Interni

Il sondaggio che affossa la sinistra: il centrodestra vola, Pd e M5S tracollano

Il centrodestra continua a crescere e arriva al 45%. Il Partito democratico non arresta il crollo: è al 15,4%. Anche il Movimento 5 Stelle torna a perdere voti

Il sondaggio che affossa la sinistra: il centrodestra vola, Pd e M5S tracollano

La distanza tra centrodestra e centrosinistra diventa sempre più larga. Da una parte la coalizione formata da Fratelli d'Italia, Lega e Forza Italia continua a crescere e a ottenere preferenze dagli elettori; dall'altra il fronte rosso non riesce a invertire la tendenza e fa ancora i conti con un momentaccio che si palesa ogni settimana dopo le elezioni di domenica 25 settembre. L'ultimo sondaggio di Swg per La7 parla chiaramente e rappresenta l'ennesimo colpo basso per i principali partiti che si trovano all'opposizione del governo.

FdI sale ancora, Pd e M5S calano

Al comando della rilevazione resta sempre Fratelli d'Italia, che continua a rendersi protagonista di una crescita anche in seguito alla vittoria delle recenti elezioni: il partito di Giorgia Meloni incassa un ottimo +0,5% rispetto alla scorsa settimana e si porta al 30,8%. Aumenta il vantaggio rispetto al Movimento 5 Stelle, che invece perde lo 0,3% e va al 16,6%. Tuttavia non ne approfitta il Partito democratico, che lascia per strada lo 0,4% e tracolla al 15,4%.

Testa a testa tra il Terzo Polo e la Lega di Matteo Salvini: l'asse tra Azione e Italia Viva sale dello 0,1% e si attesta all'8,2%; il Carroccio incrementa i propri voti dello 0,3% e viene dato all'8,1%. La distanza tra le due formazioni politiche è davvero minima e il partito di via Bellerio potrebbe compiere il sorpasso se dovesse mantenere il trend positivo. Forza Italia perde lo 0,4% e va al 6,1%.

Nella parte finale del sondaggio si trovano i partiti che hanno meno peso nelle intenzioni di voto: Verdi-Sinistra italiana al 4% (-0,3%), +Europa di Emma Bonino al 3% (+0,2%), Italexit con Gianluigi Paragone stabile al 2,2% e Unione popolare all'1,7% (+0,1%). La forza delle altre liste si attesta al 3,9%, in aumento dello 0,2%. La quota di chi non si esprime resta invariata al 36%.

Il centrodestra a valanga

Sul fronte delle coalizioni il quadro è inequivocabile. Il centrodestra si conferma in nettissimo vantaggio sugli avversari: il campo formato da Fratelli d'Italia, Lega e Forza Italia vola sempre di più e si porta precisamente al 45%. Storia completamente diversa per il centrosinistra, che non risulta essere in grado di uscire dalla palude: il fronte di Partito democratico, Verdi-Sinistra italiana e +Europa si ferma al 22,4%. Numeri fallimentari per una coalizione che si poneva l'obiettivo di governare il Paese.

In sostanza il sondaggio certifica il gradimento degli italiani verso i partiti di maggioranza: evidentemente le prime mosse dell'esecutivo Meloni continuano a essere apprezzate dagli elettori. Al contrario la sinistra viene costantemente bocciata sia perché l'opposizione si muove in ordine sparso sia perché il Pd si presenta alla fase finale del Congresso in una situazione assai confusionaria.

Nota del sondaggio:
a) Sondaggio realizzato da SWG s.p.a.;
b) Committente La7 s.p.a.;
c) Estensione territoriale: nazionale;
d) Totale contatti: campione di 1.200 soggetti maggiorenni residenti in Italia (4.605 non rispondenti);
e) Interviste effettuate nel periodo 30 novembre-5 dicembre 2022 con metodo cati-cami-cawi;
f) Il sondaggio è disponibile qui.

Commenti