"Una leggerezza". L'affondo choc di Crisanti a Mattarella

Il Quirinale ha comunicato il contagio da Covid di Sergio Mattarella, un'occasione per Crisanti per nuove "profezie" nefaste. È bufera

"Una leggerezza". L'affondo choc di Crisanti a Mattarella

Il Covid non è passato, c'è ancora ma stiamo imparando a conviverci. Lo dimostra quanto accaduto nelle ultime ore, con la notizia del contagio di Sergio Mattarella. Il presidente della Repubblica sta bene, così come ha fatto sapere il Quirinale, ma il contagio lo obbligherà a un isolamento di qualche giorno, con conseguente rinvio di alcuni impegni istituzionali precedentemente assunti. Impossibile stabilire quando il capo dello Stato abbia incontrato il coronavirus e le ipotesi che riguardano un possibile contagio al tetro alla Scala di Milano restano solamente supposizioni. Tantissimi i messaggio di pronta guarigione arrivati a Sergio Mattarella da parte delle alte cariche politiche e dagli esponenti dei partiti del parlamento, ma non sono mancate le polemiche a causa di una dichiarazione di Andrea Crisanti.

"Non so se il presidente si sia contagiato alla Scala, questo non si può stabilire, ma sicuramente quella era un'occasione a rischio. Il presidente è una persona anziana, siccome le persone anziane se si infettano, specialmente fragili, sono a rischio di morire, forse avrebbe fatto bene a dare l'esempio", ha detto Andrea Crisanti, senatore eletto col Partito democratico, contattato dall'agenzia Dire. Il virologo ha quindi aggiunto: "A mio avviso, se posso dirlo, il Presidente Mattarella ha commesso una leggerezza, sicuramente non è un giovanotto e magari ha dato l'idea che il problema non esista più nemmeno per le persone anziane e invece il problema esiste".

Ancora una volta, parole molto forti da parte dell'esponente dem, che hanno trovato la pronta reazione irritata di Francesco Bonifazi, deputato eletto alla Camera con Italia viva. L'esponente del partito di Matteo Renzi ha rapidamente replicato al collega parlamentare: "Un grande augurio di pronta guarigione al Presidente Mattarella. E un consiglio al senatore Crisanti. Talvolta è meglio tacere anziché dover far sempre il protagonista. Qui l'unica leggerezza l'ha commessa chi ha candidato Crisanti a Palazzo Madama, basta con le profezie ex post di questo incontenibile zanzarologo". Parole di fuoco che tracciano un nuovo solco di separazione tra i due partiti dell'opposizione. Ancora una volta, Crisanti ha esasperato i toni e il messaggio da mandare, come ha spesso fatto, rischiando di ottenere un risultato opposto rispetto a quello cercato.

Critiche ad Andrea Crisanti sono arrivate anche dal vice presidente del gruppo parlamentare di Fratelli d'Italia alla Camera, Alfredo Antoniozzi: "Le parole dell'on. Crisanti. che ha affermato che il presidente Mattarella è stato sostanzialmente improvvido ad andare alla prima della Scala e per questo ha preso il Covid, sono perlomeno inopportune". Infatti, come ha sottolineato Antoniozzi, il capo dello Stato "è andato alla Scala a rappresentare l'intera nazione con il suo garbo e il suo stile.

Affermare che abbia preso per questo il Covid fa parte di quella concezione assolutista dì cui Crisanti, fresco parlamentare, è espressione. Al nostro caro Capo dello Stato i migliori auguri di buona guarigione".

Commenti
Disclaimer
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Pubblica un commento
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette. Qui le norme di comportamento per esteso.
ilGiornale.it Logo Ricarica