Inzaghi e Pato in cinque minuti, negli ultimi 5 va tutto al diavolo

NAPOLI
DE SANCTIS 5
Pronti, via e dopo 5 minuti si ritrova sotto di due gol senza gravi colpe da confessare.
GRAVA 6
Non si lascia intidimidire da Ronaldinho, anzi lo rimprovera per qualche gomito troppo alto.
RINAUDO 5
Lascia la prima palletta a Inzaghi e si mangia le mani, non evita il blitz di Pato e maledice l’assenza di Paolo Cannavaro.
CAMPAGNARO 5
Si lascia prendere la mano dall’agonismo e finisce col rischiare grosso. Dal 22’ st DATOLO sv Non pervenuto.
ARONICA 5
Perde di vista il suo rivale, Pato, sul più bello, e da allora lo segue anche alla toilette.
PAZIENZA5
Deve fare da scudo alla difesa e invece vede passargli la palla sopra la testa senza capirci. Dal 18 st CIGARINI 6,5 Gol da incorniciare.
GARGANO 6
Scalare il Milan è come scalare una montagna: lui spinge, sbuffa, tira, suggerisce.
MAGGIO 5.5
È quasi pronto a fare l’inchino alla sua curva preferita ma fa i conti con quel gatto di Dida.
LAVEZZI 6,5
Parte a sinistra, viene in centro, si sposta a destra per cercare di portare un numero industriale di palloni in attacco.
HAMSIK 6
Se gli lasciano valichi, lui può inserirsi facile alle spalle e fare cucù al portiere.
QUAGLIARELLA 5
Cerca di liberarsi al tiro, una, dieci, cento volte senza riuscire ad armare il sinistro. Dal 26 st DENIS 6.5 Regala il pari ai suoi.
All.: MAZZARRI 7. Non è questione di modulo ma di attenzione e tensione dei suoi.
MILAN
DIDA 7
A un certo punto comincia a fare gesti incomprensibili. C’è un tifoso galeotto che prova a confonderlo puntandogli il laser negli occhi. Fa una “didata” e un mezzo miracolo su Maggio. Poi diventa un polipo e ne prende 3 in una volta sola. Giù il cappello, è tornato l’altro Dida.
ABATE 6
Alla fine paga pegno e lascia i suoi in 10. Gli pesa quel giallo su Lavezzi, cliente pericoloso, i suoi rinvii sono inguardabili.
NESTA SV
Neanche il tempo di scaldarsi e si arrende: acciacco all’adduttore della coscia destra. Dall’8 pt KALADZE 6.5. È pronto da tempo, sbuffa a stare in panchina, si applica con orgoglio e precisione.
THIAGO SILVA7
Appena si fa da parte Nesta, lui prende la bacchetta in mano e detta i termpi per chiudere il portone del fortino.
ZAMBROTTA 6.5
Da una sua battuta, trasformata via via in un contropiede feroce, parte lo 0 a 2, poi torna in trincea a difendere.
AMBROSINI 6.5
Evita persino di fare fallo pur di controllare la posizione e di puntare tutto sull’anticipo oppure sulla forza fisica.
PIRLO 6
Si guadagna un inatteso giallo e da quel momento cerca di evitare collisioni, preferendo impugnare il fioretto.
SEEDORF 7
È in formato professore di calcio e comincia con un piattone per Inzaghi, quindi rifinisce 100 giocate di gran qualità mettendo a nudo i limiti napoletani.
PATO 6.5
Un pallone utile, uno solo, il primo e forse anche l’ultimo della sera, ed eccolo trasformare in diamante tirato fuori dalla sua miniera.
INZAGHI 6.5
Scommettiamo che adesso si mette in testa di dare la caccia al numerino dei gol di Van Basten? Gliene mancano 5 ma l’errore del possibile 0 a 3 alla fine pesa. Dal 28 st BORRIELLO sv
RONALDINHO 5
Non riesce mai a liberarsi dei ceppi di Grava, si spazientisce anche ed esce all’ora senza rimpianti. Dal 15 st FLAMINI sv
All.: LEONARDO 6. A furia di ripetere i suoi che non possono svegliarsi nella ripresa, incassa una partenza choc. Ora stia attento al finale.
Arbitro: Rizzoli 6. Lo avvertono del laser, non può fare granchè, vede quel che deve vedere.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.