È un pasticcio non peggioriamo la situazione

Renzi cerchi di non peggiorare la situazione già sufficientemente ripugnante

Matteo Renzi dice e ridice: superare il Senato. Obiezione: per andare dove? La risposta non c'è, ma la si ricava dai suoi programmatici annunci. Egli vuole che a Palazzo Madama non vadano più 315 rappresentanti eletti direttamente dal popolo, bensì sindaci, «raccomandati» del presidente della Repubblica, rappresentanti delle Regioni. Occhio: per tutti costoro non è prevista alcuna remunerazione, zero indennità, forse un rimborso spese piccolo.

Osservo: qualora passasse un simile progetto, solamente dei cretini patentati ambirebbero a occupare seggi da senatore. Infatti chi lavora gratis è uno che, nella migliore delle ipotesi, punta ad approfittare della posizione acquisita per cercare di rubare. E di solito ci riesce.

L'unico modo per superare utilmente il Senato è chiuderlo, trasformarlo in un hotel di lusso vietandone l'accesso ai parlamentari. Altrimenti conviene lasciarlo com'è, almeno sappiamo in partenza quali e quanti danni provoca alla nostra zoppicante democrazia. Modificare l'organizzazione attuale del cosiddetto «secondo ramo» in base ai desideri del premier significa soltanto fare pasticci, senza peraltro diminuire le spese gestionali, poiché tenere in vita l'istituzione, sia pure riformata, comporta comunque alti costi per pagare il personale burocratico che ne consente il superfluo funzionamento.

Allora, caro Renzi, ci spieghi per favore il senso logico della sua iniziativa riformatrice. In effetti, il bicameralismo perfetto, checché ne dicano i signorini del M5s, non fa che complicare lo svolgimento delle operazioni legislative. Però se lei, invece di eliminare tout court il baraccone senatoriale, si limita a renderlo asettico, pur mantenendone in piedi la struttura, non capisco dove sia il vantaggio per le casse dello Stato.
Mi rendo conto, signor presidente del Consiglio: esiste l'esigenza di dimostrare agli elettori che questo governo, a differenza dei precedenti, intende muoversi in fretta, senza sprecare tempo in mille discussioni. Ma le ricordo che cambiare per cambiare non serve. Lei si è affrettato anche a cancellare le amministrazioni provinciali, sulla carta. In pratica, però, esse, per quanto possano avere in futuro un nome diverso rispetto al passato, non saranno soppresse davvero, perché le loro attribuzioni non sono delegabili alle Regioni. Insomma, siamo di fronte a qualcosa di mostruoso, a un gigantesco inganno spacciato per modernizzazione del Paese. Si finge di chiudere una bottega, invece la si tiene aperta e ci si limita a correggere l'insegna, come se ciò bastasse a migliorare la qualità della merce in «vendita».

Tornando al Senato da lei immaginato, desidero farle presente alcuni problemi che spero non le siano sfuggiti fin qui. Nell'aula verranno cooptati sindaci di importanti città, i quali periodicamente dovranno trasferirsi a Roma per assolvere a compiti supplementari, oltre a quelli assegnati loro dagli elettori. Mi dica, come faranno a caricarsi di tante responsabilità? Riusciranno a dividere il loro impegno tra i Comuni dove sono primi cittadini e la capitale? Da notare che i sindaci saranno costretti a occuparsi, in parte, anche delle attribuzioni sottratte (teoricamente) alle Province. Non le pare, signor premier, di avere creato un sistema amministrativo un po' troppo complicato e contrario alla semplificazione che lei dice di voler perseguire?

Senta Renzi, non le dico di riposarsi, di non fare nulla. Però, se non le costa troppo, cerchi di non peggiorare lo statu quo, già sufficientemente ripugnante.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 02/04/2014 - 15:04

Il Senato è una cosa. Il Ping-pong legislativo è tutt'altra faccenda. Per dirla alla sindacalistica maniera, sono due variabili indipendenti. Tuttavia se è solo per risolvere il problema della disoccupazione senatoriale, basterebbe fargli iniziare la procedura d'inpeachment dell'inaffidabile capo tribù Napolitano. I suoi senatori a vita penso che non si suiciderebbero dal dispiacere.

Atlantico

Mer, 02/04/2014 - 16:29

Più passa il tempo, meno si comprende cosa voglia dire, in varie occasioni, Feltri. Questa è solo l'ennesima. Primo invio 16:29

Ritratto di Nanuq

Nanuq

Mer, 02/04/2014 - 16:55

Atlantico Mer, 02/04/2014 - Scrive: "Più passa il tempo, meno si comprende cosa voglia dire, in varie occasioni, Feltri. Questa è solo l'ennesima....". Atlantico, ad ogni intervento ripeti la stessa cosa: "Sono incapace di intendere e volere", ma a noi, scusa, cosa importa. Affidati ad un psicologo, potrebbe aiutarti.

Ritratto di ..il.politicante...

..il.politicante...

Mer, 02/04/2014 - 17:03

l'ennesimo bluff della casta, come per l'abolizione dell'imu, come per la vendita delle auto blu(vendi dieci e compri cento), come per tutti i proclami di taglio delle spese e abbassamento delle tasse, come per l'abolizione delle provincie e del "finanziamento" tutto ciò che esce dalla porta rientrerà dalla finestra, solo più pesante

Massimo Bocci

Mer, 02/04/2014 - 17:18

Io sono d'accordo con ELIMINARE TUTTO LO STATO!!!! Comunista!!! Dunque qualsiasi passo in tal senso mi trova favorevole, (non può essere che un barlume di vana speranza nella democrazia) ma la norma (TRUFFA!!!) in cui un comunista (Presidente??? RE Pubblica) possa nominare 25 suoi amici per BLINDARE, e far si che tutti i futuri pseudo presidenti RE Pubblica siano comunisti, mi sembra, un po' TROPPO DEMOCRATICO???? Anche per un REGIME DI LADRI COMUNISTI!!!!

elalca

Mer, 02/04/2014 - 17:27

#nanuq: bella risposta, complimenti!

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Mer, 02/04/2014 - 17:33

Dire qualcosa dove autorevoli esponenti e Politologi più scaltri di me si sono sbizzarriti in alchimie e discussioni sembrerebbe noioso, forse lo è, ma voglio provare a semplificare. Quanti Senatori siamo disposti ad "alloggiare" a Palazzo Madama dato che i Dipendenti ancora sono in servizio e quindi bisognerà pagarli fino a loro Pensionamento? Dico che cento sarebbero sufficienti per creare un ambiente almeno meno tetro del solito. Le cento Città più popolose; diciamo con Cittadini superiori alle centomila unità; le famose cento Città dette e ridette durante i "comizi" di Fini (non si è mai visto ma lo aveva detto). Il Sindaco potrebbe essere presente o delegare un Assessore; è la stessa cosa. I compiti potrebbero essere quelli che si apprestano ad abolire al CNEL; consultivi della Società Civile sempre che siano edotti delle problematiche della Gente. Un riunione al mese; due giorni di lavori giusto il tempo di visitare Roma e Dintorni così si rifaranno gli occhi anche visitando il Vaticano; chi può sapere che non si convertano sulla via di Roma!!!!!!!! Caro Dott. Feltri volendo si possono fare tante cose, ha detto bene, vale più sapere dove si vuole andare e non come che sapere come andare e non dove. Shalom

Anonimo (non verificato)

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 02/04/2014 - 18:20

RENZI, DEVI ANDARE A CASA.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 02/04/2014 - 18:20

RENZI, DEVI ANDARE A CASA.

unosolo

Mer, 02/04/2014 - 18:22

meglio chiuderlo e adibirlo ad un albergo di lusso o riconsegnare alla storia quei palazzi non pagando più affitti , e sono diversi milioni risparmiati , ecco dove si devono prendere i soldi , chiudere palazzi e senato riconsegnando soldi al popolo sotto forma di sconto IRPEF .

isaisa

Mer, 02/04/2014 - 18:22

Se i komunitronzi non avessero promulgato il referendum contro diminuzione dei deputati e dei senatori ( anno 2006 ) avremmo risolto la faccenda da TEMPO : Ma era una proposta di Berlusconi e non andava bene, ora ... va bene ?? Certo che siete proprio degli IPOCRITI !!

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Mer, 02/04/2014 - 18:28

Senti Fonsie Renzi, il Senato va chiuso e basta. L'unica cosa seria da fare subito dopo sarà trasformarlo in "Palazzo Madame". Ossia un prestigioso bordello di lusso al centro di Roma che porterebbe finalmente un bel po' di denaro anzichè continuare a rubarlo agli Italiani ormai alla canna del gas!

diwa130

Mer, 02/04/2014 - 18:43

Sorprende che lei Feltri non abbia proprio capito, o forse fa finta, tanto per scrivere quattro parole. La risposta sta nel suo articolo. Il senato cosi' modificato non e' ambito da nessuno, quindi non sara' usato. Bene, chissa' che non sia proprio questo l'obiettivo... Si immagini se Renzi avesse detto chiudiamo il Senato completamente, avrebbero svegliato i morti. Attentato alla democrazia, involuzione democratica etc. etc. Poi se proprio funzionera', lei si preoccupa di tutte le responsabilita' dei sindaci chiamati al senato. Ci sono CEO che oggi sono a Milano e domani a Sidney e lei si preoccupa per un viaggio da Bologna a Roma o dalla lontanissima Palermo ... Suvvia, non dica sciocchezze. QUesto senato non e' disegnato per tutti i giorni, non lo e' neppure quello attuale , figuriamoci questo.

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Mer, 02/04/2014 - 18:44

Personalmente ritengo che il Dr. Feltri ha pienamente ragione. Certamente i POTENTI stanno premendo l'"acceleratore" al MASSIMO PER NON FAR MODICARE PROPRIO NULLA e tutto rimanga uguale ma con vestito mascherato (Da Carnevale preciserei io :Infatti come si stanno mettemdo le cose mi sembra proprio una grande CARNEVALATA che solo la SX ed il PD sanno sempre fare in Italia). E se Renzi dovesse cedere anche ad una sola delle richieste dei POTENTI, si dovrebbe sentire "bruciato" in partenza dal popolo elettore.

Massimo Bocci

Mer, 02/04/2014 - 18:46

Come Feltri, può andare peggio di così???? Chi c'è dietro l'anglo di nuovo il MORTAZZA!!! la continuazione dello schiavismo L'EURO!!!, La para democrazia del(bombardatore) umanitario Nobel!!! Però di una cosa gli Italiani,veri anche se mussulmani,dopo questa cura forzata (DI VITA DI MERDA!!!), tutti il paradiso con e senza vergini, diretti dopo aver subito una vita di un simile INFERNO, SOPRUSI e di INGIUSTIZIA???? Di REGIME!!!! COMUNISTA-CATTO!!!, Cosa che mi sembra il minimo!!! Come risarcimento!!!! Dunque Pio?? Francesco, gli Italiani tutti santi subito!!!, (pagano anche la gabella dell'otto per mille e le atre prebende ONLUS) meno si intende i SOLITI MALAVITOSI LADRI!!! APPUNTO.....ANTI ITALIANI COMUNISTI-CATTO (VERA!!! COSCA DI LADRI!!)!!! Loro il loro paradiso se lo sono già fatto e se lo godono qui da 65 anni sulla nostra PELLE DI SCHIAVI!!!!

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Mer, 02/04/2014 - 19:01

Perché carissimi non c'è nessuno in Italia che passi il Rubicone? Shalom

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Mer, 02/04/2014 - 19:01

Perché carissimi non c'è nessuno in Italia che passi il Rubicone? Shalom

manente

Mer, 02/04/2014 - 19:33

Lo scandalo sta nel fatto che un ex sindaco messo al potere in seguito ad elezioni finte pomposamente chiamate "primarie", si senta autorizzato a stravolgere l'ordinamento dei poteri dello Stato al solo fine di "blindare" definitivamente proprio la miserevole classe politica che ha portato il Paese nella situazione in cui si trova. Già oggi con i parlamentari “nominati”, la volontà dei cittadini conta poco o nulla, se le cosiddette "riforme" di Renzi dovessero malauguratamente passare, quelli che ora credono essere queste le "riforme" per salvare l’Italia, avranno di che mangiarsi le mani. Non facciamoci ingannare ancora una volta dai venditori di fumo al servizio delle banche!

Ritratto di geode

geode

Mer, 02/04/2014 - 19:39

PER EVITARE I PASTICCI, PUOI FARE SOLO UNA COSA, eliminare dalla scena i PASTICCIONI.

Stepas2

Mer, 02/04/2014 - 19:39

"lo statu quo" ??? Qui non serve l'ablativo, bisogna dire "lo status quo". Il latino non e' un'opinione.

cgf

Mer, 02/04/2014 - 22:14

come faranno a caricarsi di tante responsabilità? ci sono stati sindaci contemporanemente ministri, ora vi è un sindaco addirittura Primo Ministro, sta dando il buon esempio e lo fa gratis? non usa auto blu? viaggia in economy? come fare un qualunque sindaco vicino alla gente, no?

roby55

Gio, 03/04/2014 - 00:14

@Atlantico: ho l'impressione che il suo non capire Feltri sia solo l'ennesima provocazione. Feltri è sempre stato chiarissimo nei suoi articoli. Non sempre li condivido, ma un merito glielo devo attribuire: la chiarezza. Se lei non è d'accordo con Feltri, lo dica chiaro. Ma che lei dica che non riesce a comprendere cosa voglia dire Feltri... basta che legga il titolo dell'articolo. Cordiali saluti.

roby55

Gio, 03/04/2014 - 00:26

Anche con Renzi la fiducia nella politica continua a crollare. In un paese dove ogni giorno chiudono almeno una decina tra negozi, piccole e medie imprese e attività varie, perché sono sommerse di tasse, possibile che non si riesca a chiudere sto benedetto Senato?

Ritratto di greysmouth

greysmouth

Gio, 03/04/2014 - 00:42

Nessuno lavora gratis; solo i Kompagni alla festa dell'unità.