Quattro misure in 100 giorni: Imu, lavoro, imprese, sprechi

Si conclude la clausura del governo all'abbazia di Spineto. Venerdi in Cdm le coperture di Imu e Cig

Il premier Enrico Letta col vicepremier Angelino Alfano

La clausura del governo è finita. Il presidente del Consiglio Enrico Letta ha concluso i lavori tracciando la road map, definita tra le mura dell'abbazia di Spineto con tutti i membri dell'esecutivo. Quattro punti fondamentali da attuare entro i primi cento giorni di legislatura: misure per favorire i giovani nell'ingresso nel mercato del lavoro, il decreto sull'abrogazione dell'Imu sulla prima casa, un pacchetto di agevolazioni fiscali per "gli italiani che vogliono fare" impresa e l’avvio di una riforma della politica che "arrivi a un punto di non ritorno". Già nel prossimo Consiglio dei ministri, che si terrà venerdì, il ministro dell'Economia Fabrizio Saccomanni darà risposte concrete sulle coperture per rifinanziare la cassa integrazione in deroga e per rinviare la tassa sull'abitazione. Insomma, almeno sulla carta, sembrerebbe che il "ritiro spirituale" abbia dato i suoi frutti. Adesso non resta che vedere se l'esecutivo e il parlamento saranno in grado di coglierli.

"La premessa dell’azione di governo è che stiamo cominciando a conoscerci - ha assicurato Letta - dovremo fare un lavoro il più possibile comune con regole di linguaggio improntate sulla franchezza e lealtà reciproca". Superato lo scoglio della partecipazione dei ministri alle manifestazioni elettorali, l'esecutivo sembra aver trovato l'armonia per lavorare insieme. D'altra parte è lo stesso vicepremier Angelino Alfano ad ammettere che, per quanto i problemi esistano, il governo non ha alcuna intenzione di farsi "sopraffare dai problemi". Con questo spirito sono, così, riusciti a stendere un pacchetto di riforme ambizioso per la cui approvazione sono fermamente intenzionati a coinvolgere anche le opposizioni. Il governo nominerà subito una commissione di esperti esterni per le riforme costituzionali che sarà presieduta dallo stesso presidente del Consiglio. Nei primi cento giorni la commissione elaborerà le idee da consegnare ai presidenti delle Camere che, a loro volta, dovranno passarle a una Convenzione per le riforme costituzionali. Quest'ultima sarà composta dai componenti delle due commissioni Affari costituzionali di Camera e Senato e sarà, quindi, presieduta dai presidenti Francesco Paolo Sisto e Anna Finocchiaro. Al ministro per le Riforme Gaetano Quagliariello toccherà verificare l’abolizione del finanziamento pubblico e la riforma della legge elettorale. La riforma della giustizia, invocata da Silvio Berlusconi alla manifestazione di Brescia, non rientra invece nelle proprità da mettere in cantiere entro i primi cento giorni di governo. "Ha una gittata più lunga", si è limitato a dire Letta.

Oltre alle riforme, la priorità resta il piano economico per rilanciare il Paese e frenare la recessione. In questo senso vanno i quattro punti di partenza illustrati da Letta e condivisi, con "autentica soddisfazione", da Alfano. "Un piano per il lavoro e il superamento dell’Imu fanno parte di una missione strategica per mettere l’Italia fuori dalle secche della crisi", ha spiegato il vicepremier. Davanti ai disastri prodotti dalla crisi economica e dalle politiche di austerity attuate dai tecnici, il nuovo governo non può non tener conto che bisogna contrastare il crollo dei consumi. Proprio per, l'esecutivo intende partire lavorando sull'eliminazione dell’Imu sulla prima casa e aiutando chi vuole avviare un'impresa, ma resta impigliato nei lacci della burocrazia.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

angelomaria

Lun, 13/05/2013 - 14:17

e dinuovo non vedo laGIUSTIZIA

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Lun, 13/05/2013 - 14:24

Alfano: "I problemi ci sono, ma andiamo avanti". Anche quando non c'erano andavate avanti, cosa è cambiato? Ancora con questi giovani? Ma lo avete capito che avete alzato l'età pensionabile ed in pensione non ci arriva più nessuno? Ma allora è una tecnica, diamo lavoro ai giovani, li teniamo fino a 45anni e poi li mandiamo a casa. Creo lavoro e tolgo le pensioni, perfetto. Davanti ai disastri prodotti dalla crisi economica oppure dalla casta politica?

ennio1963

Lun, 13/05/2013 - 14:37

Scusate finchè non mi spiegate dove prendete i soldi, non vi credo,

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Lun, 13/05/2013 - 14:43

@ angelomaria. Non la vede perché "Ha una gittata più lunga". Io invece non vedo un centesimo di risparmio sulla spesa pubblica e francamente mi preoccupa un pò più della giustizia........

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Lun, 13/05/2013 - 14:51

LADRI E MASSONI VE NE APPROFITATE DEL POPOLO BUE, BABBEO E STOLTO, SI METTONO D'ACCORDO E POI FINGONO ALLA CAMERA E SENATO E TUTI VOI POPOLO ITALIOTA CHE LI APPLAUDITE E VOTATE HE HE POVERETTI I VOSTRI FIGLI CHE VI SPUTERANNO IN FACCIA

bruna.amorosi

Lun, 13/05/2013 - 15:03

CARISSIMO LETTA se tu stai dietro ai comandi dei tuoi scagnozzi non vedo perchè ALFANOnon dovrebbe fare altrettanto. poi penso e mi dispiace che non andrete da nessuna parte hai troppo paura di parlare dei magistrati e quella è LA PRIMA RIFORMA CHE DOVETE FARE POI IL LAVORO POI TUTTO IL RESTO .

benny.manocchia

Lun, 13/05/2013 - 15:11

Troppo fumo. Come dire:a partire da domani acquisto filet mignon e aragoste,senza sapere come faro' a pagare.Eppoi,siamo onesti: troppi troppi politici contrari a questo governo attendono nei cespugli per scaricare una quantita' enorme di pallottole. Dura minga! Un italiano in USA

Azzurro Azzurro

Lun, 13/05/2013 - 15:16

Letta vediamo di capirci. Tu devi fare esattamente cio' che ti dice Berlusconi di fare e fatto quello te ne puoi andare a casa. La Sinistra ha sempre e solo creato poverta' e dolore, vedi il sig. Zapatero, 6 milioni di deisoccuoari e ora quel carciofo di Hollande. Fai quello che ti diciamo di fare e se sbagli una virgola andiamo ad elezioni e il tuo partito pci-pd viene camcellato.

il gotico

Lun, 13/05/2013 - 15:41

Abolizione del finanziamento pubblico... può essere un inizio, ma vediamo se discuteranno anche di una riduzione degli stipendi dei politici, sulla riforma della giustizia non mi aspettavo nulla, mentre mi chiedo se queste misure saranno in grado di poter risollevare le casse dello stato, ho seri dubbi che senza altre tasse ne verranno a capo. Quello che contesto aspramente è il tentativo di risicare il denaro necessario per coprire il minimo indispensabile, mentre qui è necessario dare una svolta, bisogna avere il coraggio di combattere con forza la criminalità, con pene molto più dure, di aggredire l'immigrazione clandestina che toglie posti di lavoro, sarò anche noioso nel ripeterlo, ma la prostituzione è legalizzata in molti stati europei e solo per la presenza del Vaticano da noi è proibita, ma parliamo di miliardi di euro, non milioni... se l'obiettivo è quello di trovare le briciole per arrivare alle scadenze, continueremo a vivere di briciole, questa è l'Italia, possiamo ambire a traguardi ben più ambiziosi e come Italiani siamo in grado di riaggiungerli, devono avere il coraggio di dare un segnale forte, oppure a settembre torneremo a parlare di IMU, Tares, aumento dell'IVA e altri balzelli per tirare a campare.

decespugliatore

Lun, 13/05/2013 - 16:30

Nei 2 Pullman arrivati a Spineto non c’era nessun ministro. Sono arrivati in elicottero. Lo racconta Mannocchia su www.imolaoggi.it Fatto apposta per noi popolo bue. Grazie della considerazione Letta!

Massimo Bocci

Lun, 13/05/2013 - 18:58

Come Letta, butta fuori i COMUNISTI!!!! Loro la lealtà la usano solo se c'è da RUBARE!!!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mar, 14/05/2013 - 00:48

Che dire? Vediamo che sapranno fare ed in quanto tempo lo faranno.

pansave

Mar, 14/05/2013 - 06:17

In una abbazia senza abati, in una chiesa sconsacrata, sotto una pioggia ad hoc, visi tesi e lunghi, con pulloverini stile mercatino, 200 euro alla romana, nasce la triste storia del governo del falso e triste compromesso senza alcuna benedizione.

Ritratto di fabiobonari

fabiobonari

Mar, 14/05/2013 - 07:56

Cosa vuol dire abolire l' Imu, lo sappiamo; anche ridurre gli sprechi; abbastanza intuitivo ridurre tasse e burocrazia per le aziende. Ma per aumentare il lavoro, cosa pensano di fare? E gli esodati, che destino avranno?

linoalo1

Mar, 14/05/2013 - 08:42

Altro che pregare!Qui ci vorrebbe un Miracolo!Lino.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Mar, 14/05/2013 - 08:54

Meno male che non ha parlato di Giustizia, perdita di tempo e di risorse inutili che non sfama i disoccupati.

Roberto Casnati

Mar, 14/05/2013 - 09:04

Un ex DC di sinistra leale? Questa si ch'è bella!

il gotico

Mar, 14/05/2013 - 11:13

Voglio crederci, devo farlo, mi sforzo di concedere fiducia a questo governo, non intendo svegliarmi la mattina e pensare che siamo ancora alle guerre di quartiere per una seggiola in più. Quello che invece non sento a livello epidermico è la sensazione che siano in grado di fare grandi passi, danno l'impressione di voler rattoppare una pezza, la soluzione non è quella di raccimolare il minimo necessario per andare avanti, è un film già visto, quello di cui l'Italia ha bisogno è un drastico cambio di rotta, sono contrario alla liberalizzazione della droga, anche se permetterebbe entrate fantastiche, ma sarebbe ora di abrogare la legge Merlin. La prostituzione esiste, inutile fingere, se i partiti temono una perdita di consensi causa una presa di posizione del vaticano, dovrebbero pensare e calcolare che oggi riceverebbero più voti osteggiando lo stato pontificio al posto di fiancheggiarlo, nella speranza di allargare il loro bacino di voti. Tassare i commercianti, aumentare l'IVA, sospendere l'IMU ... aspirina per un malato terminale, si chiudono piccole falle quando c'è uno squarcio nella carena, ci vuole coraggio, non lo nascondo, ma a piccoli passi non andiamo lontano, l'europa è da anni che corre e noi arranchiamo.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Mar, 14/05/2013 - 11:42

Quello che il popolo bue e stolto piace ascoltare, la camomilla dei babbei che pensano solo alla partita di calcio e inveire contro Berlusconi. l'unico modo per l'italia è licenziare come in Grecia tanti dipendenti pubblici e per quelli che restano decurtare lo stipendio del 35% netto abolire i buoni pasto che usano per la carta igienica e detersivi al market.

Ritratto di pisistrato

pisistrato

Mar, 14/05/2013 - 12:30

Dragon_Lord - e dagli. Guarda che i dipendenti pubblici votano Berlusca. Ti sei mai chiesto come mai i maggiori aumenti agli statali siano stati concessi nei suoi governi ?