Napolitano: "Per tornare a crescere cedere sovranità alla Ue"

Il Presidente della Repubblica: "Solo così si arriva all'integrazione politica". E chiede all'Italia di andare avanti con le riforme strutturali

Napolitano: "Per tornare a crescere cedere sovranità alla Ue"

Per uscire dalla crisi e perché la nostra economia torni a crescere, gli italiani devono diventare più europei. A dirlo non è un'europeista qualsiasi, ma il Presidente della Repubblica, secondo cui per lo sviluppo "è indispensabile, ma non sufficiente l’impegno tenace dei paesi maggiormente in crisi". La soluzione? Cedere ancora sovranità all'Europa, neo vincitrice del Nobel per la Pace.

"Le innovazioni comportano ulteriori trasferimenti di poteri decisionali e di quote di sovranità", sostiene Giorgio Napolitano, sottolineando che solo così si può arrivare all'integrazione politica dell'Unione europea: "Occorre anche che l’Europa, nel suo insieme, partendo dal dato irrinunciabile della moneta comune, continui ad andare avanti, con determinazione e realismo, sulla strada dell’approfondimento dell’unione economica e monetaria sia nel campo della finanza e delle banche, sia in quello delle politiche economiche e di bilancio".

E finché questa integrazione, che trasformi l'Ue da istituzione economica a vera entità politica, "l’Italia, come altri paesi europei, deve perseverare nell’azione riformatrice tesa a superare i problemi strutturali che intralciano la competitività della sua economia, e insieme portare avanti il processo di miglioramento strutturale dei conti pubblici e quindi di decisiva riduzione del debito".

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti