avanzamento di processi di integrazione al livello europeo. Potremo così soddisfare esigenze di rigore e di crescente produttività nella spesa per la Difesa, senza indulgere a decisioni sommarie che possono riflettere incomprensioni di fondo e perfino anacronistiche diffidenze verso lo strumento militare, vecchie e nuove pulsioni antimilitariste".

Commenti